Un anno di attività di mailing analizzato e scomposto parametro per parametro, per scoprire quali sono davvero gli elementi che fanno la differenza nel determinare il successo di una campagna email. Questa è la missione che MailUp si è posta insieme al laboratorio webatelier.net dell’Università della Svizzera italiana, in uno studio (disponibile qui nella versione completa) che ha preso in considerazione le email B2C della catena alberghiera B&B Hotels, per scoprire se esiste una relazione tra la struttura e le performance delle email.

Con questo nuovo case study ci soffermiamo in modo specifico sulle best practice dell’email marketing per il settore del turismo, dove uno degli obiettivi di marketing principali è la retention dei clienti acquisiti.

Leggi tutto il case study e scopri i risultati ottenuti da B&B Hotels con MailUp

Perché uno studio dedicato al settore del turismo e degli hotel? Perché in questo comparto l’email è il terzo strumento di marketing più utilizzato per rispondere alla sfida della customer retention, considerata dalle aziende anche più importante dell’acquisizione di nuovi clienti (Ting, 2012). Saper estendere i momenti di contatto al di là del periodo di soggiorno è il passo propedeutico necessario alla ripetizione della prenotazione.

I dati dell’Osservatorio Statistico 2016 mostrano inoltre come le performance delle campagne email di questo settore non brillino per eccellenza: segno ulteriore della necessità di fornire linee guida specifiche per chi si occupa di marketing nel turismo. Tramite l’analisi di oggetto, contenuto e immagini delle email, lo studio ha portato a individuare gli elementi determinanti nel favorire i tassi di apertura e di clic, e a trarne delle best practice generali per il settore del turismo.

B&B Hotels è una catena alberghiera nata in Francia nel 1990 e da allora cresciuta fino a presidiare 6 Paesi europei e Marocco, per un totale di 358 hotel. L’analisi delle performance delle sue email lungo tutto il 2015 ha portato a individuare gli elementi del subject che comportano maggiori aperture, il layout interno vincente in termini di tasso di clic e altri elementi che influenzano l’andamento degli indicatori presi in considerazione.

I risultati sono disponibili qui: buona lettura!

Case study B&B Hotels banner

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Email Blacklist: breve guida per capire cos’è e come starne alla larga

Dalle spam trap alle segnalazioni dei tuoi stessi contatti. Facciamo luce tra i luoghi oscuri delle liste nere e vediamo quali azioni e strumenti ti ...

Continua a leggere

È online l’Osservatorio Statistico 2020: ecco come sono andati 12 mesi di invii

L’analisi approfondita di quasi 14 miliardi di email, in comodi report con cui comprendere l’andamento di newsletter, DEM, settori commerciali e timing di invio mensile ...

Continua a leggere

L’Email Marketing nelle settimane dell’emergenza: il nostro studio e alcune raccomandazioni

Se è vero che in questi giorni l’engagement di alcune email potrebbe conoscere un netto miglioramento, è altrettanto vero che un messaggio sbagliato potrebbe creare ...

Continua a leggere

Automation, razionalizzazione e personalizzazione: il caso di BPER Banca

Andare oltre l’invio automatico: fare automation come si deve significa capire le esigenze dei clienti e offrire un’esperienza personalizzata e coerente. In questo post raccontiamo ...

Continua a leggere

Come misurare l’engagement nell’Email Marketing

Il grado di coinvolgimento dei destinatari è una metrica tangibile e analizzabile. Vediamo come misurare l'engagement (a livello di campagna e strategia) e gli strumenti ...

Continua a leggere

Emoji & Email: le novità dal mondo, l’impatto sui clic e l’ottimizzazione per screen reader

Dalle nuove emoji in arrivo alla loro effettiva efficacia nell’oggetto e nel corpo delle email, fino ad alcuni accorgimenti per ottimizzarne la fruizione da screen ...

Continua a leggere