Non perderti una notizia!

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Sì, voglio ricevere aggiornamenti sulla formazione e sugli eventi di MailUp.
Ricevi aggiornamenti
su Messenger
5 min.
  • 34
  • 1

Dal remarketing all’interazione con i CRM: come si integrano le strategie di contenuto con l’insieme di informazioni relative ai clienti e a tutte le persone che entrano in contatto con l’azienda?

Cosa unisce l’espressività del Content Marketing e la laconicità dei dati? Su questo (fondamentale) legame vogliamo chiudere la nostra Video Academy.  

Video riservato agli iscritti.

Partecipa anche tu al video corso, è gratuito!

iscriviti subito

Se ricordi, era proprio così che l’avevamo iniziata, quando insieme a Francesco De Nobili avevamo immaginato gli scenari del digital marketing per il 2027.  Dopo quella profezia siamo tornati indietro, e abbiamo esplorato di lungo e in largo il Content Marketing. Nel giro di quattro settimane abbiamo parlato di:

  1. Tipologie di pubblico
  2. Strumenti e canali
  3. Tecniche
  4. Temi e contenuti.

Manca solo l’ultimo passo, quello che ci porta a considerare come integrare le nostre strategie di contenuto con l’insieme di informazioni relative ai clienti e a tutte le persone che entrano in contatto con l’azienda.

Si fa un gran parlare di big data oggi, ma troppo spesso in una prospettiva di utilizzo futuro. Eppure si tratta di qualcosa di tangibile e fondamentale per le strategie attuali.

Il presente dei big data

Partiamo dalla definizione di big data, da Wikipedia:

Big data è il termine usato per descrivere una raccolta di dati così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l’estrazione di valore.

Se per parlare dei big data viene adottata l’unità di misura del zettabyte, ovvero miliardi di terabyte, ogni realtà deve lavorare sulle quantità e frequenze di informazioni che è in grado di intercettare e raccogliere.

Saper gestire e governare i big data è fondamentale: consente alle aziende di essere reattive davanti ai cambiamenti che si verificano sempre più frequentemente nei mercati e nella società. In questo contesto i big data permettono a un’impresa di conoscere in quale direzione operare, modificando la propria offerta e comprendendo i mercati in cui investire.

Consideriamo tutto questo e osserviamolo nella prospettiva del Content Marketing: significa adattare le proprie strategie di contenuto a seconda dei dati di cui siamo in possesso.

Come gestire allora questa moltitudine di informazioni?

Le parole di Francesco De Nobili

Il CRM: dall’utilizzo statico a quello dinamico

Per organizzare le informazioni di tutte le persone che entrano in contatto con la nostra realtà, esiste già uno strumento molto efficace: il CRM, una sorta di database di tutti i nostri contatti che divide il pubblico per azioni di acquisto, dati personali e altri criteri.

Il CRM opera sostanzialmente lungo quattro direttrici:

  1. Il mantenimento dei clienti acquisiti
  2. L’aumento delle relazioni con i clienti più importanti
  3. La fidelizzazione dei clienti che hanno maggiori rapporti con l’impresa
  4. La trasformazione della clientela acquisita in brand advocacy, che esprime il massimo grado di fedeltà del consumatore: sono coloro che si riconoscono nella marca, propensi dunque, oltre che a utilizzarla, anche a consigliarla ai propri conoscenti tramite passaparola.

Spesso però le aziende si servono del CRM per utilizzarlo in maniera statica, riducendolo a un mero database entro cui conservare e catalogare dati e informazioni sul cliente. Al contrario il CRM va integrato con tutte le attività: dall’Email Marketing fino, appunto, al Content Marketing.

La mole di informazioni presente nel CRM va sfruttata con l’obiettivo di individuare aree commerciali o punti di interesse sottostimati o non abbastanza presidiati dal brand. Per esempio, invitando le persone a compilare un form (collegato al CRM), possiamo scoprire su cosa ricade l’attenzione dei clienti acquisiti e potenziali.

Ti ricordi quando parlavamo di acquisto predittivo anticipato? Proprio conoscendo quale prodotto e servizio o area di interesse intercetta l’attenzione delle persone possiamo sviluppare una strategia di Content Marketing che porti bisogni e inclinazioni a esprimersi in modo compiuto.

Insieme a Francesco De Nobili tradurremo la teoria nella pratica, fornendoti un ottimo esempio di come calibrare un prodotto di Content Marketing sulla base delle informazioni raccolte nel CRM. In fondo, cos’è il content marketing se non uno strumento con cui coltivare la relazione con le persone offrendo loro valore, utilità e risposte adeguate a delle esigenze specifiche?

Content + Dati = Marketing Automation

Se l’integrazione tra dati e Content Marketing genera prodotti editoriali che incontrano bisogni ed esigenze, quella tra dati e Email Marketing consente di recapitare quei contenuti in modo tempestivo e personalizzato.

Il primo passo da compiere è integrare il CRM con la piattaforma di invio, così da sincronizzare i dati tra clienti e destinatari e poter disporre di liste di invio pronte per l’uso. Il secondo passo porta alla Marketing Automation, quell’insieme di funzioni che, alimentandosi dei dati, consente di recapitare email e newsletter su cui far viaggiare i contenuti.

Scopri le ultime novità del catalogo integrazioni di MailUp: Vtiger CRM  e PieSync

Automation e Content andranno sempre più a braccetto, stringendo un sodalizio che permetterà di gestire la comunicazione dei brand in modo automatico e, al tempo stesso, personalizzato, per inviare messaggi ritagliati sul singolo destinatario.

Proprio sul tema della Marketing Automation si è concentrato uno dei nostri ultimi progetti di Content Marketing, un ebook che ti invitiamo a scaricare per farti capire cosa, per noi, è Content Marketing e per offrirti strategie, casi di studio e best practice per automatizzare le tue comunicazioni. Scarica l'ebook

Appuntamento al webinar

Le occasioni di apprendimento del Content Marketing non finiscono qui: il 15 giugno, insieme a Francesco De Nobili, chiuderemo il cerchio con un webinar live, durante il quale potrai chiedere consigli, chiarimenti e maggiori dettagli su tutti i temi toccati nelle 5 video puntate dedicate al Content Marketing.

Per partecipare è sufficiente iscriversi. Ti aspettiamo, a giovedì!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Informare, non solo promuovere

Come aumentare fiducia nel brand e conversioni grazie a risposte reali. Nel fitto intrico di informazioni e contenuti che caratterizza il nostro tempo, quali saranno i ...

Continua a leggere

Variare le tecniche di Content Marketing

Dallo storytelling al newsjacking, fino al vintage marketing: come variare le tecniche Content Marketing per catturare le diverse tipologie di pubblico. “Il difficile inizia ora”, parola ...

Continua a leggere

Strumenti e canali di comunicazione per il Content Marketing

Social, blog, video, podcast: quali strumenti utilizzare a seconda del pubblico di riferimento. Nella precedente puntata con Francesco De Nobili abbiamo parlato della definizione del pubblico ...

Continua a leggere

Come individuare il pubblico giusto per i tuoi contenuti

Il primo passo di una strategia efficace è definire qual è l’utente più adatto con cui parlare. Scopriamo i modi e i luoghi (sia online ...

Continua a leggere

Strategie di Content Marketing: una nuova Video Academy in 5 puntate

Ti raccontiamo il presente e il futuro – in un ipotetico 2027 – del Content Marketing, un fondamentale strumento per attrarre e coinvolgere i clienti: ...

Continua a leggere