Una buona campagna di email marketing basata su un piano editoriale studiato ed una piattaforma professionale per la gestione delle proprie campagne, offre la possibilità di ottenere e monitorare il raggiungimento dei propri KPI, valutando e quantificando i risultati dei propri invii.

Una consiglio efficace da non sottovalutare per ottenere buoni riscontri, è profilare le proprie liste contatti, in modo da creare più versioni del messaggio che intendiamo diffondere, diversificandole in base al comportamento dei diversi utenti, ai loro interessi ed alla loro posizione geografica.

Per coinvolgere i nostri contatti e trasformare i nostri utenti da inattivi ad attivi è indispensabile creare comunicazioni ed invii ad hoc, e per farlo è indispensabile profilare il proprio database per conoscere i differenti segmenti di pubblico con cui si è in contatto. Il secondo passo importante è riuscire giorno per giorno con la giusta frequenza di contatti email a creare un legame con il pubblico, evitando di inviare messaggi non pertinenti, che porterebbero ad una serie di email cancellate senza nemmeno esser state aperte o ancor peggio alla cancellazione del contatto dalla nostra mailing list.

La piattaforma MailUp consente di integrare alla nostra campagna email profilata, anche altre utili funzioni:
–    i Filtri Attività con i quali sarà possibile, selezionare tutti coloro che avranno cliccato su un determinato link e in automatico inviare successivamente un altro messaggio più specifico, relativo all’argomento su cui il contatto aveva manifestato il proprio interesse.

–    L’A/B test, in grado di testare due differenti versioni di una campagna per selezionare (in automatico) la versione più funzionale da diffondere al proprio pubblico.

Rendere i messaggi più pertinenti e di conseguenza più coinvolgenti è l’obiettivo fondamentale di chi invia Newsletter e DEM. Affidarsi ad un servizio professionale per la gestione di quest’attività consentirà  non solo un aumento notevole delle  percentuali di deliverability, ma attraverso l’utilizzo di funzioni specifiche a disposizione, permetterà di potenziare e/o rendere più mirate le proprie campagne.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Marketing Automation: 5 luoghi comuni su cui è meglio riflettere

Fa risparmiare tempo; risolve i problemi dei team marketing; si applica solo al canale email; e così via. Facciamo chiarezza su cinque grandi banalizzazioni attorno ...

Continua a leggere

Email Blacklist: breve guida per capire cos’è e come starne alla larga

Dalle spam trap alle segnalazioni dei tuoi stessi contatti. Facciamo luce tra i luoghi oscuri delle liste nere e vediamo quali azioni e strumenti ti ...

Continua a leggere

È online l’Osservatorio Statistico 2020: ecco come sono andati 12 mesi di invii

L’analisi approfondita di quasi 14 miliardi di email, in comodi report con cui comprendere l’andamento di newsletter, DEM, settori commerciali e timing di invio mensile ...

Continua a leggere

L’Email Marketing nelle settimane dell’emergenza: il nostro studio e alcune raccomandazioni

Se è vero che in questi giorni l’engagement di alcune email potrebbe conoscere un netto miglioramento, è altrettanto vero che un messaggio sbagliato potrebbe creare ...

Continua a leggere

Automation, razionalizzazione e personalizzazione: il caso di BPER Banca

Andare oltre l’invio automatico: fare automation come si deve significa capire le esigenze dei clienti e offrire un’esperienza personalizzata e coerente. In questo post raccontiamo ...

Continua a leggere

Come misurare l’engagement nell’Email Marketing

Il grado di coinvolgimento dei destinatari è una metrica tangibile e analizzabile. Vediamo come misurare l'engagement (a livello di campagna e strategia) e gli strumenti ...

Continua a leggere