10 min

Grazie alle nuove impostazioni di Gmail ti sarà possibile visualizzare direttamente e in sicurezza tutte le immagini delle tue email, sia da Desktop che da mobile (iOS e Android). Scopri cosa comporta questo cambiamento attraverso le parole di  Nazzareno Gorni, CEO MailUp.

Da oggi Gmail caricherà le immagini direttamente dai server proxy di Google, senza doverle prelevare da host esterni, potenzialmente pericolosi. Così facendo controllerà alla fonte eventuali virus o malware, restituendo solo le immagini sicure, ed evitando all’utente di dover confermare il proprio consenso tramite l’apposito (e noioso) link “Visualizza immagini sottostanti”.

Fastidioso click "Visualizza immagini sottostanti"

 

Cosa cambia ora per i marketer?
“Per chi, come noi, lavora nel settore dell’email marketing” spiega Nazzareno Gorni, CEO MailUp, “questa può essere una buona notizia. Infatti, se è vero che Gmail, con l’introduzione delle TAB, aveva reso difficile il lavoro dei marketer, deprimendo il tasso di apertura delle email, oggi con questo rinnovato modello introduce nuove possibilità di sblocco della situazione”.

Inbox email

 

I tassi di apertura (Open Rates) generalmente vengono determinati attraverso il tracking delle immagini e, poiché con questa nuova impostazione le immagini sono innescate automaticamente, ne consegue la possibilità di un aumento dei reali Open Rate.
Inoltre adesso sei sicuro che i tuoi iscritti riceveranno l’email proprio come tu l’hai pensata per loro: immagini, colori, design, rispecchieranno la tua comunicazione, senza passare per il fastidioso tasto di conferma salvo per le email identificate come spam.

“Infine –  prosegue Nazzareno Gorni –  Google impedisce l’impostazione di cookie e il riconoscimento del device/IP del destinatario. Questo limita le possibilità di analisi e, soprattutto, di profilazione impedendo ad esempio l’invio con immagini dinamiche basate sulla geolocalizzazione. Un tipo di limitazione che si spiega da un lato come una maggiore difesa della privacy dei propri utenti, dall’altro con il fatto che Google si riserva così l’esclusiva di fare advertising geolocalizzato per tutti i propri utenti Gmail. Per fortuna comunque l’utilizzo del proxy per immagini non impedisce a MailUp di continuare a conteggiare correttamente ogni singola apertura.”

Continua a seguire il Blog di MailUp per ulteriori approfondimenti.

Be Relevant!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Visualizzazione delle email tra i client di posta: sfide e soluzioni

Come brand che sfrutta l'Email Marketing, devi assicurarti che le email vengano visualizzate dai destinatari esattamente come lo hai immaginato. La maggior parte delle email ...

Continua a leggere

6 consigli per dare il boost alle strategie del 2019

Dalla sperimentazione di nuovi canali alle triggering headline, fino alle email interattive. I nostri suggerimenti per iniziare l’anno con il piede giusto, rinfrescando la propria strategia ...

Continua a leggere

5 modi per far crescere la tua mailing list

Non basta chiedere alle persone di iscriversi. Inoltre la tua mailing list perde fisiologicamente il 25-30% dei contatti ogni anno. Serve offrire valore, informazione, utilità ...

Continua a leggere

Lavori nel mondo B2B? 16 suggerimenti per newsletter performanti

Processo di iscrizione, contenuto, layout, call to action e frequenze di invio. Per ogni livello, vediamo i consigli per creare newsletter B2B che catturino l'attenzione ...

Continua a leggere

Email & Mobile: la guida definitiva al design responsive, in un nuovo ebook

Abbiamo fatto ordine tra i diversi aspetti del mobile responsive, per restituirti il contenuto più esaustivo possibile con le tecniche, gli strumenti e le buone ...

Continua a leggere

6 idee per scrivere oggetti irresistibili

Nello scorrere la tua bacheca dei social media preferito o un sito web, qual è l’elemento che più di tutti fa venire voglia di cliccare ...

Continua a leggere