A due settimane dal venerdì di fuoco, abbiamo messo nero su bianco le strategie imprescindibili per scatenare la caccia all’affare, grazie a Messaging Apps e all’Email Marketing.

Prima di tutto, quando: venerdì 23 novembre. È questa la casella del calendario in cui cade il Black Friday 2018.

Come di consueto, il venerdì nero si colloca un mesetto prima delle festività natalizie, così da permettere a moltissimi consumatori di risparmiare sugli acquisti autunnali.

A due settimane dal 23 novembre, abbiamo voluto mettere nero su bianco alcuni consigli strategici con cui i brand possono ottenere il massimo, in termini di ricavi, dalle opportunità del Black Friday 2018.

Ma prima vediamo un po’ di dati, di storia e curiosità.

Il mercato del Black Friday

Partiamo dall’inizio, e spieghiamo bene di cosa si tratta: oggi il Venerdì nero è la giornata dello shopping scontato per eccellenza: una tradizione che si celebra l’ultimo venerdì di novembre, e che vede i brand offrire sconti spesso sull’intero catalogo.

Come molti sanno, le occasioni per retailer e consumatori non si esauriscono il giorno stesso del Black Friday, ma si prolungano fino al lunedì successivo, il cosiddetto Cyber Monday.

Un periodo di corsa all’affare che, al momento, è dominato dai settori Moda ed Elettronica. I conti li ha fatti Black-Friday.sale, restituendoci un quadro del mercato:

I settori che vendono di più durante il Black Friday

Origine del nome: “un venerdì da bollino nero”

Sulla nascita negli Stati Uniti non ci sono dubbi: anni ’20, quando la catena dei negozi di Macy’s lanciò una giornata di grandi sconti per dare il via alle spese natalizie.

È sul nome che ancora ci si interroga. Pare sia un richiamo al traffico sulle strade e alla congestione nei negozi, provocati da migliaia di americani attirati dagli sconti.

Ma c’è anche chi la riconduce ai registri contabili compilati con inchiostro nero per indicare le perdite, causate dai prezzi stracciati.

Com’è andato il Black Friday l’anno scorso?

In Italia il Black Friday è esploso un paio di anni fa, ed è tuttora in espansione: nel 2017 la spesa media dei consumatori italiani durante l’evento è cresciuta del 38% rispetto all’anno precedente con una media di 100 euro.

Sempre Black-Friday.sale ci dice che a usufruire maggiormente degli sconti del Black Friday sono i consumatori di città come Roma, Milano o Torino, dove si trovano la maggior parte dei punti vendita che partecipano agli sconti.

Infine, una curiosità: Amazon l’anno scorso ha fatto un paio di conti, scoprendo che il prodotto più venduto non è uno smartphone o un capo alla moda, ma una confezione di detersivo per lavastoviglie.

I dati divulgati da Amazon sui prodotti più venduti nel Black Friday 2017
1. Finish All in One pastiglie lavastoviglie (pacco da 110)
2. Robot Roomba 650 Robot
3. Fifa 18 per Playstation 4

Passiamo ora alla strategia, e vediamo come preparare la propria strategia in vista del 23 novembre.

Insieme all’email, sperimenta un nuovo canale

Quest’anno non partiremo dall’email, ma da un nuovo canale: Messaging Apps, una nuova area funzionale della piattaforma MailUp con cui i brand possono raggiungere clienti e prospect direttamente su Facebook Messenger e Telegram. Due canali, a cui nel tempo affiancheremo tutti i più diffusi sistemi di instant messaging.

Si tratta di un canale nuovo, verso cui pochi brand possono dirsi confident nell’utilizzo a fini di marketing. In realtà è tutto molto semplice grazie a una piattaforma integrata come MailUp.

Per iniziare devi semplicemente collegare MailUp ai tuoi account Facebook Messenger o Telegram o entrambi. In MailUp troverai un ambiente da cui gestire tutte le operazioni fondamentali: creazione, invio, tracciamento.

Fai database building per il canale messaging

Ti starai chiedendo: come faccio a costruire una audience per le mie campagne di messaging? Il periodo che precede il Black Friday rappresenta il miglior momento per fare database building.

