10 min

C’è un luogo che frequentiamo sempre più spesso, sconfinato e a portata di mano, capace di catalizzare la nostra attenzione per oltre due ore al giorno: il mobile, una dimensione che stiamo assimilando al nostro quotidiano, tanto da mutarne abitudini e gesti, in grado di spalancare ai brand nuove prospettive per coinvolgere i clienti, coltivare la relazione e rendere ancora più intimo il sentiero del customer journey.

Per questo, a pochi mesi dalla serie dedicata alla riforma europea sulla privacy, siamo felici di presentarti un nuovo capitolo di MailUp Video Academy interamente dedicato al mobile marketing.

Docenti d’eccezione, Gianluca Diegoli e Marco Brambilla, tra i maggiori esperti di digital marketing in Italia, freschi di pubblicazione del libro Mobile marketing. Nuove relazioni, nuovi clienti (Hoepli, 2016). In cinque puntate, ti accompagniamo tra i temi fondamentali e le best best practice di mobile marketing: dalla teoria dei micromomenti alla progettazione delle interfacce conversazionali. Te li presentiamo oggi, in intervista doppia, per farteli conoscere e darti un assaggio della Video Academy.

Mobile marketing, i numeri dell’ascesa 

Essere su internet non basta più, le nuove sfide dei brand passano per il mobile. Nel 2021 gli smartphone nel mondo saranno 6,3 miliardi – come riporta l’Ericsson Mobility Report –, il doppio degli attuali 3,4 miliardi. Gli anni ’20 del nuovo millennio ci restituiranno un mondo ultraconnesso, in cui basterà un tocco sullo schermo per accedere a un orizzonte sconfinato di informazioni, contenuti e offerte. Su questo terreno si giocherà la competizione sul mercato, le possibilità di un brand di emergere e affermarsi.

Come si stanno muovendo le aziende davanti a questo radicale mutamento? Secondo l’ultima edizione del The CMO Survey (agosto, 2016), la spesa stimata collegata ad attività di mobile marketing è destinata a incrementare del 118% nei prossimi tre anni, sia nelle strategie B2C sia in quelle B2B.

mobile-marketing-mailup-budget

Una fiducia giustificata, che per dare i suoi frutti richiede profonda conoscenza della tecnologia e sensibilità nel piegare le caratteristiche del supporto alle esigenze del brand. La nuova Video Academy nasce proprio con questo obiettivo, quello di introdurti tra le peculiarità del canale, per aiutarti a mettere a punto un ecosistema mobile efficace.

Il piano dell’opera 

#1 La zona di relazione in un ecosistema mobile
#2 I micromomenti: come cambia il customer journey
#3 I touchpoint e il marketing di prossimità
#4 Progettazione e interfacce conversazionali
#5 Le attività di lancio e quelle di misurazione

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Nuova Video Academy: Email & E-commerce con Giovanni Cappellotto

Chi lavora nel mondo e-commerce lo sa bene: il canale Email è il pilastro su cui poggia l'acquisizione del traffico allo store - e molto ...

Continua a leggere

Guida completa per l’ottimizzazione dei meta titoli e delle meta descrizioni

Backlink, design e sconti non hanno nessun valore se il potenziale cliente non visita mai la tua pagina! Ecco una guida per piegare a tuo ...

Continua a leggere

San Valentino: il punto sul mercato e 5 idee di segmentazione

In vista delle opportunità di vendita del 14 febbraio, abbiamo analizzato come si comportano gli italiani (+50% della spesa in tre anni) ed esplorato la ...

Continua a leggere

Digital Marketing e PMI: intervista a Miriam Bertoli

Per le PMI, qual è la chiave per integrare, praticamente, “digitale” e “non digitale”? E per avere successo nel 2019? L'abbiamo chiesto a Miriam Bertoli, ...

Continua a leggere

Anno nuovo, mindset nuovo: come migliorare le capacità di leadership

Dalla guida di un team all'esecuzione di strategie di marketing, avere ottime capacità di leadership è un requisito importantissimo. Oggi scopriamo 5 skill da sviluppare ...

Continua a leggere

Omnichannel e aziende italiane: a che punto siamo?

Il recente studio pubblicato dall’Osservatorio Omnichannel Customer Experience, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, ha fatto luce sui clienti multicanale (+3,8 milioni ...

Continua a leggere