NEWS

MailUp dà il benvenuto a Contactlab nel gruppo Growens

LEGGI LA NOTIZIA

Come far crescere un sito WordPress con il Growth Hacking

11 Marzo 2022Tempo lettura: 6 min.

Il Growth Hacking è perfetto per far crescere siti web in WordPress rapidamente. Con gli strumenti giusti, puoi aumentare il traffico del tuo blog o e-commerce e ampliare il tuo bacino di potenziali clienti. In concreto, ci sono alcuni plugin che puoi usare per sviluppare il tuo hack della crescita. Scopriamo quali sono e cosa ti permettono di fare.

Secondo gli ultimi dati, WordPress è usato dal 43,2% di tutti i siti web online e la sua quota di mercato continua a crescere. Quindi, se hai un blog o un e-commerce, è abbastanza probabile che il CMS che stai utilizzando sia proprio WordPress.

Questa piattaforma, oltre ad essere semplice da usare e amichevole nei confronti di utenti e motori di ricerca, è anche perfetta in ottica di Growth Hacking. 

Ciò significa che puoi sfruttarla come strumento di Growth Hacking per far crescere il tuo sito web e aumentare non solo il tuo traffico, ma anche il numero di potenziali clienti della tua attività.

Facciamo un ripasso: che cos’è il Growth Hacking

Il termine è stato coniato nel 2010 da uno dei più esperti marketer della Silicon Valley: Sean Ellis. Nel corso della sua carriera, questo professionista ha aiutato diverse startup a convertirsi in aziende di successo, come Eventbrite e Dropbox, che oggi fatturano milioni di dollari all’anno. 

Ellis partiva dal presupposto che si dovesse hackerare il tradizionale sistema di marketing per permettere a un business di crescere rapidamente attraverso scorciatoie e azioni creative a basso costo. 

Il Growth Hacking è il risultato di questa teoria: un nuovo approccio al marketing che ha come obiettivo produrre una crescita sostenibile e scalabile per startup, aziende o siti web in tempi rapidi e con poco budget.

Sperimentare per trovare ciò che i tuoi clienti amano

Abituato alle regole del marketing tradizionale, potrebbe sembrarti inverosimile far crescere un business o un sito con poche risorse a disposizione, eppure il Growth hacking lo rende possibile. 

Come? Attraverso un processo di sperimentazione creativa continua e di analisi della risposta degli utenti per investire il budget solo nelle strategie che risultano vincenti.

Il Growth Hacking è chiamato anche Growth Engineering in alcuni contesti perché questa metodologia sfrutta la tecnologia a scopi di marketing: i processi di ingegneria del software e di marketing si uniscono allo scopo di ottenere più utenti, aumentare la vita della base clienti o incrementarne la redditività.

Il Growth Hacker, ovvero colui che si occupa di ideare e applicare le tecniche di Growth Hacking, deve conoscere le nuove tecnologie, i canali e gli strumenti a disposizione del marketing digitale, così come le nuove dinamiche di interazione online. Dovrà quindi fare ipotesi e sperimentare per trovare l’hack di crescita.

12 Plugin per fare Growth Hacking su WordPress

Abbiamo visto come far crescere una startup con il Growth Hacking, come applicarlo all’Email Marketing e ai Social Network. Ora vediamo come stimolare la crescita di un sito web realizzato in WordPress sfruttando una delle più importanti tecnologie di questa piattaforma: i plugin.

WordPress è stato concepito dai suoi sviluppatori per essere flessibile e customizzabile: grazie a questa impostazione, i proprietari di siti possono modificare in modo autonomo la struttura delle loro pagine, gli elementi interni dei contenuti e aspetti che riguardano il back end semplicemente installando appositi componenti aggiuntivi.

Cosa puoi fare con un plugin WordPress

I plugin di WordPress sono componenti extra che vengono aggiunti a WordPress per ampliarne le funzionalità. Esistono migliaia di plugin, scritti da sviluppatori di tutto il mondo e messi a disposizione per gli utenti della piattaforma sulla directory ufficiale dei plugin di WordPress o sui siti di sviluppatori di terze parti.

Alcuni plugin sono gratuiti, con la possibilità di sbloccare funzioni avanzate in una versione Premium, mentre altri sono a pagamento.

Cosa fanno i plugin? Praticamente tutto: possono trasformare il tuo sito in e-commerce o forum, migliorare la user experience, creare landing pages, gestire i commenti degli utenti, creare sondaggi e moduli, supportare le attività di email marketing e lead generation, ecc…

Non tutti i plugin hanno lo scopo di aggiungere funzionalità per l’utente: ci sono i plugin per la SEO, che servono a migliorare le prestazioni del sito per favorirne il posizionamento tra i migliori risultati dei motori di ricerca, oppure i plugin per inviare newsletter

Ci sono poi i plugin per ottimizzare le immagini del sito, i plugin sul GDPR e molti altri ancora.

Entriamo nel dettaglio e vediamo ora i plugin specifici di WordPress che puoi sfruttare come potenziali “hack della crescita”.

