Ricevi aggiornamenti
su Messenger

Attraverso la piattaforma Tumblr, acquisita di recente, Yahoo! ha condiviso alcuni post molto interessanti per chi si occupa di email marketingLa novità è che presto saranno utilizzabili i vecchi user name Yahoo! e, con questi, gli indirizzi email che nuovi utenti potranno scegliere. In pratica, se un utente è inattivo da più di 12 mesi, qualcun altro potrà adottare il suo user name.

Immagina:

  • scegli uno user name Yahoo!  riciclato
  • inizi a usare un nuovo email account Yahoo!
  • e ricevi nella tua casella, newsletter di ogni tipo alle quali non ti sei mai iscritto (perché lo aveva fatto il precedente proprietario dello user name!)

Che fare, dunque?

  • Nella migliore delle ipotesi, con molta pazienza ti disiscrivi da ogni newsletter
  • Nella peggiore delle ipotesi, schiacci semplicemente il bottone SPAM

Questo secondo scenario è quanto di peggio potrebbe accaderti – in veste di mittente.

Soluzione: gestire gli inattivi 

Che fare, dunque? La risposta è molto semplice, anche se non piace a molti email marketer: ridurre la lista di destinatari eliminando definitivamente gli inattivi.
Con MailUp, la funzione Gestione degli Inattivi ti permette di disiscrivere automaticamente i destinatari che non compiono alcuna azione sui tuoi messaggi da molto tempo. Sei tu a decidere se usare la funzione all’interno di una campagna di ri-coinvolgimento.

Ecco un’immagine della funzione: puoi creare un automatismo per contattare via email gli inattivi da almeno 6 mesi, disiscrivendoli dopo altri 60 giorni di inattività.

Gestione Inattivi_3

Inattivi e campagne di ri-coinvolgimento.

Scopri di più sulla gestione degli inattivi con MailUp

Imposta una campagna di coinvolgimento con MailUp.

Il coinvolgimento dei tuoi destinatari è importantissimo. Non lasciare che alcuni vecchi indirizzi di Yahoo! danneggino la tua reputazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Dolcetto o scherzetto? 9 idee per le newsletter di Halloween

Halloween si avvicina e la casella inbox è già piena di newsletter a tema. Qui trovi 9 idee per dare un irresistibile tocco dark alle ...

Continua a leggere

Riattiva i contatti dormienti del tuo e-commerce: la strategia in 5 step

Ti spieghiamo come recuperare clienti – dunque conversioni e vendite – del tuo store online. Alla scoperta delle strategie di Email Marketing dedicate alla riattivazione ...

Continua a leggere

Nessuno apre le tue email? Inizia a lavorare sul subject

L'Email Marketing resiste con successo da oltre due decenni. In effetti, sembra che l'Email Marketing sia più forte che mai, raggiungendo un ROI medio del ...

Continua a leggere

Cosa rende un’email davvero geniale? 7 fattori

Oggetto, focus, follow-up e altro ancora. Ecco 7 indirizzi operativi per creare email geniali, efficaci e incentrate sul cliente. Ogni volta che qualcosa di nuovo arriva ...

Continua a leggere

Come Iperal ha incrementato del 30% i clic nelle email

Abbiamo chiesto alla realtà della Grande distribuzione di raccontarci come ha raggiunto performance di Email Marketing nettamente superiori alla media di settore. Nel nostro blog spesso ...

Continua a leggere

Ci sono 5 ottimi motivi per inserire video nelle tue newsletter

Il formato video rappresenterà oltre l'80% del traffico web totale entro il 2019: se come motivazione non bastasse, ecco 5 ragioni per integrare il potenziale ...

Continua a leggere