31 ottobre: torna Halloween, la notte più spaventosa dell’anno! Per i brand, si tratta di un’occasione unica per variare il tono delle proprie comunicazioni e veicolare promozioni ad hoc. Scopriamo insieme sette esempi di campagne email Halloween, freschi freschi dalla inbox di questa mattina.

Email Halloween: idee e best practice

Forse anche più che a Carnevale, ad Halloween tutto è concesso. Di origine gaelica, la festività che precede il giorno di Ognissanti è da diversi anni assai popolare anche in Italia. Il tema? Zucche, fantasmi, case degli spiriti. Cavalcare l’onda per un giorno può avere risvolti positivi per i brand, sia e-commerce che non: fornisce un appiglio invitante per promozioni flash in grado di portare a conversioni in più.

Gli elementi con cui giocare nelle email Halloween sono diversi:

  • Oggetto: Divertiti a creare un oggetto “da paura”, inserendo anche simboli ed emoji a tema
  • Copy interno: Dai forma a un copy d’impatto, con frequenti giochi di parole
  • Grafiche e visual: Trai ispirazione dagli elementi iconografici tipici come zucche e ragnatele, e affidati alla palette colori che va dai toni più dark ai classici arancioni e rossi

1. Coccinelle

Oggetto: All treats, no tricks! Non perdere gli ultimi giorni di promozione

Il brand italiano di pelletteria Coccinelle si affida a un visual di grande impatto, che gioca graficamente con una versione bon-ton della classica zucca. Il font è quello scelto dall’azienda per tutte le comunicazioni, e viene ripreso nel secondo blocco di immagini. Il subject rivisita il classico “Dolcetto o scherzetto?”, mentre lo sfondo arancione garantisce che l’occhio venga immediatamente catturato una volta che l’email è stata aperta.

Coccinelle email Halloween

Il tocco extra? Una bella GIF animata che richiama l’attenzione e dà brio alla composizione:

Coccinelle Halloween gif animata

2. Buru Buru

Oggetto: Nella casa della Famiglia Addams: il fascino noir e le scelte home decor per la notte di Halloween

L’e-commerce di arredamento Buru-Buru cavalca un altro tema ben presente nell’immaginario popolare: la famiglia Addams. Morticia è presentata come l’influencer della settimana a cui affidare una selezione speciale di prodotto. Un’idea divertente e a costo zero che sicuramente incarna bene lo spirito della giornata! Il messaggio gioca con i toni scuri del nero e del viola per richiamare le atmosfere gotiche di castelli e case degli spiriti.

Buru Buru email Halloween

3. Yoox

Oggetto: 👻 Entra… se hai il coraggio! -20% EXTRA solo per Halloween

Nel mondo della moda, Yoox ha creato un vero e proprio evento online legato alla notte di Halloween. Tramite una drip campaign attivata la settimana precedente, comunica una serie di sconti speciali annunciati da un tappeto rosso su cui ben si sposano il lato “da brividi” e quello glam dell’iniziativa. L’oggetto è giocato su una sfida al destinatario che invoglia ad aprire il messaggio, anche grazie all’utilizzo dell’emoji del fantasmino e alla menzione dello sconto extra.

Yoox email Halloween

4. Cortilia

Oggetto: PROMO DA PAURA! Sconto del 15% per le prime tre spese

Creata con l’editor BEE di MailUp, la DEM di Cortilia utilizza una grafica stagionale sui toni del giallo e dell’arancione per annunciare uno sconto speciale sulle prime tre spese. La tagline dell’iniziativa è “Promo da paura”, riportato sia nell’oggetto sia nella fascia superiore del messaggio: un copy sicuramente non rivoluzionario ma decisamente efficace.

