10 min

Con il nuovo sistema operativo Apple iOS6, il cui arrivo si vocifera sia previsto per la fine dell’anno, gli utenti di iPhone e iPad troveranno nuovi aggiornamenti anche relativamente al client email nativo “Mail.app”. L’aspetto più interessante a riguardo sarà la posta in arrivo VIP, una casella di posta dedicata e separata dalla inbox abituale, che conterrà solo i messaggi di posta elettronica provenienti da mittenti (persone o aziende) prescelti dall’utente, di fatto una una corsia perferenziale per le comunicazioni più importanti.

posta VIP di iOS6Le email ricevute dai mittenti VIP verranno visualizzate anche all’interno della inbox generale, dove saranno contraddistinte da una stella e verranno inoltre segnalate con rilevanza nel centro notifiche, anche nel caso in cui lo schermo del dispositivo sia stato bloccato.

Client email Apple

Questa nuova funzionalità  introdotta da casa Cupertino che  si affianca a quelle introdotte di recente anche da Hotmail e da Gmail, è un altro passo verso quella che viene chiamata la “casella di posta intelligente”.  Una casella di posta in grado di preordinare i messaggi di posta elettronica di un utente,  per  privilegiare le comunicazioni più rilevanti, aiutando a identificare subito i messaggi da gestire con priorità, senza perderne nessuno e risparmiando il tempo solitamente dedicato alla cernita e alla classificazione dei messaggi.

La tecnologia viene in aiuto agli utenti nella gestione della posta elettronica, facendoci nuovamente riflettere sull’importanza di comunicare contenuti rilevanti, incisivi e coinvolgenti.  Dobbiamo infatti non perdere mai di vista il fatto che indipendentemente da quale sia il canale utilizzato per comunicare, bisogna, ora più che mai, essere in grado di instaurare un dialogo in grado di coinvolgere, per stabilire così una relazione in grado di aprire un canale preferenziale con il proprio pubblico.

Funzionalità come la cartella di posta VIP di Apple saranno quindi sia un aiuto per gli utenti, sia un possibile plus per le aziende che sapranno parlare adeguatemene con il loro pubblico, in termini di qualità, modalità e frequenza. Si torna ancora a sottolineare, perciò, con maggiore incisività, l’importanza di un email marketing allo stato dell’arte che non perda di vista il fatto che il nostro database sarà anche composto da nomi, numeri e indirizzi, ma noi dobbiamo comunicare e creare un rapporto con le persone che sono dietro a ciascuno di essi.

Diventa inoltre ancora più importante inserire in ogni messaggio, ad esempio nel pre-header (intestazione), l’invito ad aggiungere il mittente nella propria rubrica.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Migliora la deliverability con l’autenticazione email

Come abbiamo già visto, la deliverability è strettamente legata al concetto di reputazione. Oggi parliamo di autenticazione delle email, che possiamo considerare il lato più ...

Continua a leggere

E-commerce: l’ebook che ti aiuta a vendere online con email e SMS

Scopri come vendere online con email e SMS partendo dalla convergenza dei dati sul tuo e-commerce e utilizzando le informazioni sui clienti per creare flussi ...

Continua a leggere

L’evoluzione della personalizzazione nelle email: il caso Iperal

Perché si parla così tanto di omnicanalità e customer centric method? Continuiamo a leggere articoli focalizzati su omnichannel, single customer view e personalization con evidenze ...

Continua a leggere

Il ruolo del mittente in una strategia di Email Marketing

Il 48,16% di tutte le email inviate nel mondo è contrassegnato come posta spazzatura dai filtri antispam dei provider. Evita che i tuoi messaggi subiscano ...

Continua a leggere

Come la reputazione del dominio del mittente influisce sulla deliverability

Un’email commerciale su cinque non raggiunge la posta in arrivo del destinatario (Return Path). Una tra le principali cause è la reputazione del mittente. Vediamo ...

Continua a leggere

Come scegliere il template per la newsletter: consigli pratici e ispirazioni

Come deve essere una newsletter per causare l’effetto wow nei suoi destinatari? Approfondiamo la questione del design e vediamo esempi virtuosi da cui trarre qualche ...

Continua a leggere