Misurare per migliorare: le metriche dell’Email Marketing

11 Maggio 2021Tempo lettura: 10 min.

È online la nuova edizione dell’ebook sui KPI del canale email: definizioni, formule e best practice per imparare a misurare, migliorare i risultati delle campagne email e creare strategie data-driven.

“Non puoi migliorare ciò che non sai misurare” 

Con queste parole Peter Drucker, fondatore del management moderno, esprime un concetto fondamentale, che è anche l’obiettivo principale del nuovo ebook di MailUp dedicato alle metriche dell’Email Marketing: imparare a misurare significa capire dove intervenire per migliorare i propri risultati. 

Rispetto ad altri canali, l’email ha il grande vantaggio di essere perfettamente tracciabile in ogni suo aspetto. Le metriche dell’Email Marketing si dividono in:

  • kpi on-mail, che riguardano l’interazione dell’utente con il messaggio stesso.
  • kpi off-mail, che misurano tutto ciò che ha origine nelle email ma che avviene altrove

Analizzare tali metriche, monitorarle con costanza e capire quali sono gli elementi che le influenzano significa smettere di prendere decisioni “a braccio” e individuare le azioni correttive decisive per migliorare le proprie performance. 

In questa nuova edizione dell’ebook Misurare per migliorare abbiamo sviscerato tutto il set di metriche del canale email, per fornirti un approfondimento esaustivo tra definizioni, formule e best practice sul mondo della misurazione.

banner ebook metriche restyling

Vediamo quindi la panoramica generale di ciò che troverai nell’ebook.

Tasso di recapito

Indica, sul totale dei messaggi inviati, quanti effettivamente raggiungono la casella del destinatario.
La formula per calcolarlo è: (Email recapitate / email inviate) * 100

Da cosa è influenzato

  • qualità del database
  • reputazione e riconoscibilità del mittente
  • peso dell’email

Azioni per migliorarlo

Tasso di apertura

Indica il numero di email aperte rispetto al totale delle recapitate. Si parla di tasso di apertura o Open Rate nel caso in cui si fa riferimento al numero di aperture totali, mentre di tasso di aperture uniche o Unique Open Rate, nel caso in cui si prendano in considerazione i lettori unici, ovvero i destinatari che hanno aperto almeno una volta l’email.
La formula per calcolarlo è: (Numero di aperture / Email recapitate) * 100

Da cosa è influenzato

  • Mittente 
  • Oggetto e preheader

Azioni per migliorarlo

  • Scrivi un oggetto specifico e rilevante ed evita qualsiasi patina spammy
  • Rendi il preheader complementare all’oggetto
  • Chiama per nome il destinatario con i campi dinamici
  • Sperimenta con le emoji

beauty bay subject line emoji

MailUp si arricchisce di nuovi set di emoji per il tuo oggetto email: scopri questa ed altre novità dell’editor BEE. 

Tasso di clic

Il tasso di clic, detto anche Click-through rate (CTR), è il numero di clic sui link contenuti in un messaggio email inviato, diviso per il numero di email recapitate. 
La formula per calcolarlo è: (Clic / Email recapitate) * 100

Al CTR si aggiunge il tasso di clic su aperture uniche, anche detto tasso di reattività o Click to open rate (CTOR), che misura il numero di clic unici rispetto al numero di aperture uniche. 
La formula per calcolarlo è: (Clic unici / Aperture uniche) * 100

Da cosa è influenzato

  • Struttura
  • Immagini
  • Call to action

Azioni per migliorarlo

adestra esempio di email creativa

Tasso di engagement

Detto anche Engagement Rate, il tasso di engagement indica il grado di coinvolgimento degli utenti con le email che ricevono.

