6 consigli per prepararsi alle festività 2020 durante l’era Covid-19

17 Novembre 2020Tempo lettura: 6 min.

Le festività natalizie rappresentano senza dubbio uno dei periodi più redditizi e impegnativi per le aziende, che in un anno anomalo e critico come il 2020 sono costrette a rivedere le loro strategie digitali tradizionali per riadattarle al periodo storico attuale. Vediamo, quindi, alcuni consigli per creare campagne per le feste efficaci anche in piena emergenza Covid-19.

Gli impatti del Covid-19 sulle feste 2020: è davvero un Natale di crisi?

La pandemia da Coronavirus e il lockdown hanno trasformato radicalmente le abitudini delle persone, soprattutto per quanto riguarda le modalità di acquisto, e hanno notevolmente influenzato l’andamento dei mercati. 

Uno dei principali effetti è stata un’accelerazione “forzata” al processo di digitalizzazione: persone che prima di marzo non avevano mai realizzato un acquisto in rete, si sono dovute adattare alla tecnologia e al mondo dell’e-commerce, costituendo, dal punto di vista delle aziende, nuove fette di pubblico da poter conquistare. 

D’altro lato, però, l’avvento del Covid-19 ha causato anche una crisi lavorativa ed economica che potrebbe far presagire uno scenario ostile e disastroso per il periodo delle festività natalizie, che, iniziando dal Black Friday, rappresentano i mesi più redditizi dell’anno per il mercato globale. 

A smentire ogni ragionevole scetticismo, però, ci pensano i dati. Il Global Web Index proietta uno scenario speranzoso, con uno studio secondo il quale il 44% dei consumatori prevede di spendere la stessa cifra (indicativamente) degli anni precedenti per gli acquisti natalizi 2020. Molti consumatori, infatti, non sono disposti rinunciare alla normalità quando si parla di festività natalizie e intendono preservare le tradizioni legate a regali e preparativi in risposta alla negatività di questo periodo storico, seppur con qualche cambiamento nelle modalità di acquisto. 

Deloitte, nel suo annuale forecast relativo alle festività, prevede, infatti, che le vendite legate all’e-commerce cresceranno del 25-35% rispetto al 14,7% del 2019, crescita dovuta in gran parte alla maggiore quantità di tempo che i consumatori trascorrono online. 

Sempre secondo lo studio di Deloitte, il 70% dei consumatori non prevede una diminuzione delle spese per questo periodo dell’anno; a cambiare, saranno, infatti, l’orientamento e la modalità di acquisto ma non la spesa: il 75% degli utenti ha dichiarato, infatti, di voler fare acquisti per un massimo di 5 persone, focalizzando i regali per i familiari e gli affetti più vicini. 

Come prepararti alle campagne natalizie 2020

Nonostante il momento difficile, quindi, i consumatori non sembrano voler rinunciare a regali e addobbi, facendo ben sperare le aziende che mai come ora si trovano a dover combattere contro l’imprevedibile e l’incontrollabile. 

Se, quindi, la predisposizione ai consumi è ancora presente tra i consumatori, non puoi farti trovare impreparato: assicurati di avere tutti gli strumenti per progettare delle campagne a prova di crisi e segui la strategia giusta per emergere nelle inbox “affollate” dei tuoi utenti.

Ecco quali sono i nostri consigli per prepararti al periodo più atteso dell’anno!


1. Massimizza la tua deliverability 

Non si può strutturare una campagna email di successo senza partire da una buona deliverability. Creare email con un oggetto che colpisce e dal design accattivante non serve a nulla se non si ha la garanzia che tali messaggi raggiungano gli utenti del nostro database. Una buona recapitabilità è, infatti, un fattore indispensabile e imprescindibile: è il biglietto di ingresso per l’evento più importante dell’anno.

Per garantire un’ottima recapitabilità dovrai focalizzarti sul miglioramento della tua reputazione come mittente, mettendo in atto una serie di best practice:

