Mai sentito parlare di Email Automation? Si tratta di quei messaggi automatici inviati ai tuoi contatti a seguito di azioni particolari come l’iscrizione alla tua newsletter o il completamento di un acquisto. Che tu ci creda o no, il loro utilizzo fa davvero la differenza in una campagna di email marketing strutturata e mirata. Ecco come utilizzarli al meglio.

 

BASTA UN “BENVENUTO” PER SENTIRTI SUBITO A CASA

Attraverso comunicazioni come “Grazie per aver acquistato” o “Benvenuto nella community” l’email marketing ti aiuta a realizzare strategie più sofisticate di engagement e di post-vendita o post-iscrizione, approfittando di nuove occasione per comunicare in maniera proficua con i tuoi prospect (per convertirli in clienti) e con i clienti stessi (per trasformarli in acquirenti abituali).

Questi sono solo alcuni dei motivi per i quali l’email automation sta crescendo in maniera così rapida. Basta pensare a quanto le email automatiche siano scalabili e richiedano uno sforzo relativo, pur mostrando dei tassi di apertura del 70% più alti rispetto al resto delle email e tassi di clic di +150%.

 

CON MailUp 8.5 PUOI

Con la release di MailUp 8.5 oggi ti è possibile impostare le tue email automatiche con estrema precisione:

  • scegliendo giorni e ricorrenze che preferisci
  • impostando fasce di non disturbo
  • senza doverti preoccupare dei diversi fusi orari
  • con una frequenza d’attivazione che passa da 24 ore a 5 minuti

 

Messaggi automatici - la console

 

Ipotizziamo, ad esempio, che tu voglia inviare un’email automatica post-acquisto ad un cliente B2B e desideri che il tuo messaggio venga spedito nel corso della settimana lavorativa. Per esserne certo dovrai “mettere in pausa” la campagna durante il weekend, e in occasione delle principali feste, attivando il primo giorno lavorativo successivo disponibile.

Con MailUp 8.5 puoi:

  • fare in modo che le tue email non vengano inviate durante i fine settimana
  • escludere specifiche date dagli invii automatici (non solo le festività, pensa ad esempio a eventuali manutenzioni del sito già programmate)
  • impostare date specifiche e ricorrenti di non-invio (Natale, capodanno, ecc)

 

Messaggi automatici - specifiche

 

Migliora i tuoi risultati con l’utilizzo delle email automatiche.

Se sei già cliente, consulta il Manuale MailUp per scoprire come sfruttare al meglio la funzionalità di Email Automation; se ancora non usi MailUp mettici alla prova gratuitamente (e senza impegno) per 30 giorni.

 

Be Relevant!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

10 consigli di Email Marketing per migliorare le conversazioni

Quasi tutte le aziende utilizzano le email per costruire relazioni con i clienti, ma far crescere le conversioni diventa sempre più difficile. Ecco 10 consigli ...

Continua a leggere

Osservatorio Statistico: l’edizione speciale dedicata all’oggetto dell’email

Grazie all’analisi di oltre 9 miliardi di email, il nuovo focus ti offre numeri e andamenti per capire in che modo lunghezza, campi dinamici ed ...

Continua a leggere

Ottimizzare il recapito delle email: avvertenze, miti da sfatare e consigli

Dal peso dell’email alle immagini, dai dubbi sul background fino ai benefici delle email di benvenuto. Ecco alcuni suggerimenti pratici affinché le tue campagne girino ...

Continua a leggere

20 suggerimenti per migliorare il galateo delle email

Abbiamo raccolto 20 "buone maniere" che ti aiuteranno a tenerti alla larga da un certo lassismo nel galateo digitale e a migliorare la tua comunicazione. Molte ...

Continua a leggere

Quali sono i vantaggi di una campagna di Email Marketing?

Nero su bianco, con il massimo dell’oggettività possibile, abbiamo individuato i vantaggi offerti alle aziende da una strategia di Email Marketing. Se stai leggendo questo post, ...

Continua a leggere

Database Building: i 5 comandamenti per i form di iscrizione

Per convertire gli utenti in nuovi destinatari non basta il semplice “rimaniamo in contatto”. Ecco 5 principi guida per la creazione del tuo form: dalla ...

Continua a leggere