Non perderti una notizia!

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Sì, voglio ricevere aggiornamenti sulla formazione e sugli eventi di MailUp.
Ricevi aggiornamenti
su Messenger
5 min
  • 1

Marketing di relazione: è questa la parola chiave che orienterà sempre più lo scambio tra brand e clienti. Oltrepassando l’attuale stato di saturazione, per il marketing si apre un nuovo orizzonte basato sul concetto di “interazione”, cioè su comportamenti e momenti della vita delle persone.

Video riservato agli iscritti.

Partecipa anche tu al video corso, è gratuito!

iscriviti subito

Un nuovo approccio possibile solo tramite il consenso accordato dagli utenti all’utilizzo dei loro dati:  questa è la sfida centrale del mobile marketing. Un tema fresco di riforma europea, che MailUp ha analizzato nella precedente serie di Video Academy, mettendone in luce le novità sostanziali per i marketer.

Qual è il principio base del marketing di relazione? La rilevanza per l’utente: solo se gli viene offerta utilità, l’utente cede all’azienda i propri dati, per ricevere comunicazioni che incontrano i suoi interessi ed esigenze.

Il mobile non è un dispositivo radicalmente diverso dalla TV in salotto. È il device che serve per vivere, in ogni momento, in casa e fuori. Ogni intrusione giudicata inutile o irrilevante sarà disapprovata e respinta. I brand con presenze profittevoli nell’ecosistema mobile sanno che il valore economico si genera  attraverso un vero rapporto con le persone, offrendo utilità per poi chiedere attenzione. L’attenzione consente ai brand di accedere a un filo diretto privilegiato con il cliente e si traduce in maggiori conversioni e minori costi di customer care.

Capire l’efficacia della strategia: un modello

Come possiamo capire se la presenza mobile di un brand crei uno scambio fruttuoso con gli utenti? Abbiamo elaborato un modello, composto di tre insiemi (l’insieme utente, l’insieme tecnologia mobile e l’insieme business) che intersecandosi vanno a creare alcune aree sensibili. Ciascuna di queste aree sensibili ha un diverso grado di utilità per l’utente e di efficacia a livello di business. Nel video raccontiamo come imparare a individuare queste aree sensibili e come capire dove andare ad agire per massimizzare l’impatto di un’app.

Avere informazioni direttamente dagli utenti, 24 ore su 24, essere “presenti” esattamente nel luogo in cui il cliente usa il prodotto: una relazione così intima tra brand e consumatori non si è mai realizzata prima, a un costo così basso per la tecnologia. Ricordando però che non c’è dato e azione se non diamo utilità in cambio. Se nel momento del bisogno la app non mi è utile, non la userò più o la cancellerò: bastano pochi secondi, ancora meno che per cancellarsi da una newsletter.

Ti diamo appuntamento alla prossima puntata di MailUp Video Academy: insieme impareremo come cambia il customer journey con l’avvento dei micromomenti. Iscriviti subito per ricevere i video direttamente nella tua casella email!

Leggi anche

Le attività di lancio e quelle di misurazione

Dopo aver sviluppato un'applicazione, arriva il momento della verità: il lancio e la misurazione. Vediamo insieme come gestire queste fasi cruciali.  La fase di lancio di ...

Continua a leggere

Progettazione e interfacce conversazionali

Dopo aver disegnato una traccia di sistema mobile nella puntata #3, avventuriamoci tra i vincoli di progettazione app mobile e scopriamo cosa sono le interfacce conversazionali. Vincoli di ...

Continua a leggere

Touchpoint e marketing di prossimità

Nella precedente puntata di Video Academy abbiamo parlato dei micromomenti e del modo in cui influiscono sul customer journey. Ora è arrivato il momento di definire ...

Continua a leggere

I micromomenti: come cambia il customer journey

Dopo avervi presentato nella prima puntata di Video Academy la nuova frontiera del marketing di relazione, oggi tracciamo una panoramica sui cambiamenti che hanno investito ...

Continua a leggere

Il mobile marketing spiegato da MailUp: 5 puntate per mettere a punto la tua strategia

C’è un luogo che frequentiamo sempre più spesso, sconfinato e a portata di mano, capace di catalizzare la nostra attenzione per oltre due ore al ...

Continua a leggere