10 min

MailUp sbarca al Dallas Digital Summit 2014, una delle più importanti fiere degli Stati Uniti dedicate al mondo delle nuove tecnologie. E noi di MailUp siamo entusiasti di essere sponsor ufficiale dell’evento, in programma il 9 e il 10 dicembre 2014 a Irving, Texas.

dallas_digital_summit_2014_sponsor_mailup-e1416603882257

Promuovere la riflessione sui temi dell’internet business e marketing: è questo l’obiettivo del Dallas Summit Digital, che per l’edizione di quest’anno si aspetta di accogliere oltre 6.000 visitatori, grazie anche alla partecipazione di protagonisti del settore del calibro di Steve Wozniak, cofondatore di Apple, Jimmy Wales, cofondatore  di Wikipedia, e Randi Zuckerberg, fondatore e  CEO di Zuckerberg Media.
Il Dallas Summit Digital è il grande forum internazionale  promosso da Techmedia, il leader negli Usa per l’organizzazione di eventi dedicati al digitale. Dal 2001 – attraverso incontri, seminari e fiere – Techmedia riunisce attorno allo stesso tavolo imprese, marketing e imprenditoria per coltivare i grandi temi del digitale.

Uno stand e una vip lounge per la console MailUp

Al Dallas Digital Summit 2014 MailUp sarà presente con uno stand e una vip lounge, per mostrare ai visitatori come:

  • Creare email responsive e di grande impatto (senza alcuna conoscenza dei linguaggi HTML o CSS) grazie a BEE free, la versione online gratuita del nostro editor drag & drop.
  • Risparmiare sul budget di email marketing attraverso il nostro sistema di pagamento pay per speed.

^4EE8337F22BFC4F79559461A3D7CDC683DFA1D8AC62278D89E^pimgpsh_fullsize_distr

Il nuovo modello Pay per Speed

In vetrina allo stand MailUp del Dallas Summit Digital ci sarà il nuovo sistema Pay per Speed basato sulla velocità di consegna delle vostre campagne, e non sulla quantità di invio o sulle dimensioni delle email. Un sistema ideale per le aziende di medie dimensioni.

Vuoi saperne di più? Fai un preventivo col nostro configuratore.

beefree ita 2

Tutti possono creare email responsive

Sotto i riflettori non poteva che esserci anche BEE free, l’editor drag & drop di MailUp che ha fatto parlare di sé tra gli influencer della Silicon Valley. Segnalato sui principali canali di settore americani – come Hacker News e Product Hunt –, BEE free è la versione gratuita di BEE, l’editor online con cui si possono creare email e newseletter perfettamente ottimizzate per smartphone e tablet. Uno strumento unico sul mercato.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

10 consigli di Email Marketing per migliorare le conversazioni

Quasi tutte le aziende utilizzano le email per costruire relazioni con i clienti, ma far crescere le conversioni diventa sempre più difficile. Ecco 10 consigli ...

Continua a leggere

Osservatorio Statistico: l’edizione speciale dedicata all’oggetto dell’email

Grazie all’analisi di oltre 9 miliardi di email, il nuovo focus ti offre numeri e andamenti per capire in che modo lunghezza, campi dinamici ed ...

Continua a leggere

Ottimizzare il recapito delle email: avvertenze, miti da sfatare e consigli

Dal peso dell’email alle immagini, dai dubbi sul background fino ai benefici delle email di benvenuto. Ecco alcuni suggerimenti pratici affinché le tue campagne girino ...

Continua a leggere

20 suggerimenti per migliorare il galateo delle email

Abbiamo raccolto 20 "buone maniere" che ti aiuteranno a tenerti alla larga da un certo lassismo nel galateo digitale e a migliorare la tua comunicazione. Molte ...

Continua a leggere

Quali sono i vantaggi di una campagna di Email Marketing?

Nero su bianco, con il massimo dell’oggettività possibile, abbiamo individuato i vantaggi offerti alle aziende da una strategia di Email Marketing. Se stai leggendo questo post, ...

Continua a leggere

Database Building: i 5 comandamenti per i form di iscrizione

Per convertire gli utenti in nuovi destinatari non basta il semplice “rimaniamo in contatto”. Ecco 5 principi guida per la creazione del tuo form: dalla ...

Continua a leggere