2 min.

La nuova integrazione con Stamplay consente di mettere a punto flussi automatici a un livello avanzato, fare data mapping, creare nuove API e altro ancora.

Oggi ti presentiamo un nuovo capitolo del nostro catalogo delle integrazioni, a cui nelle ultime settimane abbiamo dato grande impulso, arricchendolo di nuovi connettori appartenenti a differenti famiglie funzionali. Nel caso te li fossi persi, ecco un breve recap:

  • Vtiger, per rendere automatica la condivisione delle informazioni sui clienti tra un sistema di Customer Relationship Management e gli strumenti di email e SMS marketing di MailUp.
  • PieSync, per sincronizzare in modo bidirezionale i dati tra MailUp e una moltitudine di altre piattaforme.
  • Passendo, per gestire le attività di email marketing e email advertising da un’unica piattaforma, ottimizzando e sincronizzando tutte le attività.

Ora è la volta del connettore MailUp-Stamplay, per creare automatismi a un livello avanzato tra tutte le tue diverse applicazioni e la piattaforma di invio, per fare data mapping, creare nuove API combinando altre API e molto altro.

Ma procediamo con ordine. Vediamo gli scenari di utilizzo di Stamplay e quelli legati alla sua integrazione con la piattaforma MailUp.

Che cos’è Stamplay

L’italianissima Stamplay è stata fondata nel 2012, con l’obiettivo di offrire le proprie soluzioni a chiunque volesse risparmiare tempo e denaro nella programmazione e integrare sistemi in cloud.

Rispondendo a una specifica esigenza di strumenti di sviluppo che vadano oltre il linguaggio HTML, la piattaforma Stamplay permette a chiunque di costruire un’applicazione in cloud utilizzando moduli predefiniti, come fossero dei mattoncini lego, grazie a un back-end semplificato e facilmente gestibile.

Più tecnicamente, Stamplay è una piattaforma di sviluppo low-code: il suo modo di lavorare è basato su un sistema IFTTT – che sta per if this, than that (se faccio una certa cosa, allora ne succede un’altra di conseguenza). Con questo servizio, chiunque può scegliere dei moduli da cui partire e poi combinarli con semplici regole.

Immediatezza e intuitività caratterizzano dunque Stamplay: non è un caso che spesso si parli della piattaforma come il lego delle API. Qualche tempo fa, era stato proprio il cofondatore Nicola Mattina a spiegare il ruolo di Stamplay: “Oggi se voglio realizzare un’applicazione, mettiamo quella di Uber, devo mettere insieme una serie di applicazioni: per esempio Google Maps, ma anche un’app per il servizio di messaggistica, una per il controllo delle attività di background ecc. ecc. In sostanza le varie app vengono assemblate come pezzi del Lego per poi produrre un’unica applicazione. Noi forniamo un tool, una sorta di collante, per assemblare al meglio tutti i pezzi di questa sorta di Lego”.

Cosa puoi fare col connettore MailUp-Stamplay

Il mondo di MailUp e quello di Stamplay entrano oggi in contatto, grazie a un nuovo connettore che permette di combinare il potenziale dei due diversi sistemi. Ecco alcune funzioni che l’integrazione ti mette a disposizione:

  • Visual workflow engine
    Per creare velocemente workflow utili ad automatizzare i tuoi processi aziendali, eliminare i ritardi nel trasferimento di informazioni tra un dipartimento e l’altro, aumentare la qualità delle informazioni.
  • Data mapping
    I sistemi utilizzano diverse convenzioni di denominazione e strutture per i loro dati che devono essere riconciliati. I flows rendono la trasformazione e il trasferimento di dati un gioco per bambini.
  • Code Block
    Se il workflow engine non basta, puoi implementare logiche avanzata usando facendo girare dei blocchi di codice Node.js sulla nostra infrastruttura.
  • API Builder
    Crea rapidamente nuove API combinando altre API: puoi raccogliere dati da diversi servizi e esporli come semplice URL.
  • Connettori a più di 80 piattaforme aziendali
    Stamplay collega qualsiasi applicazione, database o servizio a prescindere dal fatto che i dati siano in cloud oppure on-premise.

Integrare MailUp e Stamplay

Se già utilizzi MailUp, puoi ottenere l’integrazione direttamente dalla piattaforma: entra in Configurazioni > Gestione piattaforma > Integrazioni: troverai il catalogo dinamico con tutte le informazioni chiave sulle integrazioni disponibili e la possibilità di ottenere i connettori.

Se invece non hai ancora un account, puoi richiedere una prova gratuita di 30 giorni della piattaforma, per sperimentare il potenziale combinato di MailUp e Passendo.

Prova MailUp

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Jade si espande: ora puoi raccogliere contatti anche su tablet Android

Da oggi tutti, ma proprio tutti, possono raccogliere indirizzi email e numeri di telefono anche offline, direttamente da tablet, in negozio, in occasione di fiere ...

Continua a leggere

Inizia a conversare: su MailUp nasce il canale Messaging Apps

Da oggi puoi raggiungere clienti e prospect direttamente su Facebook Messenger e Telegram, comunicando promozioni, offerte e aggiornamenti sul tuo brand. Benvenuti nell’era del Marketing ...

Continua a leggere

MailUp e Blueknow: la nuova integrazione per campagne email segmentate

Dalla sinergia tra MailUp e la soluzione blueLead di Blueknow nasce una nuova integrazione, che mette a disposizione della tua piattaforma modelli e tendenze di ...

Continua a leggere

Le novità continuano: comandi di revisione email, pop-up form strategici e altro ancora

Ti presentiamo nuovi set di funzionalità con un minimo comun denominatore: rendere più agili e intuitive le operazioni in MailUp. Dai comandi Annulla e Ripeti ...

Continua a leggere

MailUp è ancora più sicura, protetta e GDPR compliant

Novità di settembre: il nuovo Centro preferenze, il reCAPTCHA invisibile nei form e l’autenticazione a due fattori per l’accesso: tre novità per rendere le operazioni ...

Continua a leggere

Osservatorio Statistico 2018: il racconto di un anno di Email Marketing

12 mesi, 12,6 miliardi di email, 10.500 utenti. Ti presentiamo  l’Osservatorio Statistico 2018, tutto quello che possono dirci numeri, grafici e variazioni percentuali. Il miglior ...

Continua a leggere