Scopri come ottimizzare le immagini del tuo sito per renderlo più veloce e prestante

23 Novembre 2021Tempo lettura: 6 min.

Se stai per lanciare il tuo sito web personale, o vuoi migliorare le prestazioni di un sito già esistente, ricorda sempre che ottimizzare le immagini è una chiave importante per posizionarlo meglio nel ranking e farlo uscire nelle prime posizioni.

Quando si lavora a un sito web, spesso si tende a porre tutta l’attenzione nella creazione dei contenuti, nei testi ottimizzati, nella scelta delle foto e dei colori da usare e altre piccole scelte stilistiche, per rendere il sito più in linea con i propri gusti e prodotti. 

Quello che spesso si omette di fare, o che non si sa essere altrettanto importante, è impiegare la stessa attenzione nell’ ottimizzare le immagini del sito. 

Cosa significa ottimizzare le immagini

Con ottimizzazione delle immagini, per spiegarlo in maniera semplice e immediata, si intende in poche parole la compressione delle stesse per renderle meno pesanti e non incidere negativamente sulla velocità e prestazioni del proprio sito. 

Ciò che molti non sanno è che la qualità e il peso dell’immagine che viene caricata nel sito incidono direttamente sulla velocità e le prestazioni del sito e, di conseguenza, sul posizionamento web dei motori di ricerca. 

Quando hai già fatto tutto quello che potevi per aumentare la qualità dei tuoi contenuti e parole chiave, e non ci sono problemi tecnici nel sito web e nelle impostazioni di index, ciò che potrebbe fare la differenza per scalare le prime posizioni dei portali di ricerca è sicuramente fare un lavoro di ottimizzazione delle immagini. 

Peso, risoluzione e dimensioni: quali sono quelle ideali per le immagini web

Il peso ideale delle immagini web, viene tendenzialmente identificato come 200-300 kb, la risoluzione ideale è invece di 72 dpi ( circa al 70% quindi)  e le dimensioni ideali vedono il lato lungo di massimo 1200 pixel ( le dimensioni e risoluzione maggiori sono indicate principalmente per la stampa, ma mal si adattano ai contesti web). 

Ridurre il peso delle immagini e la loro risoluzione, e adeguare l’immagine al formato della pagina, è quindi essenziale per ottimizzare la performance di un sito web. 

Come si ottimizzano le immagini di un sito 

Se non sei un esperto di grafica, e Photoshop non sai nemmeno cosa sia, figuriamoci usarlo, non temere: ci sono moltissimi tool e siti gratuiti dove puoi ottimizzare le immagini del tuo sito in maniera semplice e intuitiva, senza perdere la qualità delle immagini. Se invece te la cavi in autonomia, ottimizzare immagini per il web con Photoshop è sicuramente l’opzione più valida. 

In questi siti e tool, infatti, vengono già impostati i valori generali per avere un’immagine ottimizzata, cioè sono già impostati i valori standard per avere un’immagine compressa per peso e dimensioni come da canoni web, senza togliere nulla alla qualità dell’immagine. Ovviamente molto dipende dall’immagine che caricherai tu in primis. Èchiaro che se viene usata un’immagine già sgranata in partenza difficilmente si potrà avere un’alta qualità dopo la compressione. 

Alcuni di questi siti, con funzioni di ottimizzazione immagini gratuite o a pagamento in base alle necessità, sono ad esempio: Comprimilo, Optimizilla, Kraken, TinyPNG e  CompressJpeg. Come sempre il web è in continua evoluzione e questi siti, specialmente quelli gratuiti, cambiano in continuazione. Basterà però una semplice ricerca web con parole chiave per trovare i migliori siti del momento dove poter ottimizzare gratuitamente le proprie immagini. 

Inoltre, se il tuo sito è costruito con la piattaforma WordPress, potresti ricorrere anche a un’altra via alternativa: puoi ottimizzare le immagini di WordPress tramite plugin. I plugin altro non sono che programmi di supporto volti a migliorare le funzioni di altri programmi, cioè ti consentono di aggiungere nuove funzionalità al tuo sito senza necessariamente aggiungere tu stesso linee di codice. 

I più popolari sono: 

Il ruolo della SEO nell’ottimizzazione delle immagini

Se peso e qualità delle foto sono importanti nel processo di ottimizzazione delle immagini, altrettanto è la SEO che vi si abbina. SEO infatti non sono solo le parole chiave dei testi del tuo sito web: sono anche i titoli e i tag con cui viene salvata l’immagine stessa prima di essere caricata nel sito. 

