Email di conferma: come andare oltre il classico messaggio

22 Ottobre 2020Tempo lettura: 6 min.

Le email di conferma sono un’opportunità unica per continuare una conversazione che l’utente ha iniziato con te. Scopri come puoi usare questo messaggio transazionale per fidelizzare i tuoi clienti.

Cos’è un’email di conferma? 

Un’email di conferma è un messaggio transazionale che invii ai visitatori e clienti del tuo sito web come verifica di un’azione completata

I trigger più comuni sono: 

  • un visitatore si iscrive alla tua mailing list e riceve un’email di conferma dell’iscrizione
  • un utente realizza un acquisto sul tuo ecommerce e riceve un’email di conferma dell’acquisto con i dettagli più importanti dell’ordine e alcune informazioni utili
  • un cliente acquista un tuo prodotto e, al momento dell’invio, riceve un’email di conferma della spedizione.

Questi messaggi non sono visti come spam, né dall’utente né dagli ISP, un dettaglio non da poco ai fini della tua deliverability.

Le email di conferma aprono un canale di comunicazione con il cliente o la persona che si iscrive alla mailing list e rappresentano un’opportunità perfetta per introdurre l’azienda e ringraziare l’utente per la fiducia accordata. Dicono al destinatario: “Ti tengo aggiornato su tutto quello che farò e che può essere importante per te”. 

esempio-mail-conferma-readdle
Esempio di email di conferma

Perché i messaggi di conferma sono importanti nell’email marketing? 

Le email di conferma raggiungono il tuo pubblico in una fase vitale del consumer journey: l’utente ha realizzato un’azione (si è iscritto alla tua newsletter, ha acquistato un tuo prodotto o servizio, etc…) e si aspetta una tua comunicazione che convalidi l’operazione. Per questo motivo, tutti i tipi di email di conferma godono di tassi di apertura e di clic eccezionalmente elevati: 

Per farti un’idea di cosa significa, considera che il tasso medio di apertura per le email di marketing è solo del 15-25% circa, con una percentuale di clic media che si aggira intorno al 2,5%. 

Quando riceve un’email di conferma, il tuo pubblico è attivamente coinvolto, quindi più propenso anche a convertire. È il motivo per cui questo tipo di messaggio rappresenta un’ottima opportunità per portare avanti la relazione con l’utente. 

L’email più attesa: un’occasione da non perdere

Le mail che funzionano meglio sono quelle che raggiungono la persona giusta al momento giusto. Le email transazionali fanno proprio questo, ecco perché hanno tassi di accettazione così alti ed ecco perché dovresti sfruttarle per fidelizzare il cliente, migliorare la sua esperienza con il tuo brand e generare più conversioni
Attento però a non farti prendere la mano con l’upselling o il cross-selling: suggerisci al tuo cliente prodotti in linea con i suoi interessi solo dopo avergli fornito tutte le informazioni che si aspetta dalla tua email di conferma.

esempio-mail-conferma-zalando1
esempio-mail-conferma-zalando2
Esempio di un’email di conferma con le informazioni utili e il suggerimento di altri articoli

6 consigli per progettare un’email di conferma

Abbiamo individuato alcuni consigli pratici per rendere un messaggio di conferma efficace e sfruttare al meglio le sue possibilità relazionali:

