Non perderti una notizia!

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Sì, voglio ricevere aggiornamenti sulla formazione e sugli eventi di MailUp.
Ricevi aggiornamenti
su Messenger
10 min

In Italia l’89% di persone usa il cellulare per inviare e ricevere SMS. Sarebbe sufficiente questo dato del Nielsen Mobile Insights per smentire chi dice che l’SMS è morto: il canale non solo è vivo e vegeto, ma in alcuni casi è persino inesplorato.

Trasversale a generazioni e culture, ugualmente diffuso nel Nord e nel Sud del mondo, il telefono cellulare unisce in un filo ideale i consumatori di ogni nazione e di ogni lingua. Questo numero vertiginoso di individui – in Italia il 97% degli over 16 ha un telefono cellulare – si informa, si relaziona, gioca e acquista usando il cellulare che porta con sé ovunque.

La domanda sorge spontanea: “Quale altro canale ci fa avvicinare così tanto ai nostri potenziali clienti?“. MailUp ha pensato così di mobilitare i suoi guru per tracciare una mappa del vasto mondo dell’SMS marketing.

È nato così l’ebookSMS: sai che puoi usarli per fare business? 5 idee per integrare email ed SMS senza dar fastidio“, che puoi scaricare qui gratuitamente.

Come per l’email, anche per l’SMS marketing esistono delle buone pratiche che aiutano a creare campagne efficaci e di successo. Conoscerle e applicarle può aiutarci non solo a raggiungere e coinvolgere clienti nuovi e già acquisiti, ma soprattutto a individuare nuove vie per raggiungere nuovi target. Proprio quelli a cui non avevamo pensato perché gli SMS erano stati dati, prematuramente, per spacciati.

 

Tutti i vantaggi del canale SMS

Partiamo individuando i vantaggi del canale:

  • Gli SMS hanno tempi di lettura quasi immediati, alti tassi di apertura e possibilità di personalizzare e automatizzare gli invii, in tutto il mondo e in tutte le lingue.
  • Permettono di ideare attività tattiche profilate e integrate in campagne email. Inviati da soli o in seguito a un clic in un’email, gli SMS promuovono acquisti correlati con un codice sconto, comunicano informazioni transazionali, riattivano gli utenti del proprio database.
  • Per quanto riguarda l’advertisting, i dati segnalano che in Italia solo il 22% degli utenti riceve pubblicità sotto forma di SMS e, di questi, il 39% è d’accordo a riceverla se ciò significa accedere gratis a contenuti esclusivi, e il 35% se il messaggio contiene informazioni geograficamente rilevanti.
  • Altro fondamentale punto di forza dell’SMS è il suo coinvolgimento diretto e la chiara, unica richiesta di un’azione; questo fa dell’SMS uno dei punti di contatto più efficaci tra consumatore e brand, canale privilegiato per un’esperienza d’acquisto più ricca e più integrata.

 

Le 8 golden rules di una campagna SMS

Utile, divertente e su misura: così dovrebbe essere un SMS per chi lo riceve. A maggior ragione perché l’SMS è (comprensibilmente) considerato il canale più personale e invasivo tra le forme di marketing.

A questo va aggiunta la difficoltà di dover comunicare al potenziale cliente in pochi caratteri: 160 o 70 se scriviamo in alfabeti non latini.

I MailUp guru hanno così individuato 8 regole d’oro per lanciare un’efficace campagna SMS:

  1. Sii personale, diretto e gentile
    Evita abbreviazioni criptiche, emoticon inutili e linguaggio troppo colloquiale. Niente giri di parole o, peggio, bruschi richiami all’acquisto immediato.
  2. Offri contenuti di valore
    Lasceresti il tuo numero a uno sconosciuto? Chi lo fa, si aspetta informazioni fresche, utili ed esclusive. Non inviare lo stesso SMS identico più volte allo stesso destinatario. Invia periodicamente un SMS indicando come gestire il profilo o come disiscriversi.
  3. Chiedi una sola cosa
    Inserisci un’unica call-to-action di facile comprensione.
  4. Regola la frequenza di invio
    Dare il numero di cellulare è un’azione molto più forte della compilazione di un campo email. Chi te lo ffida è anche molto più sensibile allo SPAM.
  5. Rispetta gli orari
    Non inviare SMS in orari notturni. Se un’email può essere inviata a qualsiasi ora, non è così per gli SMS che sono istantanei e sono letti entro pochi minuti dall’arrivo.
  6. Rispetta la privacy
    Come per le email, invia solo ed esclusivamente a chi ha acconsentito a ricevere i tuoi SMS.
  7. Fai crescere il tuo dabatase
    Ai tuoi contatti email, chiedi di completare i dati lasciando il numero di cellulare. Puoi farlo tramite concorsi on e offline, App o, se usi MailUp, moduli di autoprofilazione.
  8. Non dimenticare gli altri canali
    Email, adv e social media sono solo alcuni dei tanti dei canali che puoi usare per comunicare in modo rilevante. Combinali con gli SMS per una vera campagna integrata.

