Il marketing si nutre di contenuti, qualsiasi sia il canale privilegiato per entrare in contatto con clienti e prospect.
Email marketing, social network, blog: sono tutti i canali che vanno alimentati di contenuti nuovi, originali e di interesse. E maggiore è il loro valore, maggiore sarà la capacità persuasiva del brand.

Fare content marketing significa creare e disseminare contenuti rilevanti per acquisire un’audience definita, con l’obiettivo di guidare le azioni di consumo. Per farlo è necessario ragionare sul lungo periodo, in prospettiva, grazie a una pianificazione di strategie e compiti.

In questo blog post ti accompagniamo tra i cinque passaggi fondamentali per mettere a punto una strategia di content marketing; e ne approfittiamo per offrirti, grazie alla partnership con Ninja Academy, uno sconto esclusivo del 10% sul Corso Online in Content Marketingun percorso studiato per formarti sulle strategie e gli strumenti editoriali imprescindibili per gestire il content marketing in tutte le sue aree chiave: pianificazione, implementazione, valutazione.

1. Fissa gli obiettivi

Ancora prima di raccogliere materiale e iniziare a scrivere, devi avere chiari gli obiettivi che vuoi raggiungere. Se coltivato con metodo e attenzione, il content marketing aiuta a:

  • aumentare la brand awareness e la reputazione;
  • attrarre nuovi clienti;
  • generare traffico al sito internet;
  • incrementare il tasso di conversione.

2. Conosci il tuo pubblico

Quali sono i codici culturali dei tuoi interlocutori, quali gli interessi e i desideri? Con quale registro preferiscono interagire, e con quale tono familiarizzano?

Conoscere il target a cui ti rivolgi è un passaggio fondamentale per impostare un’attività di content marketing: solo così puoi coinvolgerlo, emozionarlo, essergli d’aiuto nelle pratiche su cui vuole imparare.

3. Pianifica priorità e contenuti

Per ogni pubblicazione, un tema differente. Perché miscelare argomenti e spunti può portare a risultati dispersivi, confusi.

È sempre meglio focalizzare i contenuti con l’approccio “content pillar”: i contenuti pilastro sono densi e ricchi di approfondimenti, definiscono un argomento specifico e interessante in maniera completa, profonda ed esaustiva.

Si tratta di contenuti in stile “how to”, che mirano a conferire valore e conoscenza in maniera esaustiva e solida. E lo fanno integrando contenuti di varia natura: immagini, GIF animate, testo, video, infografiche, podcast, post e così via.

4. Coinvolgi e coltiva la comunicazione

Dopo aver costruito le fondamenta e la struttura del tuo content marketing, devi procedere arredando gli interni, per renderli funzionali e gradevoli. Dopo aver messo a punto i primi tre passaggi, sarà più facile capire di cosa ha bisogno il tuo pubblico e in che modo i tuoi contenuti possono coinvolgerlo e innescare interazioni.

Le parole chiave per la tua comunicazione? Coinvolgente, partecipativa, emozionale.

5. Imposta il flusso di lavoro

Assegna ruoli e responsabilità per rendere agile il passaggio da un’attività all’altra e armonizzare l’intero processo.

Per ogni contenuto che pianifichi scegli le persone responsabili per:

  • la progettazione dei contenuti;
  • la loro creazione;
  • l’approvazione;
  • la pubblicazione;
  • la gestione;
  • la diffusione sui social media;
  • l’ottimizzazione SEO;
  • l’analisi delle performance su analytics.

A lezione di content marketing

Ogni fase va esplorata all’interno, per comprenderne le dinamiche e piegarla alle esigenze del proprio brand. Per questo MailUp, in collaborazione con Ninja Academy, ti offre uno sconto speciale del 10% sul Corso Online in Content Marketing. Guidandoti all’approfondimento delle attività relative alla pianificazione e alla produzione di contenuti editoriali, i docenti di Ninja Academy ti insegnano a:

  • applicare i fondamenti dello storytelling per guidare la tua attività di content management;
  • ispirare la tua azienda ai principi delle media company;
  • progettare i contenuti digitali più efficaci per la tua azienda;
  • pianificare e gestire strategie efficaci di content marketing;
  • inserire la content strategy all’interno della tua strategia di web marketing;
  • ottimizzare i tuoi contenuti in un’ottica SEO per il posizionamento della tua azienda sui motori di ricerca;
  • sfruttare al meglio le potenzialità di WordPress per il tuo content marketing.

Non perderti i prossimi blog post: riprendendo il discorso iniziato sull’integrazione tra MailUp e AdWords, da una parte, MailUp e Facebook dall’altra, ti portiamo alla scoperta delle tecniche di performance marketing. Per scoprire il potenziale di web analytics, dei social media e di Google al servizio delle vendite.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Il futuro è predittivo: intervista a Tiziano Barbagallo di Datatrics

Abbiamo chiesto al Country Manager Italy dell’azienda recentemente acquisita da MailUp Group di raccontarci, nel concreto, come lavora la piattaforma di Marketing Predittivo e in ...

Continua a leggere

Retail, E-commerce & Industria: a che punto è l’innovazione digitale?

Dalla collaborazione con Retail Institute Italy è nata una nuova ricerca di mercato: abbiamo interrogato un panel di aziende italiane per capire presente e futuro ...

Continua a leggere

Digital Marketing: cresce la spesa per l’80% delle aziende. Ecco come investiamo

Netcomm ha fatto il punto su come le imprese e-commerce e retail italiane investono in canali, approcci e tecnologie digitali. L’Email Marketing? Il più usato ...

Continua a leggere

Come gli e-commerce possono trarre vantaggio dall’intelligenza artificiale

L'utilizzo dell'AI semplifica i processi e contribuisce ad aumentarne precisione ed efficacia, incrementando i ricavi. Vediamo alcune possibili applicazioni per uno store online. L'intelligenza artificiale non ...

Continua a leggere

5 passaggi fondamentali per il lancio del tuo nuovo sito web

I siti web sono diventati una delle risorse più preziose di un'azienda, tanto che anche le piccole imprese con negozi fisici necessitano di una propria ...

Continua a leggere

Le 10 migliori applicazioni per aumentare la produttività

Per organizzare il tempo, tracciare i progressi e molto altro. Vediamo le applicazioni del momento per ridurre le perdite di tempo e migliorare l'efficienza. Tutti vogliono ...

Continua a leggere