Dmexco: tre domande per scoprire di più

17 Settembre 2014

Con una media di 25.000 visitatori e oltre 700 espositori, Dmexco (Digital Marketing Exposition & Conference) è la principale fiera internazionale dedicata al marketing digitale globale e all’industria dei media. Dal 9 all’11 settembre MailUp è stata presente a Colonia con uno stand dedicato alle novità e alle soluzioni più importanti dell’ultimo semestre. Protagonisti il nuovo editor BEE, il modello Pay-per-Speed, il servizio SMS inbound e tanto altro ancora. A conclusione dell’avventura internazionale, abbiamo rivolto qualche domanda a Marco Massara, Direttore Marketing MailUp

1. Perché avete scelto DmExco come vetrina internazionale?

Molti ci avevano parlato di questa fiera come un “must”, un posto dove esserci. Ma dopo esserci stati l’impressione è quella di aver visto e partecipato a qualcosa di ancora più grande: numero e qualità degli stand, qualità dei visitatori a livello di consapevolezza e dimensioni, ambiente collaborativo, capacità di coinvolgimento anche con musica, aperitivi, pranzi  e così via, è  davvero difficile da spiegare: pensavo fosse una versione allargata delle fiere nazionali ma, in verità, è un altro paradigma da scoprire.

MailUp team @Dmexco
MailUp team @Dmexco

2. Quali conferme avete avuto dal mercato e quali le novità?

La conferma di avere un modello di business vincente e un’unicità assoluta da un punto di vista del pricing: i visitatori allo stand facevano fatica a credere che si potesse acquistare un software di email marketing non basandosi esclusivamente sul numero di invii e sulla numerosità del database di indirizzi. Il nostro prezzo flat Pay-Per-Speed è risultato veramente disruptive e innovativo. La novità più evidente  è che in Germania, non nei “soliti” Stati Uniti dove sono sempre due passi avanti all’Italia, è possibile ideare un evento di tali dimensioni e di un così grande coinvolgimento di persone: è senza dubbio un punto di riferimento vicino a noi.

Get inboxed
Get inboxed

3. E MailUp? Come hanno accolto il player italiano?

Tutti erano molto sorpresi di trovare un’azienda italiana, stupiti e contenti. In effetti, su oltre 800 espositori, le aziende italiane erano 2. Non abbiamo notato alcuna sorta di “discriminazione” o di pregiudizio, anzi: la novità di parlare a faccia a faccia con un player italiano con clienti in tutto il mondo e una sede a San Francisco risultava in un certo senso “strano” (di solito è il contrario…), attraente e stimolante.

Focus On target - MailUp @Dmexco
Focus On target – MailUp @Dmexco

4. Tre aggettivi per definire l’esperienza!

Enorme. Coinvolgente. Inaspettata.  

Scopri tutta la galleria di foto sulla nostra pagina Facebook.

Altri articoli su Dmexco:

Questo articolo è stato scritto da

Ramona Caselli

Ramona Caselli

Digital PR & Co-marketing Specialist

Come Digital Pr & Co-marketing specialist, la comunicazione è la mia musica, la rete lo strumento, gli eventi il teatro. Curo la relazione con media partner, clienti e influencer sfruttando le conoscenze trasversali acquisite nell'ambito dello sviluppo di campagne di marketing online e offline.

Articoli correlati