In un nuovo white paper, tutto il know-how di MailUp al servizio delle organizzazioni no profit: consigli e best practice per coinvolgere, fidelizzare e coltivare la relazione con donatori potenziali, occasionali e regolari.

L’email, per il suo elevato grado di personalizzazione, rappresenta per le organizzazioni no profit un fondamentale canale per comunicare con i propri iscritti, che siano donatori regolari, occasionali o solo potenziali. Non a caso il volume di invii degli enti è in costante crescita, in Italia come all’estero: tra newsletter, appelli di raccolta fondi e email di ringraziamento, in media ciascuna organizzazione ha inviato 49 email nel 2015 (The 2016 M+R Benchmarks Study).

Scarica il white paper Email e SMS per il settore Onlus & No profit

Il movente di questa crescita è noto: l’email è il canale con il ROI più elevato. Ogni 1.000 messaggi inviati nel 2015, il ritorno in donazioni è stato di 44 dollari (The 2016 M+R Benchmarks Study). Come le email, anche gli SMS si rivelano fondamentali per coltivare la relazione con i sostenitori e raccogliere donazioni: secondo le stime di Vita, nel 2014 gli SMS sono stati responsabili della raccolta di 31,2 milioni di euro.

Due canali decisivi per raggiungere quattro grandi obiettivi:

  • Brand Awareness
  • Coinvolgimento ed engagement
  • Acquisizione di nuovi donatori
  • Mantenimento della relazione con i donatori regolari.

Nel nuovo white paper ti spieghiamo come sfruttare al meglio il potenziale di email e SMS marketing, per renderli strategici e coltivare la relazione con ciascun destinatario, in un rapporto uno a uno.

Dalle campagne di donazione agli SMS Inbound

Entreremo nel dettaglio delle fondamentali attività di email e SMS marketing: raccolta contatti, segmentazione, creazione, invio e analisi – ciascuna accompagnata da consigli, strumenti ed esempi pratici. Un percorso di apprendimento e aggiornamento a cui abbiamo affiancato alcune proposte di campagne, oltre a una sezione dedicata alle best practice per il copy e il design delle email.

Sapevi che il settore no profit ha i tassi di apertura e clic più elevati del mercato (39% di OR e 23% di CTOR)? E che il 29% del totale delle donazioni passa per il canale SMS?

Case study: MSF e Amnesty International

Una volta appresi i presupposti teorici, è il momento di passare alla pratica. Quali sono le strategie reali messe in atto dagli enti no profit? Lo abbiamo chiesto ad Amnesty International e Medici Senza Frontiere, due giganti che operano sul fronte umanitario a livello globale. Dall’importanza della segmentazione alla necessità di follow-up mirati: tutte le best practice in due case study.

Scarica il white paper

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

La gestione dei disiscritti: come creare il tuo flusso con Database Building

Abbiamo messo nero su bianco i 5 step per configurare il tipo di opt-out, le pagine di post-disiscrizione, il Centro preferenze e il footer delle ...

Continua a leggere

Come creare il flusso di onboarding per il canale email: dall’iscrizione al benvenuto

Ti guidiamo, passo passo, alla creazione di form, pagine e email con cui gestire l’iscrizione di nuovi destinatari al tuo database, dandogli il benvenuto e ...

Continua a leggere

Vuoi profilare bene? Impara a raccogliere i dati

Da dove partire per profilare le email? Dalla raccolta di informazioni utili sui destinatari. Vediamo allora le possibilità a disposizione delle aziende: profilazione unica, progressiva, ...

Continua a leggere

Zero bounce, 100% recapito. Utopia? No, realtà

Hard bounce. Filtri antispam. Delivery rate. Deliverability. Alzi la mano chi, occupandosi di Email Marketing, non si è mai trovato a fronteggiare queste tematiche in ...

Continua a leggere

Visualizzazione delle email tra i client di posta: sfide e soluzioni

Come brand che sfrutta l'Email Marketing, devi assicurarti che le email vengano visualizzate dai destinatari esattamente come lo hai immaginato. La maggior parte delle email ...

Continua a leggere

6 consigli per dare il boost alle strategie del 2019

Dalla sperimentazione di nuovi canali alle triggering headline, fino alle email interattive. I nostri suggerimenti per iniziare l’anno con il piede giusto, rinfrescando la propria strategia ...

Continua a leggere