Quale incentivo migliore di una promessa di sconti eccezionali per spingere le persone a iscriversi ai tuoi canali? L’importante è segnalare bene l’occasione: puoi farlo con un visual sulla tua pagina Facebook, inserito come immagine di copertina: qualcosa che, tra grafica e copy, suoni più o meno così:

Il Black Friday si avvicina: ricevi le offerte in anteprima su Facebook Messenger
Basta inviarci un messaggio con scritto START

Ma le possibilità sono tante. Puoi:

  • Creare un pop-up form multicanale
  • Creare il pulsante sulla tua pagina Facebook
  • Incentivare l’iscrizione con un coupon
  • Creare un annuncio Messenger
  • Promuovere il tuo Messenger Code

Sono tutte tecniche che abbiamo esplorato nel nostro ebook Cosa puoi fare con Messaging Apps: dentro trovi un percorso teorico e pratico tra gli strumenti di Marketing Conversazionale.

Scarica l'ebook

Crea un piano di campagne

Prima di metterti  a creare le tue campagne per Messaging Apps, pianifica le comunicazioni, stabilendo cosa comunicare e con quali tempistiche.

Manteniamo l’idea di poco fa: inviare gli sconti in anteprima ai soli contatti di Facebook Messenger. Un possibile calendario di messaggi potrebbe essere questo:

  • Campagna teaser
    4 giorni primaUn esempio di campagna teaser su Messaging
  • Campagna di lancio
    Giovedì 22 novembreUn esempio di campagna di lancio del Black Friday

Creare queste campagne è stato semplicissimo, questione di pochi clic grazie all’editor integrato nel canale Messaging Apps di MailUp: puoi creare campagne con un look rifinito, che rispecchia la tua brand identity e che si intoni perfettamente all’estetica del Black Friday.

Le email per il Black Friday: cura nel dettaglio

Fissa un obiettivo

Partire da un obiettivo consente di focalizzare le offerte, sapere quale direzione dare alle comunicazioni, per ottenere il miglior ritorno sull’investimento.

Se con Messaging Apps non era possibile avere un termine di paragone per misurare le performance (semplicemente perché si tratta della prima strategia con questo canale), l’email permette (anzi richiede) il confronto anno su anno dei risultati delle campagne.

Per questo, prima di premere il pulsante Invia, fissa l’obiettivo, poniti un target (in termini di conversioni) per il Black Friday 2018.

Prima del 23 novembre: prepara il terreno con un teaser

Black Friday non vuol dire inviare un’email di lancio il 23 novembre e fermarsi lì. L’occasione richiede un piano un più articolato.

Dove ci si può sbizzarrire è senz’altro la parte di anticipazione, quindi i giorni prima del 23 novembre, prestando attenzione a non esagerare se non si vuole irritare i destinatari.

Come per Messaging Apps, è fondamentale generare attesa per il gran giorno. A seconda del tuo business, modula un piano di invii capace di coltivare le aspettative e imprimere il tuo nome nella ressa del 23 novembre. Quello di Apple che segue è un ottimo esempio di email teaser.

Un esempio di email teaser

Durante il Black Friday: i reminder di fine offerta

Una volta dentro i giorni del Black Friday, si tratta di ottimizzare il numero di visite e conversioni, facendo in modo di non disperdere le attenzioni che hai catturato i giorni precedenti.

Nella corsa all’affare, molti contatti potrebbero essere distratti da altri rivenditori. Per questo, mai dimenticare l’email di remind, per far convergere al tuo sito tutti i potenziali acquirenti.

Un esempio di email di remind

Dopo il Black Friday: gli extended sales!

Abbiamo visto all’inizio come diversi brand decidano di dare una coda lunga al Black Friday, estendendo il periodo di offerte oltre il sabato di novembre per, talvolta, sconfinare in  dicembre.

Necessaria allora un’email focalizzata, in grado di comunicare tutti i dettagli di un periodo di saldi continuato:

Un esempio di email di extended sale

Personalizza le tue email

Solo alcuni dati per farsi un’idea: gli oggetti personalizzati nelle email portano a un +26% di aperture, mentre le email segmentate possono comportare un incremento delle entrate del 760%.

