10 min

Il marketing digitale evolve di pari passo con le nuove tecnologie e sviluppa, grazie a queste, nuove idee. Con l’ascesa degli smartphone è diventato indispensabile per le aziende attive nel mondo dell’email marketing adattare le proprie newsletter al formato mobile e scegliere un approccio che consideri il potenziale offerto dalla combinazione tra questo canale e i social media.

Sempre più spesso, capita di trovarsi di fronte un nuovo elemento, il Quick Response code. Si tratta di un codice a barre bidimensionale a matrice, leggibile grazie ad apposite applicazioni presenti sui telefoni cellulari di ultima generazione. Questo quadro scannerizzabile reindirizza a un sito web contenente informazioni più dettagliate, moduli di iscrizione o Microsoft Tag e Google Goggles.

Un codice QR incuriosisce e aiuta a generare nuovo traffico sul proprio sito: può essere inserito su un’infinità di articoli, come per esempio comunicati stampa, brochure, articoli di giornale, poster, biglietti da visita, packaging di prodotto, gadget, magliette, etichette di abbigliamento, stand espositivi, vetrine e newsletter.

Come abbiamo più volte sottolineato, costruire un database di contatti a regola d’arte è un lavoro lungo che impegna l’azienda su molteplici fronti. Il QR code si rivela uno strumento utile anche per questa operazione: inserito in un cartellone pubblicitario, può condurre a una landing page contenente un modulo di iscrizione.

Anche se ancora poco diffusa, la pratica di utilizzare i QR code nelle proprie attività di comunicazione e promozione off-line può essere un modo nuovo e divertente per coinvolgere clienti nuovi e consolidati, combinando attività di pubblicità cartacee e versatilità del web.

Adottare i QR code può rivelarsi una strategia utile per incentivare attività promozionali e raccogliere anche nuovi iscritti alla propria newsletter.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Email Design: 4 consigli per la progettazione dell’header

Dalle best practice sul logo all'utilizzo del colore, fino al virtuosismo nel combinare coerenza e varietà. L’header è la prima cosa che il destinatario vede dell’email, ...

Continua a leggere

Le tendenze di Email Design per generare più vendite

Dalla grafica 3D al minimalismo, dall'iper-personalizzazione alla tipografia creativa. Con l'inizio di un altro decennio, i metodi che hai implementato fino ad ora probabilmente non avranno ...

Continua a leggere

Perché le immagini e gli elementi grafici sono essenziali nell’Email Marketing

L'email di marketing perfetta comprende molti elementi: un testo impeccabile, flussi coordinati, oggetti convincenti, contenuti di valore. Ma uno degli elementi più cruciali, probabilmente l'elemento ...

Continua a leggere

Come utilizzare i video per campagne email più efficaci

Ammettiamolo: è una gran seccatura aprire la nostra casella di posta elettronica e trovarla piena di migliaia di pubblicità indesiderate! Infatti, la maggior parte delle ...

Continua a leggere

Email Marketing & Gen Z: consigli di Email Design e altre best practice

L'idea del classico divario generazionale sta lentamente passando in secondo piano. Con così tanti contenuti incentrati sul fatto che Baby Boomers o Millennials stiano rovinando ...

Continua a leggere

Strategie di ripartenza post Covid-19, tra hyper-personalization, automazione e data enrichment

Il virus ha segnato un prima e un dopo nel mondo retail e e-commerce. Vediamo i tool, le tecniche e le strategie con cui costruire ...

Continua a leggere