Plugin WordPress per promuovere i tuoi contenuti

In una strategia di content marketing, creare contenuti di qualità è importante, ma anche promuoverli correttamente ha il suo peso. Per farlo in modo efficace puoi usare 3 plugin:

  • WordPress Popular Posts: ti mostra i post più popolari del tuo sito. Come lo sfrutterebbe un Growth Hacker? Applicandolo alle pagine prodotto del sito, se presenti, per scoprire quali sono quelle che il pubblico visita più di frequente.
  • Revive Old Post: usa questo plugin per ricondividere automaticamente vecchi contenuti del tuo sito ancora validi e strategici sui social media che preferisci. In questo modo, aumenterai il traffico del tuo sito e i tuoi follower, oltre a mantenere coinvolto chi ti segue.
  • Blog2Social: plugin per la pianificazione e pubblicazione automatica dei post WordPress sui social media, tra cui Facebook, Instagram, LinkedIn, Twitter, Pinterest, XING, Telegram, oltre a Google My Business e Medium.

Plugin WordPress per fare test A/B

WordPress permette di realizzare A/B test, fondamentali nella metodologia Growth Hacking, su pulsanti, titoli, call to action, contenuti, landing page e altro. Puoi farlo con questi 3 plugin:

  • Site Kit di Google: plugin WordPress ufficiale di Google che ti permette di configurare facilmente lo strumento Optimize per testare varianti di pagine Web, vedere come si comportano due versioni rispetto a un obiettivo da te specificato e definire la variante leader.
  • Nelio AB Testing: un add-on perfetto per l’ottimizzazione delle conversioni. Dispone di test A/B basati su cloud e mappe di calore. Puoi testare qualsiasi elemento del tuo sito WordPress e del tuo negozio online creato con WooCommerce.
  • Thrive Headline Optimizer: questo plugin ti consente di testare i tuoi titoli per ​​scoprire quali attirano l’attenzione dei visitatori del tuo sito e li convincono a leggere i tuoi contenuti.

Plugin WordPress per la SEO

Un Growth Hacker sa quanto sia importante posizionarsi bene sui motori di ricerca per crescere sul Web. Per questo sfrutta i plugin che possono aiutarlo a risalire le classifiche, superando i competitor. Tra questi:

  • Yoast SEO: probabilmente il plugin WordPress per la SEO più noto e diffuso. È disponibile in una versione gratuita, che permette di personalizzare tutti gli aspetti della SEO sul tuo sito a livello globale e per pagina, e in una versione Premium con strumenti e funzionalità extra.
YOAST plugin SEO per WordPress
  • The SEO Framework: plugin SEO semplice e funzionale, che genera tutti i meta tag SEO critici facilitando l’operazione di ottimizzazione dei blog post, delle pagine di prodotti o servizi e altro. La maggior parte delle funzionalità sono già preconfigurate, quindi non è necessario avere conoscenze SEO avanzate per trarre il massimo da questo plugin. La versione Premium permette di gestire la Local SEO e i dati strutturati, tra le altre cose.
  • SEOPress: con questo plugin puoi ottimizzare titoli e meta description delle tue pagine WordPress per aumentare il tuo traffico, generare la sitemap XML e quella HTML, gestire i tag Open Graph e quelli del Knowledge Graph di Google, configurare il tracciamento con Google Analytics, definire l’immagine di anteprima del tuo articolo quando lo condividi sui social media e molto altro. Come gli altri due plugin, prevede una versione gratuita e una Premium che sblocca funzionalità avanzate.
plugin wordpress: SEO press

Plugin WordPress per fare Lead generation

Con gli strumenti di lead generation giusti puoi ottenere più clienti e aumentare le vendite, permettendo alla tua attività di crescere più velocemente (obiettivo del Growth Hacking). Ecco 3 plugin interessanti per la generazione di lead:

  • Hustle: ti permette di creare moduli, pop-up, optin, slide-in, widget e shortcode customizzati con cui ampliare i tuoi database di contatti. Hai a disposizione centinaia di template per ogni occasione e obiettivo di marketing. Questo plugin è perfetto per aumentare sia gli iscritti alla tua newsletter che i tuoi follower sui social media.
  • WPForms: crea qualsiasi tipo di modulo online sul tuo sito WordPress, partendo da oltre 100 modelli predefiniti (per l’iscrizione alla newsletter o a un webinar, scaricare contenuti, richiedere un preventivo, inoltrare una richiesta di contatto, compilare un questionario, ecc.).
  • WP Call Button: con questo plugin puoi impostare il pulsante “Clicca per chiamare” sul tuo sito WordPress o negozio WooCommerce. Grazie a questa funzionalità, i visitatori potranno chiamarti immediatamente solo con un clic.

Conclusioni

Per fare Growth Hacking è imprescindibile essere creativi, sviluppare un pensiero interdisciplinare e concentrarsi sull’impatto che ogni strategia di marketing ha sugli utenti.

La ricerca dell’hack serve soprattutto alle startup e alle aziende in espansione ma può essere usata anche da siti Web e e-commerce creati con WordPress per ampliare l’audience o il mercato di riferimento

I plugin sono solo l’inizio: ora tocca a te immaginare nuove forme per sfruttare il Growth Hacking per far crescere il tuo sito WordPress.

Questo articolo è stato scritto da

Valentina Pacitti

Valentina Pacitti

Mi occupo di Digital marketing dal 2013, con un’attenzione particolare ai contenuti e alle strategie di posizionamento organico. Come Copywriter e specialista in contenuti per il web aiuto le aziende a farsi trovare online e a esprimere tutto il loro valore attraverso i testi.

Articoli correlati