  • Parti dal database. Per prepararti alle festività, controlla lo stato del tuo database e fai in modo che sia pulito, rimuovendo utenti sconosciuti e indirizzi sospetti. Punta sulla qualità dei tuoi contatti, piuttosto che sulla quantità: avere un database pieno di contatti poco reattivi, non interessati o, ancora peggio, inesistenti, danneggia le tue performance nonché la tua reputazione come mittente. La piattaforma MailUp ti consente di automatizzare questa attività di pulizia, disiscrivendo in automatico (prima temporaneamente e, se non c’è risposta da parte dell’utente, in modo permanente) i contatti che restituiscono un numero di bounce consecutivi per la stessa motivazione. 
  • Migliora l’acquisizione di nuovi contatti attraverso promozioni pensate per attirare incentivare le iscrizioni e facilitare le conversioni. Le festività sono, infatti, l’occasione migliore per aumentare i propri contatti e intercettare nuovi utenti. Metti a punto anche una strategia di riattivazione per recuperare il legame con gli utenti poco reattivi. Ravviva l’interesse dimostrato in fase di registrazione con messaggi che contengano contenuti ingaggianti in grado di incentivare e favorire l’interazione. 
  • Utilizza i metodi di autenticazione che migliorano la recapitabilità. Una buona reputazione come mittente passa attraverso i protocolli di autenticazione delle email, che certificano l’autenticità di un messaggio e di chi lo ha inviato aiutando a migliorare la tua reputazione. Ci sono tanti metodi di autenticazione che puoi adottare, come DKIM, DMARC o il più recente BIMI. Questi metodi aiutano a controllare l’identità del mittente e a impedire i tentativi di spam, phishing e tutti i generi di abuso che durante l’emergenza Covid-19 sono aumentati a causa della maggiore vulnerabilità degli utenti. Tramite la funzionalità Controllo deliverability, MailUp ti permette di diagnosticare in automatico lo stato di autenticazione delle tue email e di verificare e risolvere eventuali problematiche che potrebbero danneggiare la deliverability. 

Per saperne di più, scarica l’ebook di MailUp dedicato interamente alla deliverability

2. Analizza i comportamenti e crea campagne personalizzate

Per strutturare delle campagne di Natale efficaci, una volta certo della recapitabilità dei tuoi messaggi, è importante valutare il tipo di email da inviare. Un elemento determinante per il successo delle tue comunicazioni, soprattutto in questo periodo storico anomalo, è lo studio del comportamento del tuo pubblico: come sono cambiate le abitudini di acquisto del tuo target? come e cosa comprerà in queste festività caratterizzate da incertezza e instabilità? 

Parti dai dati e fai un lavoro di analisi delle abitudini di acquisto e dei comportamenti del tuo database, sfruttando ad esempio i vantaggi di una strategia di Marketing Predittivo. Analizzare le preferenze dei tuoi utenti in base alle azioni passate o tramite l’utilizzo di survey per orientare le tue campagne email in base ai loro interessi e offrire promozioni che possano essere in linea con le loro preferenze, aumentando le probabilità di conversione. Con questi dati alla mano, puoi segmentare il tuo pubblico e iniziare a progettare campagne email personalizzate.

Spingiti oltre l’utilizzo del campo dinamico “Ciao [nome]”, ormai diventato uno strumento di personalizzazione a cui i consumatori sono ben più che abituati e punta sui contenuti che interessano veramente il tuo pubblico e dai quali i tuoi utenti possono trarre vantaggi concreti. Le modalità di personalizzazione sono infinite: puoi spaziare dalle email di sollecito per ricordare all’utente gli articoli abbandonati nel suo carrello ai messaggi promozionali dei prodotti verso i quali i tuoi contatti hanno dimostrato più interesse, come negli esempi:

3. Potenzia l’e-commerce e i servizi buy online e pick-up in store

Date le attuali restrizioni alla mobilità e agli orari di apertura di molti negozi, una tendenza di queste festività 2020 sarà indubbiamente l’acquisto online. I consumatori, avendo più tempo a disposizione, trascorreranno più tempo del previsto su social media, siti web e inbox di posta elettronica: sfrutta una strategia di comunicazione su più canali e potenzia il tuo e-commerce per facilitare gli acquisti online. 

Guardando ai dati, infatti, secondo gli studi di MailUp svolti durante la prima fase di pandemia, la crescita del settore e-commerce a fine 2020 dovrebbe raggiungere un valore totale pari a 22,7 miliardi di euro, con un incremento relativo sull’anno precedente del +26%. Un tasso di crescita senz’altro più alto rispetto al 2019, in cui l’e-commerce di prodotto ha registrato un +21%. 

Se si dispone di un e-commerce è fondamentale non farsi trovare impreparati, potenziando il più possibile la piattaforma e fornendo agli utenti un’esperienza di acquisto online efficace, facile e positiva. Sii pronto ad affrontare i picchi di traffico e di richieste, prepara al meglio la gestione degli stock e fatti trovare pronto con comunicazioni precise e puntuali di assistenza e di avviso per transazioni e spedizioni. Se prevedi un rallentamento, previeni le potenziali delusioni degli utenti e anticipa sin da subito sui tempi di arrivo della merce.