Per questo poniamo tanto l’accento sulla personalizzazione, che può essere applicata a diversi livelli dell’email:

  • L’oggetto, personallizzabile tramite campi dinamici che inseriscono in automatico dati sul destinatario relativi a nome, sesso, indicazione geografica. A te la scelta di quali sfruttare.Le performance degli oggetti personalizzati
  • Contenuti: qui entriamo nel terreno della segmentazione, che significa indirizzare email ritagliate su interessi, storico d’acquisto e comportamento del destinatario. La segmentazione può essere fatta a monte, creando diversi cluster di email oppure all’interno del messaggio, inserendo i contenuti dinamici che adattano immagini e prodotti proposti al profilo e alle preferenze di ciascun destinatario.I risultati delle email personalizzate con i contenuti dinamici
  • Immagini dinamiche: uno strumento a metà strada tra la segmentazione e i contenuti dinamici. Essenzialmente sono immagini che vengono animate in base ai dati di ciascun destinatario – in modo completamente automatico.

Come personalizzare le immagini in base al nome dei destinatari

Sperimenta sull’email design

Se l’ottimizzazione per il mobile rappresenta la prerogativa, i margini di sperimentazione sul design dell’email sono ampi.

Non parliamo solo di immagini, copy e struttura dell’email, ma di contenuti che offrono un potenziale di coinvolgimento superiore alla media: da una parte non possiamo non citare le GIF animate, il cui dinamismo consente all’email di smarcarsi e farsi notare nel grande traffico del periodo.

Ecco un esempio di email di Black Friday animata da una GIF: è semplice quanto graziosa ed efficace.

Un ottimo esempio di email dinamizzata

Più focalizzato sull’obiettivo di vendita è invece un altro tipo di contenuto animato: il countdown, un potente strumento di storytelling visivo che aiutano a guidare verso l’azione desiderata: il clic sugli sconti prima che sia troppo tardi.

Le migliori email di Black Friday, secondo noi

Ora che ci siamo addentrati un po’ di più nel campo della creatività, chiudiamo in bellezza, con una gallery delle migliori email di questi ultimi Black Friday. Ce n’è per tutti i gusti.

Per concludere

Non resta che riversare idee, spunti e obiettivi nella pratica, in una strategia per il Black Friday che combini canale Email e Messaging Apps. Rimandandoti, per un ulteriore approfondimento, alla nostra guida Black Friday & Cyber Monday, dove trovi 8 idee per ottimizzare le Email in vista del weekend di shopping più ricco dell’anno.

Scarica la guida

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

4 super campagne di Email Marketing da cui trarre insegnamento

Abbiamo studiato le campagne email di quattro big (BuzzFeed, JetBlue, Dropbox e Rip Curl) per comprendere qual è l'elemento che ne determina il successo. Pronti ...

Continua a leggere

Dolcetto o scherzetto? 9 idee per le newsletter di Halloween

Halloween si avvicina e la casella inbox è già piena di newsletter a tema. Qui trovi 9 idee per dare un irresistibile tocco dark alle ...

Continua a leggere

Riattiva i contatti dormienti del tuo e-commerce: la strategia in 5 step

Ti spieghiamo come recuperare clienti – dunque conversioni e vendite – del tuo store online. Alla scoperta delle strategie di Email Marketing dedicate alla riattivazione ...

Continua a leggere

Nessuno apre le tue email? Inizia a lavorare sul subject

L'Email Marketing resiste con successo da oltre due decenni. In effetti, sembra che l'Email Marketing sia più forte che mai, raggiungendo un ROI medio del ...

Continua a leggere

Cosa rende un’email davvero geniale? 7 fattori

Oggetto, focus, follow-up e altro ancora. Ecco 7 indirizzi operativi per creare email geniali, efficaci e incentrate sul cliente. Ogni volta che qualcosa di nuovo arriva ...

Continua a leggere

Come Iperal ha incrementato del 30% i clic nelle email

Abbiamo chiesto alla realtà della Grande distribuzione di raccontarci come ha raggiunto performance di Email Marketing nettamente superiori alla media di settore. Nel nostro blog spesso ...

Continua a leggere