Non perderti una notizia!

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Sì, voglio ricevere aggiornamenti sulla formazione e sugli eventi di MailUp.
Ricevi aggiornamenti
su Messenger
10 min
  • 6

Vi siete già accorti della piccola rivoluzione in corso? Sempre più nelle nostre affollate caselle di posta arrivano email che si fanno notare più delle altre: sono quelle che hanno un simbolo unicode nell’oggetto, una stellina, un piccolo aeroplano, il gesto di un mano e così via.

Questi sono alcuni esempi:

★ Chatta per primo con le nuove iscritte
Attend ✹ IGNITION: The Most Powerful Woman In The News Industry Will Be There
✈ Da 2 euro a/r prenota il tuo volo e risparmia!

Nuovi e ancora poco usati, i simboli nell’oggetto aumentano senza dubbio la visibilità del messaggio. Ma è d’obbligo una riflessione: l’uso dei simboli non deve essere fine a stesso ma essere sempre collegato a un contenuto o una ricorrenza, come per esempio San Valentino. L’abuso potrebbe infatti diminuirne l’efficacia e sortire l’effetto contrario. Attenzione anche ai simboli con dettagli troppo sottili perché in alcuni client potrebbero non essere leggibili.

Se volete sperimentare l’uso dei simboli nell’oggetto delle email, ecco un elenco di  icone che potete facilmente copiare e incollare nei messaggi creati con MailUp.

 

Se la compatibilità dei simboli è scontata per i principali sistemi di posta (Hotmail, Yahoo!, Gmail, Outlook, Thunderbird, Apple Mail e Blackberry e così via), in alcuni casi i client potrebbero non supportarne l’uso, ignorandoli, modificandoli leggermente o sostituendoli con un punto interrogativo.

Dunque simboli sì o simboli no? Il suggerimento è di verificarne l’effettiva efficacia con gli A/B test.

Scarica l'ebook sugli A/B test.

Per una mappa dei simboli unicode ti consigliamo questo utilissimo documento, da cui puoi copiare copiare e incollare a piacimento.

E tu hai già sperimentato i simboli unicode nelle tue campagne email? Raccontaci com’è andata, o condividi con noi le tue perplessità.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Email deliverability: do’s e dont’s per garantire il recapito delle campagne

Quando un brand invia un’email al proprio cliente, che si tratti di una comunicazione di natura promozionale o transazionale, si dà per scontato che termini ...

Continua a leggere

Tutorial: come aggiungere immagini di sfondo alle email

Scopriamo un rapido tutorial per imparare a inserire immagini di sfondo nelle email, a cui sovrapporre testo, altre immagini e bottoni CTA. Risolvendo così diverse ...

Continua a leggere

15 modi originali di usare le GIF animate nelle email

Le GIF animate sono sempre più spesso scelte dai marketer per dar vita alle comunicazioni email. Ma come usarle in modo divertente, utile e diverso ...

Continua a leggere

Osservatorio 2017: tutti i dati in un’infografica

Analizzati i dati del 2016 dell'Email Marketing, oggi presentiamo le evidenze emerse nell'Osservatorio Statistico 2017 sotto una forma diversa: quella di un'infografica comoda da leggere ...

Continua a leggere

Marketing Automation: come si costruisce un flusso di email automatiche?

Marketing Automation: che cos'è e come si utilizza nel lavoro di tutti i giorni? Scopriamo le principali tipologie di campagne automatiche e i passi necessari ...

Continua a leggere

Come personalizzare le email: i campi dinamici

Con un semplice tag puoi instaurare una relazione uno a uno con i tuoi destinatari, a intero vantaggio di aperture e clic. Tutto sui campi ...

Continua a leggere