5 min.

Abbiamo studiato le campagne email di quattro big (BuzzFeed, JetBlue, Dropbox e Rip Curl) per comprendere qual è l’elemento che ne determina il successo. Pronti a prendere appunti?

Che tu sia titolare di un’azienda locale o un’impresa digitale internazionale, gestire una mailing list è fondamentale. L’Email Marketing è, non a caso, uno degli strumenti digitali più diffusi che le aziende utilizzano per comunicare e costruire relazioni stabili con i propri potenziali clienti.

Studi dimostrano che il 73% dei millennial preferisce usare la posta elettronica per le proprie comunicazioni lavorative. Il numero di utenti di posta elettronica in tutto il mondo è in aumento e si prevede che raggiungerà 2,9 miliardi di persone entro il 2019. Le statistiche vanno avanti, ma probabilmente non aggiungono nulla alla consapevolezza dell’efficienza e dell’utilità dell’Email Marketing in contesto business.

“L’efficacia delle campagne di email marketing dipende da molti fattori. La strategia, i contenuti, la frequenza, la personalizzazione, i testi di vendita, i prodotti…questi sono solo alcuni aspetti che differenzieranno una campagna di email marketing di successo da una mediocre”

Ben Dawn, Marketing Specialist presso EssayOnTime.

Nel post di oggi abbiamo raccolto alcuni esempi eccellenti di campagne email, sfruttate da brand internazionali per generare lead, migliorare la reputazione del marchio e far salire alle stelle i ricavi. C’è tantissimo da imparare.

BuzzFeed

BuzzFeed è uno dei siti internazionali più popolari con news, cronaca, notizie di gossip, ricette, consigli per la vita di tutti i giorni e fondamentalmente tutte le cose che si tendono a condividere.

Questo brand ha una capacità incredibile di creare CTA “provocanti”, pertanto è veramente difficile non fare clic sui suoi titoli. Ecco un recente esempio di newsletter che mette bene in evidenza il loro talento provocatorio:

Buzzfeed

Come è facile notare, il brand utilizza titoli estremamente appealing che si convertiranno in numerosi clic. Inoltre, la campagna email è personalizzata, permettendo ai “genitori” di trovare solo le storie e le informazioni rilevanti. A un terzo sguardo, vedrai come BuzzFeed combina il contenuto informativo con un’offerta di vendita (ultimo paragrafo) e un CTA di follow-up che si collega alla loro pagina Facebook.

Cosa puoi imparare da questa campagna di email marketing?

  • Migliori sono le headline delle tue email, più alte saranno le prestazioni della tua campagna di email marketing.
  • Personalizza la tua mailing list e invia contenuti pertinenti a specifici gruppi di persone interessate.
  • Sfrutta immagini e risorse visive di alta qualità per migliorare il tuo CTR.
  • Includi una CTA efficace su altri contenuti pertinenti che i tuoi utenti potrebbero apprezzare. 

JetBlue

JetBlue è una compagnia aerea che ha portato l’Email Marketing a una nuova dimensione. Il brand ha escogitato un modo per differenziarsi dalle comunicazioni istituzionali della maggior parte delle compagnie aeree, facendo breccia nel cuore dei clienti con una newsletter di alta qualità. Ecco un esempio di email che mostra la loro abilità:

Jetblue

L’email è emotiva, utile e coinvolgente. Direttamente dall’intestazione, questa azienda riesce a catturare l’attenzione del lettore e a metterla a frutto in fondo all’email utilizzando un efficace pulsante call-to-action. Se presti attenzione, noterai che il testo di questa email è altamente personalizzato. Utilizza i dati sensibili che l’azienda ha raccolto in 365 giorni e li sfrutta per personalizzare l’esperienza dell’utente.

Come ti sentiresti se un’azienda si ricordasse di tutte le azioni che hai intrapreso a partire dai loro suggerimenti? Mi sentirei sorpreso e onorato!

Infine, il loro modo di mostrare il loro servizio tramite incentivo (un regalo) non può essere rifiutato dai loro clienti abituali. Biglietti aerei gratuiti? Chi non farebbe clic?

Cosa puoi imparare da questa campagna di email marketing?

