10 min

Sempre più presenti nelle attività quotidiane degli utenti su Internet, i Social Network sono stati al centro dell’attenzione della quinta edizione del Social Business Forum. Un segnale ulteriore della loro crescente influenza arriva anche dagli interventi del General Manager di MailUp Nazzareno Gorni che, durante il workshop dell’e-Commerce Forum  e nel corso dell’evento Fare business con i Social Network, ha approfondito le opportunità offerte dall’integrazione dei canali social nelle campagne di comunicazione.

Lo scenario emerso è, per alcuni aspetti, rivoluzionario. Se in passato i dubbi sul futuro dell’email avevano in parte offuscato la forza dei social media, oggi arriva una notizia che non solo smentisce ma addirittura ribalta quell’ipotesi. Una novità lanciata da pochi giorni da Twitter e da Pinterest riconferma, infatti, che il futuro dell’email marketing e dei social network è sempre più stretto in un legame sinergico e di reciproca collaborazione.

Da tempo si parla di condivisione dei contenuti di una newsletter attraverso Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest, solo per citarne alcuni, ma da ora assisteremo anche al passaggio inverso, non più solo dall’email al social ma anche dal social all’email.

Weekly Pinterest email
Twitter e il neonato Pinterest  sono pronti a trasferire i propri contenuti social all’interno di un’email periodica.
Con cadenza settimanale, i due social media raccoglieranno in un’email i migliori contenuti postati dalla cerchia di contatti di un utente. La sintesi inviata nella casella di posta ricapitolerà i tweet più rilevanti e le immagini più condivise dai contatti dell’utente.

Le newsletter settimanali dell’uccellino azzurro e di Pinterest hanno molto in comune. Entrambe sono caratterizzate da un design simile all’ambiente del social network nel quale gli utenti sono abituati a muoversi e sono riconoscibili direttamente nel messaggio email. Per quanto riguarda Twitter ad esempio è poi possibile aggiungere la propria opinione a un tweet, vedere le azioni di retweet e le risposte partendo direttamente dall’email.

weekly Pinterest newsletter
MailUp è in grado di supportare le aziende anche nella gestione delle campagne di comunicazione sui social network, consentendo di pianificare e condividere la pubblicazione di contenuti su differenti piattaforme social attraverso un ambiente unico e intuitivo, tracciandone i risultati in modo dettagliato.

Se non avete ancora provato il nuovo canale Social di MailUp, scoprite come fare.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Comprare mailing list: tutte le conseguenze di questa tattica

Se hai iniziato da poco a fare Email Marketing o è da un po’ che ci provi ma ancora non hai ingranato, potresti star valutando ...

Continua a leggere

Migliora la deliverability con l’autenticazione email

Come abbiamo già visto, la deliverability è strettamente legata al concetto di reputazione. Oggi parliamo di autenticazione delle email, che possiamo considerare il lato più ...

Continua a leggere

E-commerce: l’ebook che ti aiuta a vendere online con email e SMS

Scopri come vendere online con email e SMS partendo dalla convergenza dei dati sul tuo e-commerce e utilizzando le informazioni sui clienti per creare flussi ...

Continua a leggere

L’evoluzione della personalizzazione nelle email: il caso Iperal

Perché si parla così tanto di omnicanalità e customer centric method? Continuiamo a leggere articoli focalizzati su omnichannel, single customer view e personalization con evidenze ...

Continua a leggere

Il ruolo del mittente in una strategia di Email Marketing

Il 48,16% di tutte le email inviate nel mondo è contrassegnato come posta spazzatura dai filtri antispam dei provider. Evita che i tuoi messaggi subiscano ...

Continua a leggere

Come la reputazione del dominio del mittente influisce sulla deliverability

Un’email commerciale su cinque non raggiunge la posta in arrivo del destinatario (Return Path). Una tra le principali cause è la reputazione del mittente. Vediamo ...

Continua a leggere