  1. Conferma le aspettative del destinatario: l’utente attende con ansia la tua email di conferma per essere certo che l’iscrizione alla tua newsletter o l’acquisto di un prodotto sul tuo sito sia avvenuto correttamente. Inizia allora la conversazione con ciò di cui l’utente è più preoccupato e dagli la conferma che sta aspettando. Puoi aggiungere un riepilogo dei prodotti o servizi acquistati, alcune condizioni essenziali, come la politica di reso o di rimborso, o i dettagli relativi all’invio del prodotto. Solo dopo potrai includere altre informazioni, come prodotti correlati o la possibilità di iscriversi a una newsletter specifica per gli interessi dell’utente o geolocalizzata. 
  2. Una struttura pulita, con le informazioni essenziali: hai pochi secondi per attirare l’attenzione del tuo destinatario, quindi assicurati che possa trovare rapidamente le informazioni che cerca nel tuo messaggio. Per questo la struttura dell’email di conferma dovrebbe essere sempre lineare, con un copy semplice e chiaro. Se il messaggio contiene un link di conferma, ad esempio perché usi il sistema double opt-in per l’iscrizione alla tua newsletter, questo deve essere ben visibile e, di fatto, l’unico elemento in risalto.
  3. Email essenziali ma con personalità: l’email di conferma ti offre l’opportunità di rafforzare la relazione con l’utente. Cogli, allora, questa occasione per personalizzare questo messaggio con elementi caratteristici della tua brand identity: parti dal tono di voce, che ti renderà riconoscibile per il consumatore, e prosegui con elementi grafici immediatamente identificabili, come il tuo logo, il tuo font, i colori del tuo brand per lo sfondo HTMLdell’email, del testo e della call to action.
  4. Una call to action ben visibile e attraente: dopo aver recapitato il messaggio transazionale che si aspetta l’utente, puoi cercare di convincerlo a realizzare altre azioni sul tuo sito (ad esempio visitare il tuo blog o una nuova sezione del tuo e-commerce). Per fare questo hai bisogno di una call to action che catturi l’attenzione del lettore. Le best practice in questo caso sono: posizionare un pulsante bulletproof ben in evidenza, con un colore in contrasto con lo sfondo, e inserirvi un copy semplice ma specifico, che comunichi un vantaggio o un beneficio per l’utente.
  5. Assicurati che le tue email siano mobile friendly: inviare email ottimizzate per i dispositivi mobili è ormai un requisito indispensabile per il successo di una strategia di Email Marketing. 
  6. Vai oltre: usa le email di conferma per raccontare la mission della tua azienda o per risolvere i dubbi più frequenti dei clienti. Spesso i consumatori non conoscono la storia di un brand, si iscrivono a una newsletter o acquistano un prodotto perché un annuncio ha attirato la loro attenzione o sono stati “influenzati” su un social network. Questo significa che, finito il buzz, si dimenticheranno di quel brand. Per evitarlo, rendi più profonda la connessione con l’utente: fallo entrare nella tua visione del mondo, raccontagli perché fai quello che fai e perché sei diverso da tutti gli altri. Questo ti renderà memorabile, diminuendo le possibilità che l’utente si disinteressi presto di te e smetta di aprire le tue email. D’altra parte, puoi usare le email di conferma anche per aumentare la fiducia del cliente nella tua azienda. Come? Rispondendo alle FAQ, ovvero le domande poste più frequentemente.
esempio-mail-conferma-double opt-in
Esempio di email di conferma che utilizza il sistema double opt-in

Conclusioni

Le email di conferma sono una grande opportunità per continuare una conversazione che l’utente ha iniziato con te. Come in un dialogo faccia a faccia, per mantenere viva la conversazione devi innanzitutto rispondere alla domanda del tuo interlocutore, che in questo caso può essere: “Sono riuscito a iscrivermi alla tua newsletter?” “Ho comprato correttamente il tuo prodotto?” “Quando arriverà?” etc…
Non dimenticare che la tua priorità è comunicare i dettagli di conferma di un ordine o l’informazione che la persona sta aspettando. Poi, però, avanza nella conversazione e convinci l’utente a salire uno scalino in più nella vostra relazione: questo ti permetterà di fidelizzarlo e aumentare le conversioni.

Questo articolo è stato scritto da

Valentina Pacitti

Valentina Pacitti

Content Strategist

Mi occupo di Digital marketing dal 2013, con un’attenzione particolare ai contenuti e alle strategie di posizionamento organico. Come Copywriter e specialista in contenuti per il web aiuto le aziende a farsi trovare online e a esprimere tutto il loro valore attraverso i testi.

Articoli correlati