Non perderti una notizia!

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Sì, voglio ricevere aggiornamenti sulla formazione e sugli eventi di MailUp.
Ricevi aggiornamenti
su Messenger
10 min
  • 16

Integrare con successo attività in store e iniziative online è una delle sfide più impegnative che si trovano ad affrontare i retailer evoluti del terzo millennio. Come creare una comunicazione riconoscibile, coerente ed efficace su tutti i canali, integrando i vari ambienti dell’ecosistema aziendale per garantire un’esperienza di acquisto ottimale?

Abbiamo studiato il caso di successo presentato da Maxi Sport: una realtà di riferimento in Italia nel settore della vendita di abbigliamento casual e accessori per lo sport, presente sul territorio da oltre 25 anni con quattro punti vendita e sul web dal 2002 con il sito e-commerce maxisport.com.

Nel momento in cui è nata la necessità di creare un’esperienza omnicanale che coinvolgesse tutti gli utenti (sia intercettati sul sito web che venuti a contatto con il brand all’interno dei punti vendita fisici), Maxi Sport ha scelto l’email marketing come strumento chiave grazie alle soluzioni fornite da MailUp.

Parole chiave: annullare le distanze e personalizzare il messaggio

Obiettivo: creare un canale di comunicazione uno-a-uno con ciascun utente, facendolo sentire parte di un flusso unico che annulli le distanze tra online e offline. Per far questo, Maxi Sport raccoglie preferenze, attività e informazioni anagrafiche degli utenti, e grazie agli strumenti offerti da MailUp profila e segmenta la base clienti per ottimizzare la comunicazione con ciascuno. Un esempio su tutti: per la medesima offerta, ora Maxi Sport può declinare la call to action in Acquista online (se l’utente proviene dall’ambiente web) o Scopri in store (se il cliente preferisce l’esperienza in negozio).

maxi-sport-case-study-mailup-screenshotok

 

Inoltre, grazie a SMTP+ e all’integrazione con Magento, Maxi Sport ha potuto implementare funzionalità innovative che avvertono tempestivamente l’utente della disponibilità di prodotti precedentemente in arrivo. Raggiungere i clienti con messaggi su misura (con nome e cognome), basati su un’esplicita necessità e dal timing perfetto: una strategia che ha portato i tassi di conversione a +400% e il bounce post-clic a ridursi significativamente.

Vuoi scoprire i risultati raggiunti da Maxi Sport con MailUp?
Leggi tutto il case study!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Email & Automation per il Retail: il white paper dedicato ai negozi

Ti presentiamo il nuovo contenuto verticale ritagliato sulle esigenze (presenti e future) degli store fisici: un percorso formativo tra strumenti e spunti strategici per portare ...

Continua a leggere

4 errori fatali nella gestione delle immagini (e come risolverli)

Le email sono come iceberg: spesso concentriamo tutte le energie nel creare gli elementi principali (come CTA, testi, oggetto, qualità delle immagini) e dimentichiamo di ...

Continua a leggere

Tutorial: come personalizzare le immagini delle email per ciascun utente

Personalizzare le comunicazioni, oggi, significa anche utilizzare contenuti dinamici. Basta dare un occhio alla propria casella inbox per rendersi conto di quanti messaggi riceviamo ogni ...

Continua a leggere

Gmail taglia i messaggi? 4 modi per evitarlo

Progettare una campagna via email perfetta è impegnativo: bisogna curare molti elementi, dal contenuto visivo al testo, fino all’oggetto e all’invito ad agire. Nel corso della meticolosa ...

Continua a leggere

HTML e CSS: guida introduttiva

Non serve essere programmatori per creare email che funzionino... ma qualche nozione aiuta. Oggi entriamo nell'universo di HTML e CSS, svelandone le caratteristiche base per ...

Continua a leggere

“Compra ora” o “Scopri di più”? Come fare A/B test sulla call-to-action

I bottoni sono da sempre usati dall’uomo per interagire con il mondo fisico. Nella vita di tutti i giorni schiacciamo bottoni per accendere il pc, ...

Continua a leggere