La SEO di un’immagine comprende: 

  • l’attributo alt – testo alternativo 
  • l’attributo title – titolo dell’immagine 
  • didascalia
  • descrizione
  • url – link 

Ciò che è essenziale è impostare bene l’alt text e il title. Quanto più descriverai con precisione la tua immagine, tanto più i motori di ricerca la recepiranno come contenuto di qualità per le chiavi di ricerca abbinate. Questo è importante soprattutto per gli e-commerce, dove ogni prodotto immagine è una chiave di ricerca a sé.

Idealmente sarebbe meglio fare questo lavoro di ottimizzazione immagini prima di caricare le foto nel sito, salvandole correttamente già nelle cartelle del proprio computer. Ovviamente se ciò non è possibile si può sempre tornare alla galleria immagini del sito in un secondo momento e fare questo lavoro in seguito. 

Ti stanno venendo in mente tutte le immagini che hai salvato sotto -Foto1 – Kkkkkkkkkjpg – Immagine_3 etc?

Eh già, corri ad ottimizzarle!

Come ottimizzare le immagini di un sito in pochi semplici step

1. Comprimi le dimensioni delle tue immagini per non appesantire il sito 

Se vuoi che il tuo sito non venga rallentato dalla presenza di immagini troppo grandi e pesanti, scegli uno dei siti che ti consentono di ottimizzare gratuitamente le tue immagini in maniera semplice e veloce. Sopra te ne abbiamo suggeriti alcuni, altrimenti puoi sempre trovarne altri tramite una semplice ricerca Google. 

Per i più esperti, Photoshop è sicuramente il metodo più professionale per customizzare quanto più possibile le immagini che aggiungiamo al nostro sito web. 

2. Dai un nome appropriato al tuo file

Per quanto ci siamo passati tutti ( si anche quelli che fanno finta di no), salvare in fretta i nostri file immagini con nomi come pffffffff, immagine_7, img568 etc, non è mai una buona scelta.

Prenditi quel minuto in più per trovare un titolo efficace e descrittivo per la tua immagine. Se farai subito questo passaggio, non dovrai fare il doppio lavoro dopo. 

Attenzione che il troppo stroppia. Non incastrare una serie di parole chiave tutte insieme di fila. L’algoritmo potrebbe punirti per l’affollamento di parole chiave nella tua immagine. Opta sempre per un’equa via di mezzo.

3. Scegli un alt text in linea con il titolo della tua immagine

Una volta scelto il titolo dell’immagine, prosegui abbinando un alt text appropriato. Insieme al titolo dell’immagine, è infatti l’elemento più importante per indicizzarla e ottimizzarla. L’alt text ha lo scopo di fornire dettagli dell’immagine -alternativi – a quelli puramente visivi. 

Dovrai quindi descrivere a parole ciò si vede nell’immagine. 

4. Inserisci una didascalia e una descrizione

Non essenziali come titolo e alt text, didascalia e descrizione sono comunque elementi che possono dare più rilevanza alla tua immagine quando la ottimizzi. 

La didascalia è quel testo che comparirà nella pagina proprio sotto o vicino all’immagine, per rafforzarne il messaggio e la rilevanza.

La descrizione serve più a livello interno di programmazione sito, per ordinare le immagini e sapere cosa contengono. Non ha particolare importanza SEO. 

5. Salva le immagini e caricale nel tuo sito web

Una volta preparata l’immagine, compressa e ottimizzata anche per l’aspetto SEO, non ti resta che salvarla nel tuo computer e poi caricarla nel sito web di interesse. 

Conclusioni

Anche se spesso sono un elemento sottovalutato e reputato puramente stilistico, le immagini sono essenziali per migliorare ulteriormente le prestazioni del nostro sito web e fare quel salto di qualità in più per raggiungere la vetta dei motori di ricerca.

Ottimizzare le immagini può sembrare un processo lungo e noioso, che spesso preferiamo omettere, ma, una volta presa la mano, diventerà un procedimento semplice e automatico, che alla lunga ti consentirà di migliorare le prestazioni del tuo sito web rendendolo più veloce e pertinente con le chiavi di ricerca degli utenti. 

E non dimenticare che le stesse regole di ottimizzazione (riduzione del peso, inserimento dell’alt text etc.) valgono anche per le tue email! Scoprile tutte nella Guida all’Email Design di MailUp! 

Questo articolo è stato scritto da

Tania Biral

Tania Biral

Dal 2015 sono entrata ufficialmente nel mondo del digital marketing, che ho conosciuto ed iniziato ad amare durante il mio Master a San Francisco. Da allora lavoro bilingue ITA/ENG per aiutare i brand e le persone a trarre vantaggio dalle dinamiche e opportunità online, per riuscire ad aprirsi nuove porte prima sconosciute, in Italia e all'estero.

Articoli correlati