NEWS

MailUp dà il benvenuto a Contactlab nel gruppo Growens

LEGGI LA NOTIZIA

L’Osservatorio Statistico 2022 di MailUp è online: un anno di Email Marketing

11 Maggio 2022Tempo lettura: 6 min.

L’annuale appuntamento con l’analisi delle campagne email dello scorso anno è tornata: questa volta facciamo il punto sull’andamento dell’Email Marketing non solo nello scenario post-Covid, ma anche (e soprattutto) in vent’anni di storia di MailUp. Ecco gli insight chiave che abbiamo raccolto.

L’Osservatorio Statistico 2022 di MailUp è finalmente arrivato! 

L’analisi annuale sulle performance del canale email non poteva mancare nell’anno del ventesimo compleanno di MailUp: questa volta lo studio ci è servito per fare il punto sulle attività di Email Marketing delle aziende e sull’evoluzione di risultati e trend di mercato in vent’anni di storia della piattaforma MailUp. 

Per quest’anno speciale, abbiamo studiato:

  • le principali metriche di Email Marketing in una panoramica complessiva del 2021
  • la distribuzione degli invii nell’arco dell’anno
  • i risultati ottenuti da DEM, newsletter e email transazionali in ogni comparto 
  • l’andamento dei 50 settori merceologici del nostro bacino clienti
  • le performance degli e-commerce 

Non poteva mancare, inoltre, un focus specifico sugli impatti della Protezione Privacy di Apple, che ha certamente rappresentato un evento importante per il mondo dell’Email Marketing.  

Vediamo quindi quali sono stati gli insight chiave di questo report, che puoi scaricare gratuitamente a questo link

L’Email Marketing in Italia: un confronto tra 2021 e 2020

Il confronto globale tra 2021 e 2020 restituisce due primi trend positivi:

  1. un aumento dei volumi di invio dai 14 miliardi del 2021 ai 15 miliardi del 2021
  2. un tasso di recapito che ha raggiunto il 99%,  un risultati che dimostra il lavoro svolto da MailUp per garantire standard di sicurezza e performance eccellenti

Sul fronte metriche di Email Marketing (ovvero aperture, clic e clic su aperture), si è registrato da un lato un prevedibile aumento dei tassi di aperture uniche (+ 1,2 punti percentuali), ricondotto in parte alle aperture non reali introdotte dagli aggiornamenti Apple (come avevamo già anticipato nel nostro focus sul fenomeno Apple). Dall’altro lato, un lieve calo dei tassi di clic e clic su aperture (rispettivamente di – 0,1 e – 1,9 punti percentuali), probabilmente dovuto all’aumento dei messaggi nelle inbox dei destinatari e alla maggiore difficoltà nel guadagnare l’attenzione dell’utente. 

Come interpretare i risultati dell’Email Marketing 2021: 3 insight chiave

L’Osservatorio Statistico 2022 non si è limitato alla panoramica generale del 2021 e al confronto con il 2020. Dalle performance degli invii email per tipologia di messaggio e per comparto, alla distribuzione dei messaggi nei 12 mesi dell’anno, fino alle performance dei settori merceologici e degli e-commerce: le evidenze raccolte sono state tante, ma possiamo riassumerle in 3 insight chiave:

  1. il fenomeno Email Marketing non può più essere considerato come frutto di una necessità legata all’emergenza Covid. L’email è un canale in continua crescita e ormai strumento fondamentale per le strategie di comunicazione e marketing delle aziende. 
  2. questo boom del canale email rende il mercato dell’Email Marketing sempre più complesso e competitivo. La strada per ottimizzare la rilevanza dei messaggi email è ancora lunga e c’è un buon margine di miglioramento sul fronte dei clic e delle interazioni dei destinatari. 
  3. le attività di Email Marketing delle aziende si fanno sempre più intense nei mesi legati alle occasioni più redditizie per le vendite, come Black Friday, Cyber Monday e Natale. Novembre si riconferma il mese chiave per numero di invii, seguito da ottobre e luglio. 

L’andamento dei settori merceologici, degli e-commerce e dei comparti

L’Osservatorio Statistico 2022 si riconferma inoltre come un documento che vuole restituire alle aziende un’analisi utile per scoprire le scelte e performance dei propri competitor. Quale informazione migliore può esserci, quindi, se non quella dei settori e comparti che hanno registrato le performance migliori e peggiori? 

Da questo punto di vista lo studio ha rilevato inaspettate new entry tra i best performer e riconfermato una crisi ancora presente tra i settori che hanno sofferto maggiormente degli stop dell’emergenza Covid.

Per scoprire nomi, dati e risultati completi, scarica gratis l’edizione 2022 dell’Osservatorio Statistico di MailUp! Clicca qui per scoprire quali sono state le scelte e i trend vincenti sul mercato. 

Questo articolo è stato scritto da

Paola Bergamini

Paola Bergamini

Sono nata nel 1993 a Como e sono evasa dai confini della provincia per studiare a Milano, dove mi sono laureata in filosofia seguendo una passione personale. Da sempre affascinata al mondo del digital e della comunicazione, amo scrivere e arricchirmi leggendo. Come Content Editor di MailUp, mi tengo aggiornata sul mondo dell'Email e del Digital Marketing per divulgarne trend, teorie e strumenti.

Articoli correlati