5 min.

Dalla “nostalgia” dei gradienti al fascino discreto del monocromo, fino al realismo delle immagini 3D. Abbiamo selezionato le tendenze grafiche più in voga tra i marketer.

Settembre sancisce per le aziende un nuovo inizio, tra rinnovati obiettivi e nuovi propositi da perseguire da qui alle ultime settimane dell’anno.

Pur non offrendo grandi margini per radicali cambiamenti nella strategia, settembre di certo è una buona occasione per rivedere alcuni aspetti, solo apparentemente superficiali: l’Email Design, ad esempio.

Proprio di questo parliamo oggi, suggerendoti alcuni trend in voga tra i marketer più ricercati. Sono sette tendenze grafiche a cui allineare le tue campagne di Email Marketing.

1. Animazioni CSS: un incentivo al clic

In genere, le animazioni CSS vengono applicate ai pulsanti di call to action e alle immagini.

L’obiettivo principale è quello di dare risalto alla potenziale azione innescata dal clic da parte del destinatario sull’elemento evidenziato. Se non fosse chiaro, ecco un esempio di animazione CSS applicata a bottone e immagine dell’email:

Per impostare un’animazione CSS bastano poche e semplici operazioni nel codice HTML dell’email. Ecco il codice necessario:

2. Layout minimal-animato

Lo stile minimal è sempre efficace: offre soluzioni chiare, pulite, di impatto, nonostante il layout spoglio. Il minimalismo nelle email consente di valorizzare gli elementi chiave dell’email: il copy e le immagini di prodotti o servizi.

Ma una tendenza degli ultimi tempi vede alcune aziende creare email che coniugano asciuttezza e animazione. Il risultato è brillante, come in questa email di NiftyImages, che sfrutta gli spazi bianchi, riduce al minimo i colori della tavolozza ma innesca movimento e dinamismo nelle illustrazioni.

3. Accessibilità

L’accessibility, come dicono negli USA, consiste nel progettare email che garantiscano a tutti i destinatari – inclusi quelli con disabilità (la cecità, ad esempio) o quelli che fanno uso di tecnologie assistive (come gli screen reader) – la piena fruizione dei contenuti del messaggio.

I designer e i marketer stanno diventando sempre più consapevoli sul tema dell’accessibilità, tanto da convertire tecniche e best practice anche nell’Email Marketing.

Vediamo alcuni requisiti per garantire una buona accessibilità alle email:

  • Presta attenzione al contrasto dei colori. Un ottimo tool per testare il contrasto delle email è WebAIM;
  • Mantieni i caratteri leggibili. Un suggerimento è di non scendere mai sotto i 14px per i caratteri normali e 16px per quelli chiari;
  • Sottolinea sempre i link; 
  • Evita colori del testo chiari, perché – specialmente su uno sfondo chiaro – sono più difficili da rilevare;
  • Allinea a sinistra il testo, più leggibile rispetto a una collocazione al centro;
  • Mantieni una struttura logica, usando un layout modulare gerarchico che incolonna header principale, descrizioni, sottosezioni, bodycopy, per chiudere con il pie’ di pagina;
  • Non dimenticare gli alt text, che devono essere descrittivi, esplicativi dell’immagine;
  • Includi sempre le didascalie nei video.

4. Immagini 3D: il “realismo Tattile”

Il 3D è stato abbastanza di moda per diversi anni nel mondo del design grafico, e non sorprende che sia approdato anche nell’Email Design.

Il potenziale delle immagini 3D sta nel loro realismo, nel donare all’email un maggior grado di profondità, di impatto sul destinatario, che riceve la sensazione di qualcosa di “afferrabile”. Ecco un ottimo esempio:

Con strumenti come Adobe Dimension CC, gli email designer hanno la possibilità di sperimentare con le immagini 3D e arricchire esponenzialmente il potenziale visivo delle loro email.

5. Energia dei gradienti

Ne avevamo parlato anche in un recente post sui consigli strategici e i trend di Agosto. I gradienti sembrano essere tornati prepotentemente di moda. C’è chi li ama e chi li odia. Con i loro toni accesi e leggermente a sfumare, i gradienti sono accattivanti ed energici.

Una curiosità: secondo alcuni le origini del gradiente andrebbero fatte risalire alla psichedelia dei ‘60. A farli ritornare di moda sarebbe, inoltre, quel sentimento dominante dei nostri tempi: la nostalgia.

