Il marketing si nutre di contenuti, qualsiasi sia il canale privilegiato per entrare in contatto con clienti e prospect.
Email marketing, social network, blog: sono tutti i canali che vanno alimentati di contenuti nuovi, originali e di interesse. E maggiore è il loro valore, maggiore sarà la capacità persuasiva del brand.

Fare content marketing significa creare e disseminare contenuti rilevanti per acquisire un’audience definita, con l’obiettivo di guidare le azioni di consumo. Per farlo è necessario ragionare sul lungo periodo, in prospettiva, grazie a una pianificazione di strategie e compiti.

In questo blog post ti accompagniamo tra i cinque passaggi fondamentali per mettere a punto una strategia di content marketing; e ne approfittiamo per offrirti, grazie alla partnership con Ninja Academy, uno sconto esclusivo del 10% sul Corso Online in Content Marketingun percorso studiato per formarti sulle strategie e gli strumenti editoriali imprescindibili per gestire il content marketing in tutte le sue aree chiave: pianificazione, implementazione, valutazione.

1. Fissa gli obiettivi

Ancora prima di raccogliere materiale e iniziare a scrivere, devi avere chiari gli obiettivi che vuoi raggiungere. Se coltivato con metodo e attenzione, il content marketing aiuta a:

  • aumentare la brand awareness e la reputazione;
  • attrarre nuovi clienti;
  • generare traffico al sito internet;
  • incrementare il tasso di conversione.

2. Conosci il tuo pubblico

Quali sono i codici culturali dei tuoi interlocutori, quali gli interessi e i desideri? Con quale registro preferiscono interagire, e con quale tono familiarizzano?

Conoscere il target a cui ti rivolgi è un passaggio fondamentale per impostare un’attività di content marketing: solo così puoi coinvolgerlo, emozionarlo, essergli d’aiuto nelle pratiche su cui vuole imparare.

3. Pianifica priorità e contenuti

Per ogni pubblicazione, un tema differente. Perché miscelare argomenti e spunti può portare a risultati dispersivi, confusi.

È sempre meglio focalizzare i contenuti con l’approccio “content pillar”: i contenuti pilastro sono densi e ricchi di approfondimenti, definiscono un argomento specifico e interessante in maniera completa, profonda ed esaustiva.

Si tratta di contenuti in stile “how to”, che mirano a conferire valore e conoscenza in maniera esaustiva e solida. E lo fanno integrando contenuti di varia natura: immagini, GIF animate, testo, video, infografiche, podcast, post e così via.

4. Coinvolgi e coltiva la comunicazione

Dopo aver costruito le fondamenta e la struttura del tuo content marketing, devi procedere arredando gli interni, per renderli funzionali e gradevoli. Dopo aver messo a punto i primi tre passaggi, sarà più facile capire di cosa ha bisogno il tuo pubblico e in che modo i tuoi contenuti possono coinvolgerlo e innescare interazioni.

Le parole chiave per la tua comunicazione? Coinvolgente, partecipativa, emozionale.

5. Imposta il flusso di lavoro

Assegna ruoli e responsabilità per rendere agile il passaggio da un’attività all’altra e armonizzare l’intero processo.

Per ogni contenuto che pianifichi scegli le persone responsabili per:

  • la progettazione dei contenuti;
  • la loro creazione;
  • l’approvazione;
  • la pubblicazione;
  • la gestione;
  • la diffusione sui social media;
  • l’ottimizzazione SEO;
  • l’analisi delle performance su analytics.

A lezione di content marketing

Ogni fase va esplorata all’interno, per comprenderne le dinamiche e piegarla alle esigenze del proprio brand. Per questo MailUp, in collaborazione con Ninja Academy, ti offre uno sconto speciale del 10% sul Corso Online in Content Marketing. Guidandoti all’approfondimento delle attività relative alla pianificazione e alla produzione di contenuti editoriali, i docenti di Ninja Academy ti insegnano a:

  • applicare i fondamenti dello storytelling per guidare la tua attività di content management;
  • ispirare la tua azienda ai principi delle media company;
  • progettare i contenuti digitali più efficaci per la tua azienda;
  • pianificare e gestire strategie efficaci di content marketing;
  • inserire la content strategy all’interno della tua strategia di web marketing;
  • ottimizzare i tuoi contenuti in un’ottica SEO per il posizionamento della tua azienda sui motori di ricerca;
  • sfruttare al meglio le potenzialità di WordPress per il tuo content marketing.

Non perderti i prossimi blog post: riprendendo il discorso iniziato sull’integrazione tra MailUp e AdWords, da una parte, MailUp e Facebook dall’altra, ti portiamo alla scoperta delle tecniche di performance marketing. Per scoprire il potenziale di web analytics, dei social media e di Google al servizio delle vendite.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

E-commerce: l’ebook che ti aiuta a vendere online con email e SMS

Scopri come vendere online con email e SMS partendo dalla convergenza dei dati sul tuo e-commerce e utilizzando le informazioni sui clienti per creare flussi ...

Continua a leggere

L’evoluzione della personalizzazione nelle email: il caso Iperal

Perché si parla così tanto di omnicanalità e customer centric method? Continuiamo a leggere articoli focalizzati su omnichannel, single customer view e personalization con evidenze ...

Continua a leggere

Come la reputazione del dominio del mittente influisce sulla deliverability

Un’email commerciale su cinque non raggiunge la posta in arrivo del destinatario (Return Path). Una tra le principali cause è la reputazione del mittente. Vediamo ...

Continua a leggere

La checklist di settembre per le tue attività di Email Marketing

Con l'inizio dell'estate, i clienti tendono a rilassarsi e molte attività di web marketing vengono messe in standby. Ora che le vacanze sono finite è ...

Continua a leggere

Email mobile-friendly, responsive o dal design ibrido: ecco le differenze

L'Email Marketing ha saputo adattarsi a numerosi cambiamenti; uno tra tutti: l'avvento del mobile. Per rispondere alle nuove esigenze di progettazione delle email sono stati ...

Continua a leggere

Evita di finire tra lo spam con questi tips di email design

Se le email che invii al tuo database finiscono nella casella di posta indesiderata dei tuoi contatti, le probabilità che le persone conoscano le tue ...

Continua a leggere