 

Inviare la tua campagna di SMS

La tua campagna è pronta. Ciò che serve ora è una funzionale piattaforma  di invio professionale per recapitare i tuoi SMS. E un sistema come MailUp ti assicura – a norma di legge – la spedizione e il recapito massivo dei tuoi SMS. Ma non solo:

  • Dalla console MailUp puoi personalizzare a ogni invio il mittente e il contenuto dei tuoi SMS, inserendo in automatico dati come il nome del destinatario o la città in cui vive.
  • Puoi inviare a parte del tuo database usando i filtri, inviare fino a 3 SMS concatenati e spedire in oltre 200 Paesi del mondo in tutte le lingue, grazie al supporto delle codifiche charset.
  • Puoi programmare gli invii in date prestabilite o a seguito di un evento, come per esempio l’acquisto su un ecommerce. Hai a disposizione moduli per sondaggi e configurazioni automatiche, per campagne di coinvolgimento e riattivazione degli utenti. Puoi perfino creare delle fasce di non disturbo, per non recapitare gli SMS di notte.
  • Per ogni invio puoi consultare statistiche sulla data e sull’ora di consegna, con dettagli sui motivi di eventuali mancati recapiti.

 

L’integrazione in un ecosistema di dati

Ma sarebbe sbagliato, però, considerare una campagna di SMS come un’azione scollegata dalle altre attività.
Quello che ti consigliamo è di integrare il tuoi SMS in un ecosistema di dati, in cui diversi database dialogano fra loro.
Come? Con un connettore gratuito puoi, per esempio, integrare il tuo ecommerce con una piattaforma di invio come MailUp e inviare un SMS
per comunicazioni urgenti o a seguito di determinate azioni.

 

Esempi di campagne SMS e approfondimenti

Per entrare più nel dettaglio e avere esempi concreti di SMS da inviare, puoi scaricare qui l’ebook gratuito “SMS: sai che puoi usarli per fare business? 5 idee per integrare email ed SMS senza dar fastidio“.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Saldi estivi: 9 idee per sfruttare SMS ed email

La stagione dei saldi estivi è prossima: per e-commerce, retailer e non solo, è il momento di sfruttare al massimo il potenziale combinato di email ...

Continua a leggere

SMS Marketing: i dati del Politecnico e un nuovo report in piattaforma

Facciamo il punto sull’andamento dell'SMS bulk messaging in Italia, insieme all’Osservatorio del Politecnico di Milano. L’occasione per presentarti un nuovo report della piattaforma per monitorare ...

Continua a leggere

5 elementi chiave per ottimizzare le landing page mobile

In questo post abbiamo esplorato le linee guida per iniziare a progettare landing page efficaci e performanti, che garantiscano i migliori risultati in termini di clic e di ...

Continua a leggere

Perché fare SMS Marketing

Spesso si sente dire che gli SMS sono uno strumento obsoleto, retaggio di un passato di tecnologie di messaging non istantanee. Niente di più sbagliato: ...

Continua a leggere

Come convertire clienti occasionali in fedeli: il caso di successo Loytrend

In qualunque modo lo si voglia rappresentare – una ruota, un sentiero tortuoso, un imbuto o un alveare –, il customer journey si compone di ...

Continua a leggere

Il customer care con gli SMS, in 5 punti

L’SMS non è una comunicazione accessoria in 160 caratteri, ma un canale da cui passano alcuni fondamentali touchpoint della relazione con il cliente, in entrambe ...

Continua a leggere