Nasce la nuova area Statistiche: un nuovo modo di analizzare e migliorare l’engagement

11 Febbraio 2020Tempo lettura: 5 min.

Ti presentiamo un sistema di reportistica completamente rinnovato. Non un semplice collettore di report, ma uno strumento attivo di analisi, con cui misurare l’andamento delle campagne inviate e migliorare quelle a venire.

Spesso si pensa al report statistico come a un punto di arrivo, allo step finale di una campagna o di una strategia. Al contrario, da oggi i report diventano un nuovo punto di partenza, lo strumento da cui nasce una comunicazione ancora più coinvolgente.

Oggi ti presentiamo una grande novità della piattaforma MailUp: la nuova area Statistiche, che – ne siamo certi – rivoluzionerà le tue attività di misurazione dei risultati, offrendoti tutti gli strumenti per analizzare l’andamento delle campagne inviate e calibrare quelle a venire.

Obiettivo 🎯 Convertire i risultati in campagne ancora più performanti

Abbiamo riprogettato la nuova area Statistiche per renderla non un semplice e passivo collettore di report, ma un sistema attivo di analisi in grado di offrire alle aziende informazioni e andamenti che orientino le successive campagne.

La nuova area Statistiche si inserisce in un percorso di sviluppo finalizzato a mettere a disposizione gli strumenti con cui dare vita a campagne data-driven, con la consapevolezza che il miglioramento delle performance passa per la conoscenza della propria audience.

Oggi ti presentiamo i frutti di un lavoro che ha portato alla creazione di nuovi sistemi di reportistica, a un completo redesign dell’area, della navigazione tra le pagine, per garantire una migliore user experience e la conoscenza approfondita di come sono andate le tue campagne e di come intervenire per migliorarne i risultati futuri.

Cosa puoi fare con Statistiche

Conoscere attività ed engagement dei destinatari e segmentare di conseguenza le campagne

Strumenti:

› Report sul singolo destinatario conservati fino a un massimo di un anno
› Nuovi report e filtri di Engagement

Report sul singolo destinatario conservati fino a un massimo di un anno

Sappiamo quanto siano preziosi i risultati relativi a ciascun destinatario: non in sé e per sé, ma come base per la creazione di filtri, automatismi e segmentazioni calibrati sul comportamento di ciascun contatto, sul suo grado di interazione con l’email.

Per valorizzare ancora di più questi dati abbiamo esteso il loro periodo di conservazione in MailUp: da 15 fino a un massimo di 365 giorni, a seconda dell’edizione della piattaforma.

Più nel concreto, cosa consentono di fare i report dettagliati relativi al singolo contatto? Filtrare i destinatari in base alla loro attività sull’email: apertura o meno, clic, apertura senza clic e così via.

Una volta scelto e applicato il filtro, è possibile spostare il segmento di destinatari ottenuto in un gruppo nuovo o già esistente, a cui poi indirizzare campagne calibrate su quel comportamento.

Ad esempio, è possibile creare un automatismo e inviare un’email di re-engagement ai contatti che, sei mesi prima, hanno aperto un determinato messaggio; oppure inviare un buono sconto ai clienti più attivi durante l’ultimo anno.

Nuovi report e filtri di Engagement

A ottobre 2019, forse lo ricorderai, abbiamo presentato Engagement, una sezione della piattaforma che fornisce statistiche avanzate sull’andamento delle campagne e sul livello di engagement, cioè la capacità degli invii di coinvolgere i destinatari generando interesse su contenuti e offerte, rivelato dal grado di interazione con i messaggi.

Oggi ti presentiamo una funzione a integrazione e complemento: chi ha attivato Engagement da oggi trova in piattaforma – nella sezione Destinatari > Filtri – un nuovo set di filtri che consente di utilizzare le informazioni raccolte nei report di Engagement per creare segmenti di destinatari basati su una serie di condizioni:

  • Destinatari molto attivi
  • Destinatari attivi
  • Destinatari poco attivi
  • Destinatari inattivi
  • Destinatari nuovi
  • Destinatari non raggiungibili.

Grazie ai filtri di Engagement è possibile creare campagne ad hoc calibrate sul grado di coinvolgimento. Devi solo scegliere il filtro, a fornirti il cluster di destinatari ci pensa MailUp.

I report e i filtri di Engagement sono disponibili in MailUp Premium, la soluzione completa per convertire i clienti in promoter e moltiplicare i ricavi.

