5 min.

Quanto tempo dedichi ai social media per scopi di marketing? Quante email spedisci al giorno?

Se sei come la maggior parte degli imprenditori o degli addetti al marketing, dedichi più attenzione ai social media. Instagram è molto più divertente delle email.

Ma questo implica che le email vanno trascurate? Al contrario! Nella maggior parte dei casi, l’email marketing è più efficace del marketing nei social media. Le pubblicità su Facebook possono farti ottenere dei contatti, ma non c’è nulla di più efficace dei messaggi diretti quando si tratta di mantenere questi contatti.

Nate Elliott, VP e analista principale di Forrester, consiglia di non considerare più i social media come il centro delle attività di marketing relazionale. Intervistato da Fast Company, ha dichiarato: “Se devi scegliere tra aggiungere un iscritto alla tua mailing list o ottenere un nuovo fan su Facebook, scegli sempre la mailing list“.

Se invii email a contatti che sono già predisposti a reagire, ha senso prestare maggiore attenzione a tale aspetto della relazione. Occorre considerare tutti i dettagli, come i tempi di invio, l’oggetto, il testo, l’offerta, la riga di chiusura e la firma.

L’Email Signature Marketing, in particolare, incide enormemente sull’accettazione del tuo messaggio.

Cos’è l’Email Signature Marketing?

Sappiamo già che cos’è l’email marketing: una strategia per attirare e mantenere i contatti, che alla fine vengono indirizzati nel sales funnel.

Includere la firma in questo processo è una delle tendenze di email marketing più importanti al momento. La firma è la parte del messaggio che si trova subito al di sotto della riga di chiusura. È importante per aumentare la consapevolezza del marchio semplicemente perché menziona il marchio e fornisce informazioni di contatto. È la firma che porta le persone sul tuo sito web.

Se eleverai la firma allo stato di “marketing”, questa sosterrà il tuo obiettivo di ottenere conversioni.

Come puoi utilizzare le firme delle email nella tua strategia di marketing?

Esistono alcune opportunità per unire firma, vendite e marketing:

1. Sfrutta le firme per aumentare la consapevolezza del marchio

Ecco come appare la firma di Dropbox:

È abbastanza pulita e minimal, ma è comunque evidente in fondo al messaggio. Riporta il nome e l’indirizzo dell’azienda, quindi rinfresca nella tua mente il nome “Dropbox”. Ma la firma rimanda anche al sito web.

Dropbox è un marchio ben noto, quindi non deve impegnarsi nella realizzazione di firme elaborate. Se punti ad aumentare la consapevolezza di una start-up, invece, devi fare qualcosa di più. Puoi includere il logo nella firma e anche menzionare l’attività dell’azienda.

2. Usa la firma come banner

I banner sono elementi ben evidenti. Offrono spazio alla tua creatività, così puoi condividere il messaggio più importante in modo visibile. Dai un’occhiata a questi elementi presenti in una firma in calce alle email:

Puoi utilizzare questa strategia per promuovere un’offerta speciale, il post più recente o qualsiasi altro fattore in grado di attirare persone sul tuo sito.

3. Firme speciali per ogni dipartimento

Non tutti i messaggi email provengono dal dipartimento di marketing. Alcuni sono dei proprietari di attività commerciali. Altri vengono inviati dal management o dal dipartimento di risorse umane.

Puoi utilizzare firme email univoche per distinguere tutti questi messaggi.

4. Firme email per campagne di marketing in corso

La firma può contraddistinguere la continuità della tua campagna di marketing. Hai lanciato una campagna per un prodotto specifico? Utilizzerai la stessa firma per tutti i messaggi di quella campagna. Ma quando promuovi un altro prodotto, utilizzerai un’altra firma per renderla riconoscibile.

5. Firme email per incrementare le vendite

Supponiamo che un servizio di scrittura invii un messaggio a un iscritto. Il messaggio conterrà un codice di sconto e una riga di chiusura in cui è scritto: “Richiedi assistenza qui!” La maggior parte dei destinatari non noterà il link se è nascosto nel testo. Ma se possono fare clic su una firma accompagnata dal nome del marchio, lo faranno.

Puoi utilizzare le immagini del prodotto come firma delle email. Quando il destinatario farà clic sulla firma, arriverà al prodotto che gli interessa sul tuo sito.

Suggerimenti: come sviluppare una strategia di Email Signature Marketing

Ora che sai come utilizzare le firme per migliorare la tua strategia di marketing, vediamo quali sono le migliori pratiche per le firme delle email.

  • Devi adottare una strategia coerente. Non progetterai una nuova firma per ogni messaggio. Avrai un design riconoscibile, intercambiabile a seconda dello scopo del messaggio.
  • Rendi la firma cliccabile. È un canale di marketing che attirerà le persone sul tuo sito web.
  • Includi il nome e l’indirizzo del marchio. Ecco come la firma risulta utile per una maggiore consapevolezza del marchio.
  • La firma potrebbe avere uno scopo informativo. Usala per presentare nuovi prodotti o offerte.
  • Il design deve essere perfetto. Che sia minimalista o ben elaborata, la firma deve adattarsi al design generale del messaggio e deve in ogni caso avere un bell’aspetto!

Presti sufficiente attenzione alla firma?

Le pubblicità e i post sui social media hanno una grande concorrenza. Lottano per catturare l’interesse di utenti con una bassa soglia di attenzione. Ma se qualcuno si iscrive alla tua email e apre il tuo messaggio, hai maggiori possibilità che il tuo messaggio venga “ascoltato”.

Questa è la tua occasione.

L’intero messaggio deve essere perfetto nel design, nel testo e nel contenuto. La firma ne costituisce parte integrante. Che tu ci creda o no, può generare più conversioni rispetto a una campagna sui social media. Stai facendo abbastanza per ottenere un simile risultato?

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

I vantaggi del data mapping: il caso Gexpo

In questo post passiamo in rassegna il processo di data mapping e raccontiamo la collaborazione con Gexpo S.p.a. Era il 2018 quando un collega guardandomi disse: ...

Continua a leggere

Facebook Shops: che cos’è e come ci avvicina al social commerce

Sorta di vetrine virtuali pensate per piccole e medie imprese, i Facebook Shops consentiranno agli utenti di consultare, scegliere, ordinare prodotti e servizi direttamente sulla ...

Continua a leggere

Soluzioni di intelligenza artificiale per l’e-commerce

Dal motore di ricerca orientato al cliente agli assistenti vocali, dalla gestione dell'inventario alla determinazione predittiva dei prezzi. L'e-commerce è uno dei settori più in crescita ...

Continua a leggere

La struttura delle URL: consigli e suggerimenti in ambito SEO

Lavorare su questo aspetto in ogni pagina del tuo sito potrebbe portare sensibili miglioramenti in ambito SEO e aiutarti a posizionarti più in alto. La maggior ...

Continua a leggere

Single Customer View: che cos’è e perché le aziende devono farla propria

Raccogliere i dati è facile, raccogliere quelli giusti lo è meno, organizzarli in un unico “luogo” è molto difficile. Ma porta grandi vantaggi. Qualche settimana fa ...

Continua a leggere

3 consigli per coniugare Email Marketing con i chatbot

Il 69% dei consumatori preferisce i chatbot perché consentono loro di interagire rapidamente con marchi e aziende. Attualmente l'Email Marketing è considerato uno dei canali di ...

Continua a leggere