Nuove funzioni nell’area Statistiche, per conoscere i tuoi destinatari e migliorare i risultati

09 Giugno 2020Tempo lettura: 4 min.

Da oggi puoi scattare una fotografia dell’engagement del database e agire di conseguenza inviando campagne segmentate. Scopri questa e tutte le altre novità in piattaforma.

Pochi mesi fa ti abbiamo presentato la nuova area Statistiche, risultato di un percorso di ricerca e sviluppo finalizzato a mettere a disposizione delle aziende strumenti di analisi delle campagne in un’ottica data-driven.

In altre parole, abbiamo realizzato una sezione della piattaforma che non è un semplice collettore di report, ma un sistema attivo di analisi in grado di offrire alle imprese informazioni e andamenti che orientino le successive campagne. Nella consapevolezza che il miglioramento delle performance passi dalla conoscenza della propria audience.

Questi mesi di analisi e di feedback raccolti ci hanno poi condotto alla realizzazione di nuove funzioni, piccole ma estremamente efficaci per le realtà che vogliono tenere sotto controllo i risultati delle proprie campagne e ricavare insight strategici con cui ottimizzare le successive comunicazioni.

Vediamo insieme le novità che da oggi trovi in piattaforma.

Conosci davvero i tuoi destinatari?

L’area Analisi e Confronti, nata con l’obiettivo di presentare in un solo luogo tutte le statistiche e i report relativi alle performance dell’intera lista, si arricchisce di informazioni sull’engagement dei destinatari iscritti.

Da oggi troverai due nuovi grafici che ti consentono di monitorare in qualsiasi momento la composizione del tuo database in termini di engagement:

  • Fotografia engagement destinatari
  • Engagement dei destinatari in un periodo selezionato.

Vediamo insieme in cosa consistono.

Il grafico Fotografia engagement destinatari scatta una fotografia del database, suddividendo i destinatari in cluster sulla base delle loro interazioni con le comunicazioni ricevute.

Si tratta di un utile strumento con cui rilevare, a un rapido sguardo, il grado di coinvolgimento della tua audience. In che modo? Fotografia engagement destinatari restituisce la classificazione della audience in quattro gruppi:

  • Molto attivi
  • Attivi
  • Poco attivi
  • Inattivi.

Come far fruttare queste informazioni?

Ricordi quando ti avevamo presentato i filtri di Engagement? Ti rinfreschiamo la memoria: si tratta di un nuovo set di filtri che consentono di impiegare le informazioni raccolte nei report di Engagement per creare segmenti di destinatari che condividono uno stesso livello di coinvolgimento. Questo cosa significa? Che grazie ai filtri di Engagement puoi creare campagne ad hoc segmentate sul grado di coinvolgimento. Devi solo scegliere il filtro, a fornirti il cluster di destinatari ci pensa MailUp.

I report e i filtri di Engagement sono disponibili in MailUp Premium, la soluzione completa per convertire i clienti in promoter e moltiplicare i ricavi.

PROVA MAILUP PREMIUM

Inoltre Fotografia engagement destinatari ti dà la possibilità di confrontare i risultati del tuo database con quelli di altri player appartenenti al tuo stesso settore commerciale.

Il secondo nuovo grafico di Analisi e Confronti si chiama Engagement dei destinatari in un periodo selezionato, e ti consente di applicare i filtri presenti nella sezione per conoscere:

  • Il numero di nuovi iscritti nel periodo da te selezionato e la loro reattività, con la possibilità di consultare le percentuali di attivi, molto attivi, poco attivi o inattivi
  • Il numero di email recapitate nel periodo da te selezionato e il tasso disiscritti dalle comunicazioni ricevute.

Anche in questo caso le informazioni possono essere impiegate per creare dei filtri che – creando dei cluster di destinatari – permettono di mettere a punto una strategia di segmentazione basata sul grado di engagement delle persone.

Scegli il formato dei tuoi report

Tra le novità di febbraio c’era anche il nuovo Centro notifiche (ci arrivi cliccando sulla campanella in alto a destra), creato per razionalizzare e ottimizzare l’esportazione dei report statistici dalla piattaforma.

Ora, prima di avviare il download dei report (il completamento ti verrà segnalato proprio dalla campanella), puoi selezionare il formato del file, scegliendo tra:

  • .csv
  • .xlsx
  • Report predefinito già pronto per l’utilizzo e la condivisione.

Ogni report scaricato e disponibile nel Centro notifiche contiene ora l’indicazione della data e dell’ora di avvio dell’esportazione, così da offrire una cronologia sempre aggiornata e una sua più facile consultazione.

Crea report aggregando fino a 200 email, e condividili con chi vuoi

Gli aggregati sono quei report personalizzabili che offrono alle aziende la possibilità di aggregare i risultati di più messaggi per misurare le performance complessive della strategia lungo archi di tempo anche molto estesi: ogni mese, ogni tre mesi, ogni sei o con cadenza annuale.

Per agevolare il lavoro, da oggi hai la possibilità di aggregare fino a 200 messaggi (prima il limite era di 100), così da ottenere uno sguardo di più ampio respiro sulle performance della tua strategia.

Altri piccoli e utili miglioramenti

Da oggi puoi cancellare le statistiche sul singolo invio. Una funzione molto utile per rimuovere da report e statistiche tutti quei piccoli invii di test che possono essere condotti prima dell’invio effettivo della campagna. In questo modo puoi contare sempre su report aggregati puliti, non sporcati da risultati di invii di test poco attendibili.

Abbiamo ripristinato la possibilità di selezionare i filtri creati anche nella fase precedente all’invio di una nuova campagna SMS.

Anche nei workflow ora puoi inserire un indirizzo email “rispondi a” differente da quello del mittente.

Ora nella sezione Destinatari > Gruppi puoi conoscere immediatamente la composizione dei tuoi gruppi, avendo subito accesso a una panoramica su quanti dei tuoi destinatari – Email e SMS – sono iscritti, disiscritti o sospesi.

Per concludere

Come raccontato in apertura del post, le novità funzionali dell’area Statistiche si inseriscono in un percorso di sviluppo tecnologico teso a mettere a disposizione delle aziende gli strumenti per dare vita a campagne basate sui dati, sui risultati relativi al comportamento e al grado di coinvolgimento di ogni singolo destinatario.

Il consiglio è provare MailUp oggi stesso, richiedendo una prova gratuita: avrai 30 giorni per mettere mano a tutti gli strumenti di creazione, invio e reportistica.

Prova MailUp

Questo articolo è stato scritto da

Andrea Serventi

Andrea Serventi

Editor

Sono nato nel 1986 a Milano, dove mi sono laureato in lettere moderne e ho iniziato a scrivere di tante cose per quotidiani online, magazine e notiziari tivù. Convertito al marketing e al mondo digital, sono content editor di MailUp: leggo, ascolto, raccolgo spunti e scrivo, per raccontare cos'è l'email marketing e come renderlo strategico.

Articoli correlati