Cortilia email Halloween

5. Kusmi Tea

Oggetto: L’Euphoria di Halloween è tornata! La tua miscela in omaggio

Kusmi Tea interpreta il mood di Halloween con un’email giocata su morbide nuance arancioni e su un gioco di parole divertente ed efficace. Il risultato: un effetto ben in linea con il tema della giornata, senza spingere troppo sul tasto della paura. Il focus è sulle parole: dal codice sconto HALLOWEEN al wording della call-to-action Mi sciolgo, il messaggio cavalca efficacemente l’occasione con un tono leggero e scanzonato.

Kusmi Tea email Halloween

6. Asos

Oggetto: Hey streghette, c’è il -20% su tutto!

Asos sceglie di ignorare l’intero lato grafico e visivo tipico di Halloween, e di concentrarsi su wording e promozioni a tema. Se il visual del messaggio potrebbe andare bene in qualunque momento dell’anno, il subject dà subito il tono della comunicazione appellandosi alle “streghette”. All’interno della mail, l’immancabile promozione a tema Halloween con codice sconto abbinato.

Asos email Halloween

7. LiveIntent

Oggetto: [BOO!] MWAHAHAHAHAHA!

Infine, l’esempio di una realtà internazionale B2B come il blog di LiveIntent. Un ottimo modello che mostra come sfruttare un’occasione come Halloween anche se si è un brand tecnologico e (teoricamente) poco collegato a festività di questo genere. A partire dal subject (che sfida praticamente TUTTE le regole legate alla deliverability – ne parliamo meglio qui) al tono leggero e giocoso con cui affronta gli argomenti del messaggio, non possiamo che ammirare la creatività del team LiveIntent che ha dato vita a questa email.

LiveIntent email Halloween

Email Halloween: in conclusione

Se c’è un giorno all’anno in cui è consentito giocare e sperimentare con colori, copy, grafiche e promozioni speciali, quello è Halloween. Sbizzarrisciti: anche se il tono di voce della tua azienda è di norma formale ed elevato (specialmente se B2B), i tuoi lettori accoglieranno più che volentieri un pizzico di ironia giocosa se ben contestualizzata.

Usa la creatività per dar forma a oggetto e copy interni a tema pauroso, scegli palette colore dark oppure arancioni, e inventa un gioco o un’offerta in linea con lo spirito della giornata. Prendi esempio dai grandi e-commerce e ricorda: c’è sempre tempo, domani, per rientrare nei ranghi!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Nozioni base per sviluppare email HTML responsive

Come in una costruzione, occorrono solide fondamenta: oggi vediamo le operazioni per gettare le basi delle tue campagne, garantendo la corretta visualizzazione sui vari client ...

Continua a leggere

Il ciclo di vita nell’Email Marketing: come estenderlo migliorando l’engagement

Nessun rapporto è per sempre, soprattutto tra aziende e clienti. Nell’Email Marketing il fattore chiave del ciclo di vita è l’engagement: scopriamo le sue metriche, ...

Continua a leggere

Nel futuro dell’Email Marketing: in Gmail arrivano le email “navigabili”

Grazie all’AMP, i brand ora possono lanciare campagne interattive dove il destinatario può sfogliare cataloghi di prodotti, prenotare viaggi e molto altro, senza lasciare l’email. ...

Continua a leggere

5 segreti per email ad alta conversione

Dall'oggetto alle tempistiche, dalla psicologia al pubblico, e altro ancora. Ecco 5 suggerimenti per lanciare campagne di grande rendimento, rispettando le aspettative e inviando esattamente ...

Continua a leggere

Coerenza e consistenza del brand: cosa sono e come applicarle alle tue email

Per il 41% dei consumatori sono fattori più importanti dell'autenticità e della trasparenza. Vediamo come dare alla tua strategia di Email Marketing una solida brand ...

Continua a leggere

Osservatorio Statistico 2019: numeri, grafici e benchmark di un anno di Email Marketing

Lavorando su un bacino di 13 miliardi di email inviate da oltre 11.000 clienti, l’Osservatorio offre report approfonditi dedicati ai risultati di newsletter, DEM, settori ...

Continua a leggere