6. Combo illustrazioni-immagini realistiche

Anche le illustrazioni sono sulla cresta dell’onda: sono elementi che catturano l’attenzione, spingono l’osservatore a soffermarsi, come davanti a un quadro. Eccone una, di taglio moderno e accattivante, che risalta all’interno di un’email globalmente minimal.

Ma sta affiorando un trend che vede le illustrazioni accompagnarsi a immagini realistiche, fotografiche. Una combo dal grande potenziale: ecco un esempio di newsletter che combina un’illustrazione pastello nell’header con immagini fotografiche di prodotto.

7. Il fascino discreto del monocromo

C’è chi sperimenta con il colore e gli accostamenti e chi, in controtendenza, predilige la tinta unica: il monocromo è destinato a tornare sempre di più, anche nell’Email Design e nel Web Design.

Ad andare per la maggiore oggi è la scelta all’interno della scala del bianco e nero. Questa tavolozza di colori (o meglio, di non colori) crea contrasti sorprendenti e riesce a far risaltare al meglio gli elementi e i contenuti chiave dell’email.

Per concludere

L’Email Design è sempre alla ricerca di un compromesso tra sperimentazione personale di ogni brand e la capacità di assecondare le tendenze di gusto dominanti.

Il nostro consiglio è di tenerti sempre aggiornato sui trend di Email Design con la sezione dedicata di MailUp Academy: qui troverai esempi di aziende reali, best practice e vere e proprie guide pratiche alla progettazione delle email.

Senza dimenticare che con l’editor BEE hai a disposizione il tool di creazione delle email più avanzato sul mercato. Se ancora non l’avessi provato, puoi richiedere una prova gratuita della piattaforma MailUp, in cui BEE è integrato e accessibile in tutte le sue funzionalità.

Prova MailUp

Note:

(1) Animazioni CSS:sono uno strumento per il web motion design che mette a disposizione CSS3; consentono di far mutare gradualmente stile a un elemento della pagina o di un’email. Per ogni cambiamento di stile bisogna specificare un keyframe, che determina il tipo di stile da applicare all’elemento a uno specifico istante temporale: in pratica rappresenta il “codice” di esecuzione dell’animazione.Torna su

(2) Accessibility: secondo la National Federation of the Blind, negli Stati Uniti circa 1,3 milioni di persone sono cieche, e ogni anno 75.000 persone diventano cieche o ipovedenti, i quali continuano a fare affidamento sui loro dispositivi mobile. Torna su

(1) Gradienti: la loro caratteristica fondamentale è di riempire uno spazio con gradazioni progressive di due colori saturi: un esempio per eccellenza è il logo di Instagram, che passa dal blu notte a un giallo intenso. Le brand identity di tutti i principali hub del mondo tech, da Airbnb a Spotify, sono passati per un certo periodo per i gradienti.Torna su

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Test A/B per l’Email Marketing: cosa è e come eseguirlo

Entriamo in profondità nell’attività di A/B testing, per capire in cosa consiste, quali elementi consente di ottimizzare e gli condurla tramite strumenti professionali. Più alcune ...

Continua a leggere

Report Email Marketing: come strutturarlo e quali KPI guardare

Facciamo il punto sull’attività di tracciamento e misurazione dei risultati delle campagne: dai fondamentali KPI alle funzioni di reportistica, fino a 7 consigli per strutturare ...

Continua a leggere

La Marketing Automation per conquistare il mercato: intervista a Donato Cremonesi

Abbiamo fatto due chiacchiere con il CEO e fondatore di Factory Communication, per farci raccontare - con un caso pratico - come si conquista la ...

Continua a leggere

Flusso automatico di recupero carrello: lo stai facendo nel modo sbagliato

A volte, le migliori intenzioni non bastano. La lezione di una strategia di recupero carrello multicanale di un brand reale, caratterizzata da tanta buona volontà, ...

Continua a leggere

Di cosa hai bisogno per iniziare una campagna di Email Marketing?

Negli Stati Uniti il 70% delle aziende fa Email Marketing, perché è un canale redditizio, versatile e semplice da avviare: ecco allora i pochi step ...

Continua a leggere

Back to work: come programmare la nuova stagione di Email Marketing

Abbiamo tracciato le attività prioritarie che i brand devono condurre al rientro dalle ferie, per innalzare l’asticella delle proprie strategie di Email Marketing. Tempo di rientri, ...

Continua a leggere