Disporre di un e-commerce efficiente in questa situazione di emergenza può essere uno strumento a tuo favore. Per far vivere al tuo pubblico un’esperienza di acquisto comoda più positiva possibile, che incentivi un ritorno anche dopo le feste, puoi puntare su:

  • spedizioni gratuite, magari limitate a un certo periodo di tempo per innescare un meccanismo di urgenza che faciliterà le conversioni
  • comunicazioni “back in stock” per gestire al meglio l’aumento degli ordini sul tuo sito e invogliare un ritorno degli utenti che non hanno finalizzato l’acquisto
  • strategie Buy Online, Pick Up In Store (BOPIS), che dimostrano la flessibilità del brand e la volontà di andare incontro alle esigenze di chi vuole ovviare al problema della spedizione a domicilio. Tale strategia non è un fattore da sottovalutare, infatti, in questo contesto storico; adottarla può portare alla tua azienda numerosi vantaggi, tra i quali alleggerire il carico di ordini da gestire e dover spedire, riducendo i rischi di blocco del sistema, invogliare i clienti a compiere ulteriori acquisti quando si recano in negozio, aumentare la customer satisfaction e facilitare l’esperienza di acquisto.  

Per avere più consigli sul potenziamento del tuo e-commerce, scarica l’ebook di MailUp su come vendere online con Email e SMS 

4. Analizza il sentiment e adegua contenuti e tone of voice 

Oltre ad analizzare le abitudini comportamentali dei tuoi utenti, individua le loro preferenze sulla tipologia di contenuti che suscitano interesse e analizza il sentiment in questo specifico periodo storico. Questa analisi ti permetterà non solo di creare esattamente i contenuti che gli utenti desiderano ricevere, facilitando gli acquisti, ma anche di adeguare il tono delle tue comunicazioni a quello che è il sentiment della tua audience. Scopri, quindi, se il tuo pubblico è più incline a ricevere comunicazioni ironiche e divertenti, per stemperare la difficoltà del momento attuale, oppure se è alla ricerca di empatia e sensibilità attraverso messaggi di conforto e solidarietà. 

In un sondaggio sulla tipologia di contenuti preferiti dai consumatori per le feste 2020, i consumatori hanno espresso le loro preferenze per le recensioni sui prodotti e, a seguire, per le tradizionali gift guides. Nel progettare le tue email, sfrutta quindi il potenziale degli User Generated Contents (UGC), inviando comunicazioni che contengono recensioni sui prodotti che l’utente ha visualizzato in passato oppure una selezione dei best seller e degli articoli più votati dalla community.

Crea, inoltre, delle gift guides informative per ottimizzare e facilitare l’esperienza di acquisto degli utenti con una tipologia di contenuto da sempre molto apprezzata in vista delle festività. Le gift guides sono un ottimo modo per far risparmiare tempo ai consumatori nella ricerca dell’acquisto perfetto oltre che per indirizzarli nelle loro scelte. Puoi, inoltre, far convergere questa tipologia di contenuto con l’importanza della personalizzazione, creando gift guides customizzate sulla base delle preferenze degli utenti oppure in funzione dei gusti, della tipologia di destinatario dell’acquisto o del budget. 

Oltre agli UGC e alle gift guides, è bene tenere presente che le comunicazioni relative a promozioni, codici sconto e offerte last minute o limitate sono sempre una tipologia di contenuto vincente, a maggior ragione in un anno difficoltoso a livello economico come quello presente. Secondo il Global Webex Index, il 31% degli utenti è intenzionato a comprare più regali in saldo rispetto agli anni precedenti. Scatena, quindi, le tue promozioni, aggiungendo nelle tue comunicazioni anche un riferimento alla durata dell’offerta per dare un senso di urgenza e incentivare i tuoi contatti a concludere l’acquisto, oppure precedi i tuoi competitors creando offerte in anticipo.

5. Attira l’attenzione sin dall’oggetto per emergere nell’inbox

Avere i contenuti efficaci, che incontrano esattamente le esigenze del tuo pubblico è inutile se il tuo messaggio non viene prima recapitato, come visto precedentemente, e, poi, aperto. 

