Ricevi aggiornamenti
su Messenger
4 min.

Content Marketing, landing page, Email Marketing e annunci Facebook: scopriamo il ciclo di attività e canali per attirare l’attenzione dei visitatori e trasformarli in lead e potenziali clienti. 

Per sostenere e far crescere la tua attività, la lead generation continua è un aspetto che riveste un’importanza fondamentale. Ma la verità è che molti operatori di marketing, venditori e imprenditori hanno difficoltà a generare lead per la loro attività.

Un rapporto di lead generation b2b pubblicato da Holger ha rivelato che la maggior parte degli operatori di marketing non sono soddisfatti del risultato che ottengono. Circa l’80% degli intervistati ha dichiarato che gli sforzi fatti hanno un’efficacia minima. Solo il 16% considera i propri sforzi estremamente efficaci, mentre il 4% sostiene che i propri programmi di lead generation non sono per nulla efficaci.

Il report di Holger sulla lead generation b2b

Cosa fa il 16% degli operatori di marketing che ottiene ottimi risultati che l’80% non fa? È semplice. Mette in atto una strategia di lead generation di successo. In questo post imparerai ad attirare l’attenzione dei tuoi visitatori e trasformarli in lead e potenziali clienti utilizzando quattro elementi chiave:

  1. Content Marketing
  2. Landing page
  3. Email Marketing
  4. Annunci Facebook

Iniziamo!

1. Content Marketing

Il Content Marketing sta facendo passi da gigante. Di fatto, si prevede che il suo volume crescerà fino a 300 miliardi di dollari entro il 2019. Il content marketing è una buona strategia per generare lead sia nel settore B2B che nel B2C. Ecco perché il content marketing è utilizzato dal 91% degli operatori di marketing B2B e dall’86% degli operatori di marketing B2C.

L'adozione del content nel bcb e b2c

Un’efficace strategia di content marketing è la gestione di un blog. Le piccole imprese che hanno un blog ottengono il 126% in più di crescita di lead rispetto a quelle che non lo hanno. Questo perché il 77% degli utenti di Internet legge blog. Di fatto, dopo aver letto le raccomandazioni su un blog, il 61% dei consumatori statunitensi online ha effettuato un acquisto.

Un’altra ottima strategia di content marketing è il webinar. Un sondaggio realizzato da Readytalk ha rivelato che il 62% di tutti gli operatori di marketing b2b utilizza webinar per trovare o creare lead, mentre il 49% ha dichiarato che il 20-40% degli iscritti ai webinar si è trasformato in lead di qualità e i webinar registrano una media di 42% di conversione da iscritti a partecipanti.

Altre strategie di content marketing per la generazione di lead includono white paper, report di analisti, video, webcast, presentazioni con slide, e-book e contenuti infografici.

La classifica dei tipi di content più adatti a fare lead generation

Quindi, se il Content Marketing è una strategia efficace per generare lead di qualità, quanto costa?

Il content marketing è molto economico, aspetto davvero interessante. Infatti, costa il 62% in meno rispetto al marketing tradizionale e per dollaro speso, e genera circa 3 volte più lead del marketing tradizionale.

Costi e benefici del content marketing

Le statistiche appena vista dimostrano che il Content Marketing è redditizio per generare lead di qualità per la tua azienda. Tuttavia, affinché il content marketing funzioni, devi creare contenuti di alta qualità, ottimizzati per i motori di ricerca e accattivanti per il tuo pubblico. Devi farlo regolarmente, in modo che tu possa sempre trasformare i visitatori del tuo sito web in lead realmente interessati. Scopri quali contenuti vogliono i tuoi visitatori e creali per loro.

Promuovi i tuoi contenuti ad ampio raggio per generare buoni risultati. In effetti, il content marketing è per il 20% creazione di contenuti e per l’80% promozione dei contenuti. Diamo un’occhiata a una società che ha utilizzato il content marketing per generare lead di qualità per il proprio business. Marcus Sheridan, un ragazzo che vende piscine (River Pools) ha scritto un post su un blog che ha generato oltre 2.000.000 $ di vendite.

La hompage di River Pools

2. Landing page

Quando inizi a indirizzare le persone verso il tuo blog, hai bisogno di landing page in punti strategici per raccogliere gli indirizzi email dei tuoi visitatori in modo da poterli trasformare in lead.

Sapevi che oltre il 68% delle aziende b2b utilizza landing page per generare nuovi lead per la loro attività?  Ecco l’importanza di avere una landing page sul tuo sito web.

Tuttavia, il più delle volte i visitatori non vogliono fornire il loro indirizzo email. In questo caso, puoi offrire loro risorse gratuite come e-book, report, white paper, guide, liste di controllo, ecc. Ciò li indurrà più facilmente a iscriversi alla tua mailing list.

Assicurati di utilizzare pochi campi nei moduli. Troppi campi richiedono tempo per essere compilati e questo può scoraggiare gli utenti dall’iscriversi. Sono stati effettuati esperimenti di marketing con prove su tre moduli di landing page con nove, sette e cinque campi. Il modulo con cinque campi ha superato gli altri.

Un confronto tra long e short form

Pertanto, più breve è il modulo della landing page, meglio è. Usa un titolo accattivante che attiri il pubblico.  Aggiungi immagini ed elementi che ispirino fiducia, come testimonianze, dichiarazione anti-spam, strategie di social proof, ecc. Aggiungi un CTA efficace. Usa parole persuasive come “Ora”, “Ottieni” o “Prova” per far sì che il tuo pubblico faccia clic sul pulsante.