Per misurare l’engagement nell’Email Marketing si possono considerare due livelli diversi:

  • la singola campagna, andando a considerare e analizzare le principali metriche on-mail come invii, recapiti, aperture, clic, disiscrizioni e segnalazioni di spam
  • la strategia, esaminando le statistiche sull’andamento delle campagne e l’interesse dei destinatari in un determinato arco di tempo per capire lo stato di salute del database.

Scopri tutti gli strumenti dell’area Statistiche di MailUp per misurare l’engagement

Da cosa è influenzato

  • Rilevanza dei messaggi
  • Qualità del database
  • Deliverability

Azioni per migliorarlo

  • Segmenta il tuo database sulla base dell’engagement
  • Adotta una strategia di re-engagement
email di esempio strategia di re-engagement

Come si sviluppa una campagna di re-engagement? Scarica l’ebook Strategie di re-engagement di MailUp per scoprirlo!

Tasso di rimbalzo

Anche chiamato bounce rate, il tasso di rimbalzo indica la percentuale di indirizzi email che hanno restituito un errore a seguito di un invio.
La formula per calcolarlo è: (Email ritornate / Email inviate) * 100.

Da cosa è influenzato

  • Raccolta dei contatti
  • Gestione dei contatti 

Azioni per migliorarlo

  • Mantieni pulito il database
  • Non acquistare o affittare database “preconfezionati”

Tasso di disiscrizione

Detto anche Unsubscribe Rate, indica il numero di disiscrizioni degli utenti, un valore che è importante tracciare per accertarsi che sia sempre inferiore al numero di nuovi iscritti e che si attesti su valori bassi (al di sotto del 2%). 
La formula per calcolarlo è: (Utenti disiscritti / Email inviate) * 100.

Da cosa è influenzato

  • Rilevanza dei contenuti
  • Frequenze di invio
  • Tempistiche di invio

Azioni per migliorarlo

chipotle esempio di email per disiscritti

Scopri quali sono le tempistiche di invio più adatte a te nell’ebook Timing and Pressure di MailUp!

Tasso di conversione

Detto anche Conversion rate (CR), il tasso di conversione è la percentuale di destinatari che ha cliccato sul link all’interno dell’email e ha completato l’azione desiderata, come la compilazione di un modulo o l’acquisto di un prodotto. 
La formula per calcolarlo è: (Utenti che hanno completato l’azione / Email recapitate) * 100

Da cosa è influenzato

  • Capacità di recapito
  • Tempestività dei flussi 
  • Landing page efficaci

Azioni per migliorarlo

Ritorno sull’investimento

Detto anche Return On Investment (ROI), il ritorno sull’investimento è la metrica che sta più a cuore ai marketer, poiché misura con esattezza l’efficacia economica delle campagne e offre valori con cui confrontare efficacia e redditività dell’email con gli altri canali di Digital Marketing. 
La formula per calcolarlo è: [ (Valore delle vendite provenienti da una campagna email – Costi della campagna) / Costi della campagna ] * 100

Da cosa è influenzato

  • Capacità di recapito
  • Tempestività dei flussi 
  • Landing page efficaci

Azioni per migliorarlo

Per concludere

Scomporre le proprie campagne email attraverso le metriche viste fino ad ora permette di ottimizzare ogni singolo aspetto del messaggio. Con questo ebook potrai iniziare a comprendere i fondamentali KPI dell’Email Marketing e prendere spunto dai nostri consigli per migliorare gli elementi che influiscono direttamente su ciascuna metrica. 

Non ci resta che augurarti una buona lettura!

Questo articolo è stato scritto da

Paola Bergamini

Paola Bergamini

Sono nata nel 1993 a Como e sono evasa dai confini della provincia per studiare a Milano, dove mi sono laureata in filosofia seguendo una passione personale. Da sempre affascinata al mondo del digital e della comunicazione, amo scrivere e arricchirmi leggendo. Come Content Editor di MailUp, mi tengo aggiornata sul mondo dell'Email e del Digital Marketing per divulgarne trend, teorie e strumenti.

Articoli correlati