  • Un’intestazione visiva interessante spingerà sempre i lettori a continuare a leggere. Se il contenuto è anche rilevante e interessante e il pulsante CTA è efficace, si tratta praticamente di un clic garantito.
  • La personalizzazione dell’email differenzia il tuo marchio dal resto. Più presti attenzione alle mosse dei clienti, memorizzi dati e personalizzi le tue campagne email, migliore sarà l’impressione che farai.
  • Ricordare ai clienti il vostro rapporto di tanto in tanto è un buon modo per migliorare la reputazione e ottenere vendite extra.
  • Offri uno sconto/coupon e segui con un pulsante CTA efficace e ben visibile.

DropBox

DropBox è una delle principali società di servizi cloud nel mercato internazionale. Se il loro servizio è ampiamente conosciuto e adottato da milioni di persone, è perché sanno davvero cosa stanno facendo.

Prima di mostrare il ​​loro esempio di campagna email, lanciamo una piccola provocazione: quanto sei infastidito dalle email inviate da aziende da cui non hai mai acquistato? Tuttavia, se un nuovo marchio o operatore di email marketing ti invia un’email, tendi a reagire positivamente.

Il tempo di ogni persona è prezioso e alcuni lo apprezzano più di altri. Per coloro che odiano le distrazioni, le email indesiderate possono essere fonte di insoddisfazione. Anche se non annulli l’iscrizione, non aprirai o farai mai clic su nessuna delle email irrilevanti.

Indovina? Dropbox ha già commesso questo errore, infastidendo i futuri clienti a causa della persuasiva strategia email dell’azienda. Tuttavia, nel tempo, il team di Dropbox è riuscito a trovare una soluzione, una via d’uscita dai problemi causati da loro stessi. Ecco come hanno fatto:

Dropbox

Se i loro clienti rimangono inattivi per un lungo periodo di tempo, DropBox ricorda loro in modo non intrusivo cosa si stanno perdendo. Iniziano con un approccio personalizzato (salutando il destinatario con il proprio nome) e continuano con una conversazione “umana”, facendo sapere alla gente che il loro servizio soffre di solitudine senza di loro. L’uso di una emoticon nota (☹) umanizza il loro approccio, facendo capire alle persone quanto siano importanti in questa equazione.

Il resto è abbastanza chiaro. Un elenco di facile lettura, un invito che include una CTA e un finale amichevoli sono sufficienti per andare a segno.

Cosa puoi imparare da questa campagna di email marketing?

  • Quando gli abbonati diventano inattivi, l’invio di un promemoria non intrusivo può aiutare a ristabilire la relazione.
  • La personalizzazione è uno dei metodi migliori per catturare l’attenzione e l’interesse dei potenziali clienti.
  • Puoi dare alla tua email un “tocco personale”, distinguendoti così dalla massa tramite l’uso di diversi approcci (“Ultimamente il tuo Dropbox si è sentito un po’ solo ☹”)
  • Mantenere la semplicità può spesso essere l’approccio migliore, indipendentemente dalle tue intenzioni. Elenchi puntati, frasi brevi e una singola call-to-action sono una buona combinazione che spesso porta a più clic.

Rip Curl

Se non hai mai sentito di parlare di Rip Curl, è un marchio di surf riconosciuto a livello mondiale e attivo dal 1969. L’obiettivo primario dell’azienda è quello di garantire la soddisfazione dei propri clienti esistenti e potenziali, offrendo contenuti, servizi e prodotti di valore reale ai surfisti interessati da tutto il mondo.

Questa azienda di successo ha già capito che la soddisfazione del cliente è una delle chiavi principali per una maggiore fidelizzazione e coinvolgimento, quindi fa sempre del suo meglio per mettere il cliente al primo posto. Anche se il loro successo non è recente, continuano a dominare il settore del surf, fornendo costantemente le novità e i prodotti più importanti in questo contesto.

Da quando hanno puntato sull’email marketing, la crescita dell’azienda è salita alle stelle. Attualmente, usano efficaci email per far crescere e coltivare il loro rapporto con i clienti, ma anche per vendere nuovi e interessanti prodotti. Ecco uno dei testi delle loro email:

Ripcurl

La loro email inizia con un messaggio chiaro e diretto che chiede all’iscritto di “Unirsi alla rivoluzione”. Considerando che si rivolgono a surfisti molto appassionati che sono sempre alla ricerca dei prodotti più recenti, questo titolo non potrebbe essere più efficace.

