10 min

“[…] mentre oggi, grazie all’introduzione dei codici a barre dinamici di MailUp, siamo riusciti a rendere ogni campagna univoca e specifica”
(G. Zarantonello, Resp. Digital Marketing Gruppo Coin)

Leader nel mercato italiano dell’abbigliamento, e parte di Gruppo Coin (che comprende Coin, Upim, IANA, Eat’s ed Excelsior Milano) OVS è oggi un punto di riferimento nel settore del retail grazie ad una presenza capillare in Italia e ad un forte progetto di espansione all’estero.

Oggi, attraverso l’e-commerce, OVS sta lavorando in una logica realmente multicanale, che sta portando a sviluppare un punto d’unione tra clientela online e offline. Parte di questa strategia è coincisa con l’utilizzo di MailUp e della nuova funzione di inserimento dei codici a barre dinamici.

Abbiamo chiesto a Gianluigi Zarantonello, Responsabile Digital Marketing di Gruppo, come MailUp li ha aiutati a perseguire questo obiettivo. Ecco parte della sua intervista: la versione integrale la trovi nel nostro ultimo eBook “L’email marketing per Negozi e Negozianti“.

 

Come nasce l’esigenza di OVS di utilizzare i codici a barre nelle proprie campagne di email marketing?
Gruppo Coin lavora da tempo secondo una logica multicanale per tutte le sue insegne e uno dei punti chiave di questa strategia è il rapporto fluido tra il digitale e il negozio fisico, e viceversa. Già in passato, nel corso di precedenti campagne di email marketing, abbiamo utilizzato i codici a barre (barcode) nelle email per favorire la fruizione di specifiche promozioni in cassa e per scopi di misurazione della redemption. In tali occasioni, però, i barcode utilizzati sono stati i medesimi per ogni cliente, mentre oggi grazie all’introduzione dei codici a barre dinamici di MailUp siamo riusciti a rendere ogni campagna univoca e specifica.

 OVS: un esempio di utilizzo dei codici a barre

Quali obiettivi vi siete posti con l’introduzione dei barcode dinamici?
L’obiettivo principale è quello di poter attivare dei benefit fruibili in negozio a seguito del ricevimento di una campagna di email marketing: in questo modo creiamo traffico dal web verso i punti vendita fisici. Al contempo siamo in grado di attuare una più precisa misurazione delle redemption delle iniziative in corso, specie rispetto alla semplice stampa di una promo da web o di un codice a barre generico uguale per tutti. Ora, per le insegne che hanno attivo l’e-commerce, si aprono nuove opportunità, anche grazie alla lunga esperienza di CRM e di gestione di loyalty card che il nostro Gruppo può vantare.

 

Leggi la versione integrale dell’intervista a Gianluigi Zarantonello nel nostro ultimo eBook “L’email marketing per Negozi e Negozianti”. Scaricalo qui gratuitamente!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Migliora la deliverability con l’autenticazione email

Come abbiamo già visto, la deliverability è strettamente legata al concetto di reputazione. Oggi parliamo di autenticazione delle email, che possiamo considerare il lato più ...

Continua a leggere

E-commerce: l’ebook che ti aiuta a vendere online con email e SMS

Scopri come vendere online con email e SMS partendo dalla convergenza dei dati sul tuo e-commerce e utilizzando le informazioni sui clienti per creare flussi ...

Continua a leggere

L’evoluzione della personalizzazione nelle email: il caso Iperal

Perché si parla così tanto di omnicanalità e customer centric method? Continuiamo a leggere articoli focalizzati su omnichannel, single customer view e personalization con evidenze ...

Continua a leggere

Il ruolo del mittente in una strategia di Email Marketing

Il 48,16% di tutte le email inviate nel mondo è contrassegnato come posta spazzatura dai filtri antispam dei provider. Evita che i tuoi messaggi subiscano ...

Continua a leggere

Come la reputazione del dominio del mittente influisce sulla deliverability

Un’email commerciale su cinque non raggiunge la posta in arrivo del destinatario (Return Path). Una tra le principali cause è la reputazione del mittente. Vediamo ...

Continua a leggere

Come scegliere il template per la newsletter: consigli pratici e ispirazioni

Come deve essere una newsletter per causare l’effetto wow nei suoi destinatari? Approfondiamo la questione del design e vediamo esempi virtuosi da cui trarre qualche ...

Continua a leggere