Un esempio di un’azienda che ha generato enormi lead dalla sua landing page è Moz. Hanno creato una landing page che ha generato 1 milione di dollari. Vuoi saperne di più su questo argomento? Scopri l’anatomia della perfetta landing page.

I risultati della landing page di Moz

3. Email Marketing

Ora che hai iniziato ad attirare visitatori e a ottenere i loro indirizzi email, è ora di iniziare a “coltivarli” per trasformarli in clienti paganti. L’email marketing è molto efficace.  Ha un rendimento sugli investimenti del 4.300%. Inoltre, il 66% dei consumatori ha effettuato un acquisto online a seguito di un messaggio di email marketing, e i consumatori che ricevono offerte via email spendono il 138% in più rispetto a quelli che non le ricevono.

Alcuni dati sul mondo Email Marketing

Tuttavia, per trasformare la tua mailing list in una macchina di lead generation, devi assicurarti che le tue email siano pertinenti agli abbonati, altrimenti verranno cancellate più velocemente di quanto pensi. Questo implica che devi conoscere i tuoi abbonati e il tipo di contenuti che preferiscono. Fornisci i contenuti giusti all’abbonato giusto al momento giusto.

Scarica l'ebook

Nell’offrire contenuti pertinenti ai tuoi abbonati, potresti suddividerli in gruppi, in modo da fornire prontamente contenuti utili.  Secondo Campaign Monitor, le campagne email segmentate possono generare un aumento delle entrate del 760%.

Esegui un test A/B per migliorare la conversione. Prova nuovi formati di email, verifica nuove linee tematiche, regola i pulsanti CTA e adatta i contenuti per ottimizzare efficacemente le tue campagne email.

Assicurati che le tue email non siano troppo lunghe perché possono scoraggiare la lettura da parte dei tuoi abbonati. Rendile concise e usa CTA efficaci.

4. Annunci Facebook

Facebook è una delle reti di social media più popolari. Nel terzo trimestre del 2017, la piattaforma ha raggiunto la cifra di oltre 2,07 miliardi di utenti mensili.

La curva degli utenti di Facebook

Puoi trovare il tuo pubblico sulla piattaforma e rivolgerti direttamente a esso con il servizio di annunci lead di Facebook. La verità è che ottenere visitatori sul tuo sito web tramite il motore di ricerca o tramite Facebook non è un compito facile.  Tuttavia, con gli annunci lead di Facebook puoi specificare il tuo pubblico target, creare un annuncio e rivolgerti al pubblico. È economico, efficace e garantisce un buon ritorno sugli investimenti.

Il modulo di annunci lead di Facebook è molto facile da compilare.  È precompilato con le informazioni degli utenti, quindi non è necessario inserire i dettagli. Tutto ciò che devi fare è confermare se i dettagli sono corretti e quindi inviarlo. Ciò genera meno resistenza da parte delle persone del pubblico, dandoti la possibilità di trasformarle in lead. Puoi imparare a creare annunci lead di Facebook qui.

Un ottimo esempio di azienda che ha utilizzato gli annunci lead di Facebook per generare lead è Maserati, casa automobilistica di lusso. Hanno creato annunci lead di Facebook per vendere il loro SUV Levante appena uscito. Gli annunci lead di Facebook hanno raggiunto 4 milioni di persone su Facebook e Instagram.

Questo ha generato 21.000 contatti e sono stati venduti 127 veicoli. Di seguito è riportato l’annuncio.

L'annuncio su Facebook di MaseratiConclusioni

Ora puoi trasformare un visitatore poco attivo di un sito web in un lead realmente interessato semplicemente utilizzando le strategie di content marketing, landing page, email marketing e annunci lead di Facebook.

Ciò ti consentirà di generare continuamente lead infiniti per la tua azienda. Hai provato qualcuna delle strategie sopra elencate per generare lead per la tua azienda? Discutiamone nella sezione dei commenti.

Pss…se vuoi saperne di più sull’argomento lead generation, abbiamo creato un nutrito elenco di 101 consigli per aumentare il tuo risultato di lead generation!

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Nuova Video Academy! Il Growth Hacking in 6 puntate, con Raffaele Gaito

Il mondo dei pirati della crescita in un video-corso dedicato. Gaito ci guida tra le origini del Growth Hacking e nel suo presente, tra funnel, ...

Continua a leggere

7 tips per fare Facebook Marketing nel 2018

Nel 2018 Facebook rimane uno dei canali principali per fare marketing ma, come tutto nel mondo digital, si modifica regolarmente e ogni tanto completamente. All’inizio ...

Continua a leggere

Tutte le novità di Gmail (e gli impatti per chi fa Email Marketing)

Tra email che si autodistruggono, notifiche e alert ridisegnati, c’è una funzione che imporrà ai brand di essere sempre più rilevanti: i suggerimenti di disiscrizione. ...

Continua a leggere

E-commerce management: 5 scenari da convertire in strategia

Vediamo i trend da inseguire per semplificare i processi e stimolare l’acquisto d’impulso: dalle nuove frontiere in fatto di UX, fino ai pagamenti one-click. L’ultima fotografia ...

Continua a leggere

Il Web Marketing nel 2018: 5 trend fondamentali

Dalle app di messaging ai sistemi vocali, dal SEO ai sottogeneri di Video Marketing: vediamo quali canali e tecniche digitali implementare in questi 12 mesi. ...

Continua a leggere

7 modi infallibili per integrare Email e Social Media

Email e Social Media sono tra i canali più diffusi e remunerativi per i marketer: impossibile farne a meno. Esistono diversi modi per far interagire ...

Continua a leggere