La voce di un brand, oggi e negli anni a venire, risuona nel web. Basti un dato: secondo una recente indagine di mercato condotta da Doxa, l’internet advertising in Italia toccherà i 2,4 miliardi di euro di investimenti nel 2016.

Con il ritorno alla ribalta del content marketing, la competizione non riguarda più solo la qualità di un testo, ma anche il suo posizionamento nelle gerarchie dei motori di ricerca. È qui che entrano in gioco due celebri acronimi del digital marketing: SEO e SEM, attività distinte ma complementari, fondamentali per valorizzare gli investimenti e la creatività dei contenuti.

In questo blog post ti accompagniamo in una panoramica che permetta di comprendere i benefici di una strategia integrata di SEO e SEM. Con l’occasione ne approfittiamo per offrirti uno sconto del 10% sul corso in SEO & SEM strategy di Ninja Marketing: un percorso formativo per apprendere strategie e strumenti imprescindibili ed essere raggiunti da clienti e prospect.

 

L'internet advertising nel 2015.

Fonte: www.doxa.it

SEO e SEM: i punti di contatto

Le attività di SEO (search engine optimization) sono volte a ottenere la migliore rilevazione, analisi e lettura di un contenuto web da parte dei motori di ricerca, con l’obiettivo di migliorarne o preservarne un buon piazzamento.

SEM (search engine marketing) comprende invece tutte le attività volte a generare traffico qualificato verso un determinato sito web o uno specifico contenuto, tramite una o più parole chiave. Da non appiattire alla creazione di campagne AdWords, il SEM potrebbe essere definito come la campana di vetro che tiene insieme SEA (search engine advertising), SMO (social media optimization) e SEO.

Il motore di ricerca è il primo punto di contatto tra SEO e SEM, il terreno di gioco comune. Le due attività focalizzano le proprie strategie sullo stesso obiettivo: dare visibilità ai contenuti digitali nella SERP (search engine results page).

Le parole chiave sono i contrassegni, veri centri di gravità che spingono uno verso l’altro i naviganti e i contenuti online. Sia per le attività di SEM che per quelle di SEM, la ricerca di keyword rilevanti e coerenti risulta di fondamentale importanza per ottimizzare creatività e investimenti.

Sia il SEO che il SEM richiedono un’attenta programmazione, grazie a un piano editoriale ragionato che fissi date e successione delle pubblicazioni, consentendo ai brand di pianificare il lavoro e dando agli utenti una visione di insieme: il piano editoriale dà vita a una narrazione, scandita per puntate, capace di sviluppare un discorso con il proprio pubblico.

SEO e SEM, per dare credibilità e visibilità ai contenuti

Benefici di posizionamento, immediati e di lungo raggio. A questo mira l’integrazione di SEO  e SEM, una doppia spinta capace di valorizzare il potenziale e i risultati di una e dell’altra.

Da una parte la credibilità e l’attendibilità dei contenuti agli occhi dei motori di ricerca, dall’altra l’esposizione a ridosso della pubblicazione. Le attività di SEO sono orientate al lungo periodo, il complesso delle attività SEM sul breve periodo, grazie a risorse investite nell’immediato.

L’ottimizzazione dei contenuti sui motori di ricerca è un processo lungo, con variabili che possono portare alla revisione di quanto già fatto. I cambi di approccio di Google rappresentano gli esempi più significativi di questo lavoro soggetto a modifiche e slittamenti di prospettiva. L’ultima occasione si è presentata in occasione del passaggio da parte del colosso di Mountain View da un approccio quantitativo a uno qualitativo nell’analisi di una pagina web: l’ottimizzazione condotta in precedenza su un contenuto si è così rivelata controproducente e, allo stesso modo, alcune parole chiave hanno perso la loro rilevanza. Il risultato? Un tracollo nei risultati di ricerca.

Una volta sfilato il tappeto da sotto i loro piedi, i brand hanno dovuto (ri)ottimizzare un’ingente mole di contenuti, relativi a ogni faccia del grande dado della comunicazione online: pagine del sito, blog post o il catalogo di un e-commerce.

Un occhio puntato sui motori di ricerca, l’altro sui lettori. Questo è il mestiere del SEO, teso a valorizzare tutti i contenuti online, che siano in progress, datati o segnati come prossime tappe del calendario editoriale.

Se il SEO ricerca la credibilità agli occhi dei motori di ricerca, il SEM vuole dare ai contenuti la massima esposizione a ridosso della pubblicazione, generando e rinnovando il traffico alle pagine di un brand. Questo è il punto di intersezione tra SEO e SEM: creare un canale preferenziale, accessibile e subito reperibile, attraverso cui far passare il traffico degli utenti.

Ecco perché una strategia integrata di SEO e SEM rappresenta l’abc del digital marketing: per ottenere risultati bisogna necessariamente essere credibili e popolari allo stesso tempo.

Whitepaper di email design

A lezione di SEO & SEM strategy

MailUp, in collaborazione con Ninja Academy, ti offre la possibilità di apprendere strategie, strumenti e skill imprescindibili per essere raggiunti da clienti e prospect di qualità. Iscriviti al Corso Online in SEO & SEM strategy, MailUp ti regala un esclusivo sconto del 10%. Insieme ai docenti di Ninja Academy imparerai a:

  • portare traffico di qualità al tuo sito, migliorando il business;
  • gestire il budget dedicato in ambito SEO & SEM;
  • integrare gli strumenti SEO & SEM e il content marketing;
  • costruire la struttura delle campagne inbound;
  • ottimizzare un account AdWords e scrivere annunci AdWords efficaci;
  • tracciare le conversioni sul sito di atterraggio;
  • adottare tecniche di scrittura che aumentano la visibilità del tuo sito;
  • massimizzare le conversioni grazie alla giusta organizzazione dei contenuti.

Ti diamo appuntamento al prossimo blog post, per accompagnarti tra i fondamentali e gli aspetti chiave delle attività di digital PR.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

MailUp Video Academy: la scuola online dove imparare il Digital Marketing

Sai che c’è un luogo dove imparare dalla voce dei professionisti più affermati? Email Marketing, Email Design e molto altro: devi solo scegliere cosa approfondire. ...

Continua a leggere

Instagram per branding: pro e contro di avere un account privato

Ci sono molte ragioni per cui le aziende optano per account Instagram privati: dalla protezione dei dati al raggio d'azione, dai follower fino al tasso ...

Continua a leggere

Content Marketing tra presente e futuro: tutti i numeri da conoscere

Facciamo il punto su come viene percepito il contenuto dalle aziende, tra efficacia, investimenti, canali di trasmissione e scenari avanzati aperti dalla content intelligence. Dal primo ...

Continua a leggere

Formazione Digital Marketing: 8 risorse da conoscere

Fare Digital Marketing non è più prerogativa di pochi professionisti esperti: è oggi il nuovo standard nel gestire il brand, costruire relazioni con i ...

Continua a leggere

Content Marketing per le aziende SaaS: 11 step verso il successo

Una solida strategia di Content Marketing è essenziale per tutte le aziende - ma soprattutto per chi opera nel settore SaaS. Scopriamo le 11 attività ...

Continua a leggere

Influencer Marketing, +131% gli investimenti: tutto quello che devi sapere per la tua strategia

In Italia catalizza ormai l’8% degli investimenti digitali. Vediamo il giro d’affari dell’Influencer Marketing, un po’ di storia, i vantaggi e alcuni consigli per individuare ...

Continua a leggere