PROVA MAILUP PREMIUM

Avere il pieno controllo sui risultati delle campagne

Strumenti:

› Report ottimizzati per messaggio e invio
› Report aggregati più intuitivi
› Nuova sezione Panoramica di lista
› Ottimizzazione del calcolo
› Nuovo centro notifiche

Report ottimizzati per messaggio e invio

Per offrirtiun controllo ancora più profondo sui risultati di ciascun invio, abbiamoripartito i report statistici per:

  • Messaggio
    Così da poter visualizzare i risultati relativi all’intero ciclo di vita di un’email. Questo report aggrega cioè i risultati di tutti i distinti invii dello stesso messaggio, senza limitazioni (nella pagina di riepilogo) sul periodo di conservazione dei dati.
  • Invii
    Per consultare un distinto report per ciascun invio di uno stesso messaggio. Una funzione utilissima per chi adotta, ad esempio, gli strumenti di automation (che innescano l’invio periodico di una stessa email) e per chi invia più volte lo stesso messaggio.

Pervisualizzare i report per messaggio o per invio basta un clic sui pulsanticollocati sopra la cronologia dei messaggi.

Report aggregati più intuitivi

Abbiamo anche messo mano ai report aggregati. Oltre a essere più intuitivi e immediati alla consultazione, ora possono aggregare i risultati fino a un massimo di 100 messaggi.

In questo modo hai la possibilità di creare report aggregati a cadenza periodica, misurando le performance complessive della strategia lungo archi di tempo anche molto estesi: ogni mese, ogni tre mesi, ogni sei o con cadenza annuale. A te la scelta.

Non solo, perché ora hai anche la possibilità di personalizzare i report aggregati scegliendo se:

  • Includere i messaggi di una sola lista o di tutte le liste
  • Includere o meno determinati contenuti: messaggi, statisticheaggregate, l’elenco dei messaggi aggregati, l’elenco dei link inseriti
  • Se proteggere o meno l’accesso al report con una password. 

Nuova sezione Panoramica di lista

Dai report aggregati passiamo a una sezione che restituisce un quadro generale sui risultati della lista. Con la nuova sezione Panoramica di lista puoi ottenere una panoramica intuitiva e immediata su:

  • Invii
    Per avere uno sguardo sulle proporzioni tra i diversi flussi di invii manuali, automatici e SMTP.
  • Distribuzione attività
    Per vedere in quali giorni e in quali fasce orarie settimanali i tuoi destinatari sono più ricettivi e attivi.
  • Tasso di penetrazione
    Offre – grazie alla rappresentazione grafica di un funnel – il grado di penetrazione dei tuoi messaggi sull’intera audience, accompagnato da un prezioso raffronto con le medie del settore commerciale di riferimento.
  • Engagement, di cui abbiamo trattato poco sopra e in questo blog post.
  • Geografia degli invii
    Per comprendere dove si distribuiscono geograficamente le attività degli utenti, a livello globale o nazionale, grazie a una heatmap che rende conto del numero di aperture e clic totali per ogni nazione e regione (quest’ultimo dettaglio è disponibile per Italia, Spagna, Francia e Danimarca).
  • Dispositivi
    Per comprendere la distribuzione delle aperture a seconda del device utilizzato.
  • Iscrizioni
    Per avere un quadro sull’evoluzione del database nel tempo, con la possibilità di filtrare scegliendo gli estremi cronologici.

I dati sono ancora più precisi, grazieall’ottimizzazione del calcolo

Per fornire numeri e percentuali ancora più accurati e ridurne eventuali margini di errore, abbiamo rivisto il metodo di calcolo di tasso di apertura, clic e clic su apertura.

Il nuovo centro notifiche

Come saprai, i report statistici di MailUp sono esportabili in un file csv contenente tutte le principali metriche. Per ottimizzare l’attività abbiamo creato un nuovo centro notifiche (la campanella in alto a destra), che ti segnalerà quando il report richiesto è pronto per essere scaricato.

Per concludere

Come detto, la nuova area Statistiche si inserisce in un percorso di sviluppo tecnologico teso a mettere a disposizione delle aziende gli strumenti per dare vita a campagne basate sui dati, sui risultati relativi al comportamento e al grado di coinvolgimento di ogni singolo destinatario.

Il consiglio è provare MailUp oggi stesso, richiedendo una prova gratuita: avrai 30 giorni per mettere mano a tutti gli strumenti di creazione, invio e reportistica.

Prova MailUp

Questo articolo è stato scritto da

Andrea Serventi

Andrea Serventi

Editor

Sono nato nel 1986 a Milano, dove mi sono laureato in lettere moderne e ho iniziato a scrivere di tante cose per quotidiani online, magazine e notiziari tivù. Convertito al marketing e al mondo digital, sono content editor di MailUp: leggo, ascolto, raccolgo spunti e scrivo, per raccontare cos'è l'email marketing e come renderlo strategico.

Articoli correlati