Non perderti una notizia!

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novitĂ  di email e SMS marketing.

Sì, voglio ricevere aggiornamenti sulla formazione e sugli eventi di MailUp.
Ricevi aggiornamenti
su Messenger
3 min.
  • 29

Social, blog, video, podcast: quali strumenti utilizzare a seconda del pubblico di riferimento.

Video riservato agli iscritti.

Partecipa anche tu al video corso, è gratuito!

iscriviti subito

Nella precedente puntata con Francesco De Nobili abbiamo parlato della definizione del pubblico all’interno di una strategia di Content Marketing, chiamando in causa tecniche e luoghi (digitali e fisici) per intercettarlo. Oggi torniamo invece al contenuto, quell’insieme di significati e messaggi che consentono alle aziende di attrarre nuovi interlocutori e migliorare la percezione del brand.

Prima di cominciare, è necessaria una premessa tutt’altro che scontata. Che sia un blog post, un ebook o una strategia di video content, è di fondamentale importanza che il prodotto risulti:  

  • Informativo
  • Di qualitĂ 

Il potenziale di condivisione dei social

I social network consentono alle aziende di instaurare un dialogo quotidiano con le persone, creando un’affinità di linguaggio e di registro. Il potenziale di diffusione di un contenuto sui social è elevatissimo, a patto che si osservi il profilo del destinatario e la comunicazione si intoni ai suoi interessi e alle sue attitudini di fruizione.

Quanto alle fasce di età, se Facebook rappresenta la piattaforma più stratificata al suo interno, il 42,6% degli utenti Snapchat in Italia è sotto i 18 anni, e il 31% è compreso tra i 18 e 24. Facendo un rapido calcolo, scopriamo che oltre il 70% di chi utilizza Snapchat è under 24. Dati che non possono essere trascurati nella scelta del canale con cui veicolare i contenuti. Ecco un grafico di SmartInsight che illustra le fasce di età degli utenti per ciascuna piattaforma social:

Gli utenti attivi dei social suddivisi per fasce di etĂ 

Blog post giornalieri o contenuti approfonditi?

Con De Nobili parleremo poi di quel livello di contenuto ospitato all’interno del sito, il blog, che può essere distinto in due categorie: da una parte il blog aziendale, dall’altro il blog trasversale o multiargomento. Se il primo ha uno stretto legame con i servizi e i prodotti offerti dal brand, il secondo – spiega De Nobili – spazia su argomenti più ampi e consente di innescare strategie di remarketing per rincorrere l’utente.

Oltre alla pubblicazione settimanale di blog post (giornaliera, per i brand più prolifici), esiste una produzione di Content Marketing di più ampio respiro: parliamo di quella galassia di ebook, guide e white paper che consente alle aziende di fornire veri e propri studi, report e percorsi di apprendimento (a mo’ di esempio, qui puoi trovare i nostri).
Contenuti di utilità e interesse che possono anche essere ospitati negli ebook store, così da dare al testo una vetrina, permettere il download (gratuito o a pagamento) e moltiplicarne il potenziale di diffusione. Se non conoscete store online, insieme a De Nobili ti sapremo dare un prezioso consiglio.

Audio e video: đź”›

Immediatezza e incisività. Sono le doti del contenuto video, un formato sempre più in ascesa, a discapito delle produzioni testuali. Uno studio di Aberdeen ha fatto emergere come i brand che utilizzano i video incrementano i propri ricavi 49% più velocemente delle aziende che non ne fanno uso; Cisco invece si è concentrato sul traffico, calcolando che il video advertising nel 2017 concentrerà su di sé il 69% del traffico dedicato ai consumatori.

Il Video Content è uno strumento efficacissimo a patto che venga sempre conservato un approccio professionale, sia dal punto di vista delle tecniche sia da quello degli strumenti. Una realizzazione modesta non può che essere controproducente per un brand.

In seno al mondo video, i webinar: momenti di informazione e apprendimento ma anche leve fondamentali per ottenere informazioni nuove e aggiornate sul nostro utente. Ritorniamo così al futuro, a quel 2027 in cui – come abbiamo raccontato insieme a Francesco De Nobili nel teaser alla Video Academy – i dati rappresenteranno la linfa vitale di una strategia di marketing efficace e orientata sul singolo.

Nel multitasking quotidiano delle persone, c’è un altro utilissimo strumento che, grazie al marketing, sta conoscendo una seconda giovinezza: il podcast, per dare la possibilità di fruire il contenuto mentre si è impegnati in un’altra attività. Anche in questo caso, De Nobili vi consiglierà lo strumento giusto per creare i podcast e distribuirli su tutte le piattaforme possibili.

Next step: #3 Strategie e tecniche di Content Marketing

Esplorati gli strumenti per ospitare i contenuti, il 30 maggio sarà la volta di entrare nel merito delle strategie e delle tecniche di Content Marketing, per comprendere l’importanza della diversificazione per catturare le differenti tipologie di pubblico.

A martedì prossimo!

Iscriviti alla Video Academy Content Marketing

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novitĂ  di email e SMS marketing.

Leggi anche

Come integrare i contenuti?

Dal remarketing all’interazione con i CRM: come si integrano le strategie di contenuto con l’insieme di informazioni relative ai clienti e a tutte le persone che entrano ...

Continua a leggere

Informare, non solo promuovere

Come aumentare fiducia nel brand e conversioni grazie a risposte reali. Nel fitto intrico di informazioni e contenuti che caratterizza il nostro tempo, quali saranno i ...

Continua a leggere

Variare le tecniche di Content Marketing

Dallo storytelling al newsjacking, fino al vintage marketing: come variare le tecniche Content Marketing per catturare le diverse tipologie di pubblico. “Il difficile inizia ora”, parola ...

Continua a leggere

Come individuare il pubblico giusto per i tuoi contenuti

Il primo passo di una strategia efficace è definire qual è l’utente più adatto con cui parlare. Scopriamo i modi e i luoghi (sia online ...

Continua a leggere

Strategie di Content Marketing: una nuova Video Academy in 5 puntate

Ti raccontiamo il presente e il futuro – in un ipotetico 2027 – del Content Marketing, un fondamentale strumento per attrarre e coinvolgere i clienti: ...

Continua a leggere
  • Antonella Alessi

    Ciao. Il video risulta della durata di 25 minuti, mentre dura piĂą o meno 8 minuti … il resto e tutto uno sfondo nero. Magari ti torna utile la segnalazione. Buon lavoro.

  • Antonella Alessi

    manca l’accento sulla Ă© … sorry

  • Ciao Antonella, grazie mille della segnalazione. Provvediamo il prima possibile a caricare la versione corretta del video. Grazie di nuovo, buon lavoro.