Durante le festività gli utenti sono bombardati di comunicazioni e messaggi ogni giorno e difficilmente ognuno di essi apre ogni email che si trova nell’inbox. Per emergere nella valanga di comunicazioni presenti nella posta in arrivo e facilitare l’apertura da parte dei tuoi contatti, concentrati sull’oggetto: esso rappresenta il primo elemento che, insieme al tuo marchio, il destinatario vede. Oltre alla tua reputazione, quindi, puoi lavorare sul miglioramento della subject line per renderla efficace e in grado di catturare in pochi caratteri l’attenzione del destinatario: 

  • inserisci sin da subito un riferimento alle tue offerte e alla loro durata limitata, comunicando sin da subito l’urgenza del messaggio
  • sfrutta il potenziale visivo delle emoji per creare un oggetto che faccia spiccare la tua email nell’inbox, prestando sempre attenzione alla loro compatibilità sui diversi dispositivi mobile e i client di posta elettronica
  • sii conciso e chiaro. Il numero di caratteri dell’oggetto è limitato e devi far capire all’utente cosa contiene il tuo messaggio in modo immediato e semplice
  • crea aspettativa e curiosità per incentivare l’apertura da parte dei destinatari con messaggi accattivanti che suscitino interesse. 

Scarica l’ebook di MailUp per scoprire tutti i segreti che si celano dietro alla scrittura di un oggetto efficace

6. Integra gli SMS alle tue campagne email

Il nostro ultimo consiglio per queste festività 2020 è quello di integrare gli SMS alle tue campagne email e il motivo risiede principalmente nell’importanza di questi dati: 

  • il 63% degli utenti della cosiddetta Gen X e dei boomers ha affermato di aver speso molto più tempo nell’utilizzo dello smartphone dall’inizio del lockdown
  • il 75% dei consumatori, secondo TechJury, non oppone obiezioni al ricevere SMS e sembra apprezzare questo canale di comunicazione
  • i messaggi SMS hanno un tasso di apertura media del 98%
  • l’incidenza dell’utilizzo del mobile sui volumi di acquisto totali è passata dal 50% del 2019 al 56% di quest’anno. Se consideriamo il valore degli acquisti, l’e-commerce da smartphone è passato dai circa 9 miliardi di euro del 2019 ai circa 12,8 miliardi del 2020 (+42%).

Stando a questi dati, gli SMS presentano il grande vantaggio di avere un ottimo tasso di apertura, oltre che essere molto apprezzati dai consumatori e rappresentare un canale di comunicazione più immediato, veloce e di semplice utilizzo rispetto alle email. 

Sono, quindi, molteplici le modalità di utilizzo degli SMS per aumentare l’efficienza delle tue campagne. Puoi utilizzarli, ad esempio, come strategia di re-engagement, per promuovere sconti verso quei contatti che non hanno aperto le tue mail, cercando di raggiungerli sfruttando un canale differente. 

Oppure puoi sfruttare il potere degli SMS transazionali, considerati dal 64% degli utenti come molto utili per migliorare l’esperienza di acquisto: usali per ringraziare il cliente di un acquisto, per inviare notifiche sugli ordini (ricezione dell’ordine, avvio della spedizione, avviso di consegna, etc), per richiedere feedback sull’esperienza di acquisto o sul tuo e-commerce e, infine, come modalità di Customer Care per fornire assistenza.

Per concludere

Le festività natalizie rappresentano una delle occasioni più importanti e redditizie dell’anno per la maggior parte delle aziende e, nonostante l’attuale crisi da Coronavirus, anche quest’anno i consumatori non sembrano voler cedere alla tradizionale corsa ai preparativi e ai regali, seppur con qualche cambiamento nelle abitudini e modalità di acquisto. 

In questo articolo di abbiamo riassunto alcuni consigli per prepararti al meglio e far sì che le tue campagne siano efficaci e rispondano alle aspettative dei consumatori in questo periodo storico. Per avere ulteriori consigli, non esitare ad affidarti al team di esperti MailUp: richiedi una consulenza e fatti aiutare.

Questo articolo è stato scritto da

Paola Bergamini

Paola Bergamini

Sono nata nel 1993 a Como e sono evasa dai confini della provincia per studiare a Milano, dove mi sono laureata in filosofia seguendo una passione personale. Da sempre affascinata al mondo del digital e della comunicazione, amo scrivere e arricchirmi leggendo. Come Content Editor di MailUp, mi tengo aggiornata sul mondo dell'Email e del Digital Marketing per divulgarne trend, teorie e strumenti.

Articoli correlati