Inoltre, il titolo funziona come un innesco psicologico che suscita curiosità, un’emozione che i marchi di maggior successo cercano di generare per fidelizzare i propri clienti. Anche se non ho mai fatto surf in vita mia, questa email ha catturato la mia attenzione e soddisfazione.

Andando avanti, i lettori scoprono di che cosa tratta l’email (“Lancio esclusivo per gli abbonati dell’orologio SearchGPS”) e, per fortuna, si tratta di loro.

Le frasi successive si rivolgono direttamente al lettore, ricordandogli quanto l’azienda sia grata per la loro presenza e il loro interesse. L’innesco più importante su cui Rip Curl fa leva è la “tangente di esclusività”, che è fondamentalmente un incentivo per i clienti ad accaparrarsi immediatamente l’orologio senza pensarci troppo (in quanto il prodotto è esclusivo e riservato solo agli abbonati).

Dopo che sono state presentate le caratteristiche, viene inserito un grande pulsante CTA blu e audace, incoraggiando gli utenti ad agire e fare acquisti.

Cosa puoi imparare da questa campagna di email marketing?

  • La soddisfazione dell’utente viene prima di tutto, indipendentemente dal resto.
  • Un titolo forte è cruciale per il successo dell’email marketing.
  • Scatenare forti sentimenti di curiosità (e non solo) migliorerà l’efficacia della tua campagna email. L’uomo è un essere emotivo, quindi devi trattarlo allo stesso modo.
  • L’esclusività farà sentire speciali i tuoi iscritti e li spingerà a intraprendere più azioni e decisioni di acquisto.
  • Dovrebbe essere sempre presente una call-to-action efficace, indipendentemente dal tipo di email che stai inviando!

In conclusione

Imparare dal meglio è spesso il modo più semplice e veloce per essere più abili in qualcosa. Invece di reinventare la ruota, puoi studiare questi esempi di email marketing di successo e trarre ispirazione da loro.

Non fare copia e incolla: non ti porterà da nessuna parte. Piuttosto, trova un modo per sfruttare le tue conoscenze personali, le tue abilità e le risorse disponibili per creare una campagna di email marketing originale che prenda in prestito gli elementi “funzionanti” che i marchi già di successo incorporano nelle loro strategie!

Prova MailUp

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

4 modi per segmentare i destinatari e inviare email performanti

Un'email uguale per tutti inviata settimanalmente non ti darà risultati 40 volte migliori rispetto ai social media. Vediamo allora 4 diversi modi per segmentare gli ...

Continua a leggere

Email Marketing d’agosto: 6 consigli strategici e 4 trend di Email Design

Tempo di vacanze, da godersi non prima di aver impostato alcune attività: dall’automazione dei flussi alle frequenze, fino ai migliori layout da intonare alla bella ...

Continua a leggere

Come fare Email Marketing nel 2019: i must per una strategia avanzata

Il canale email conoscerà un’ulteriore espansione nei prossimi anni. Restando al di qua di scenari avveniristici, vediamo le attività imprescindibili per fare Email Marketing nell’anno ...

Continua a leggere

Segmentazione + Personalizzazione + Automation: tutto quello che puoi fare con i Filtri

Dopo averteli presentati, vediamo le attività che possono essere condotte con i nuovi filtri di MailUp, per portare la tua strategia di Email Marketing a ...

Continua a leggere

Personalizzare le email: i 2 tool fondamentali

Immagina di inviare email che si compongono automaticamente con i contenuti più in linea per ciascun destinatario. Puoi farlo: scopriamo due funzioni di personalizzazione con ...

Continua a leggere

Come ha fatto Walmart Argentina ad arricchire l’esperienza d’acquisto?

Abbiamo chiesto alla multinazionale di raccontarci come, grazie all’integrazione tra MailUp e VTEX, ha raggiunto un livello di comunicazione ultra-personalizzata per ciascuna fase del rapporto ...

Continua a leggere