NEWS

MailUp dà il benvenuto a Contactlab nel gruppo Growens

LEGGI LA NOTIZIA

Quale PEC scegliere per privati e aziende

03 Giugno 2022Tempo lettura: 6 min.

Scopri come attivare il tuo indirizzo di Posta Elettronica Certificata confrontando i prezzi e le caratteristiche tra i vari gestori che offrono il servizio.

La Posta Elettronica Certificata (PEC) equivale a un vero e proprio domicilio digitale, un luogo virtuale dove è possibile inviare comunicazioni che hanno lo stesso valore di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Il vantaggio del domicilio digitale, ovviamente, è che si possono raggiungere persone fisiche e giuridiche a prescindere dalla locazione fisica. Un secondo vantaggio collaterale, dato dalla possibilità di mandare messaggi certificati per mezzo dei dispositivi elettronici, è la riduzione dello spreco di carta e tempo.

Cosa rende la posta certificata? La posta è definita certificata per due motivi. Innanzitutto per via dell’attestazione dell’orario di spedizione, in secondo luogo perché è in grado di garantire la certezza del contenuto rendendo impossibile, grazie ai protocolli di sicurezza implementati, la modifica di messaggi e allegati. Per ulteriori delucidazioni è possibile approfondire nel nostro articolo dedicato

A chi serve la PEC?

La Posta Elettronica Certificata può essere utile a chiunque abbia necessità di inviare e ricevere documenti e comunicazioni con valore legale e voglia semplificare questo tipo di procedura. Il Domicilio Digitale è accessibile a chiunque abbia a disposizione un PC o uno smartphone ed è obbligatorio per alcune categorie professionali (come ad esempio avvocati o architetti). È semplice da utilizzare, quasi come una normale casella di posta elettronica e non necessita di particolari o approfondite conoscenze tecniche né di software da installare.

La PEC può essere usata da privati per inviare raccomandate, certificazioni e atti e avere un canale di comunicazione diretto con gli uffici della Pubblica Amministrazione o le aziende. Il dato sorprendente è che quasi il 40% delle caselle PEC sono utilizzate da persone fisiche e cittadini. 

La svolta nell’utilizzo di questo canale è stata l’entrata in vigore della fatturazione elettronica fra privati. In tal senso la PEC ha assunto un nuovo ruolo, convertendosi in uno strumento atto a inviare e ricevere fatture. 

In quali casi la PEC è obbligatoria

La Posta Elettronica Certificata, in ambito professionale, è obbligatoria per le società, per le Pubbliche Amministrazini, per i professionisti iscritti all’albo, per gli imprenditori con partita IVA e per le ditte individuali. La PEC è diventata obbligatoria a partire dal 2009 in maniera graduale. I primi a essere sottoposti all’obbligo sono stati i professionisti iscritti all’albo, pena sospensione, in seguito è stato esteso alle imprese e, infine, agli imprenditori con Partita IVA e alle ditte individuali. 

Il Decreto Semplificazioni ha introdotto uno specifico regime sanzionatorio per imprese e professionisti non dotati di PEC, attivo dal primo ottobre 2020. In caso di inadempimento, le società rischiano di incorrere in sanzioni comprese tra i 206€ e i 2.064€, mentre le imprese individuali rischiano sanzioni che vanno dai 30€ ai 1548€. Come anticipato, per i professionisti iscritti all’albo che risultano inadempienti la sanzione consiste nella sospensione del professionista dal Collegio o Ordine di appartenenza, fino alla comunicazione del domicilio digitale.

Le migliori PEC per privati 

Aprire una Posta Elettronica Certificata non è dissimile da aprire una casella di posta elettronica tradizionale, nonostante richieda qualche accorgimento in più. Creare una PEC è possibile solo su uno dei siti dei gestori riconosciuti dall’AgID, seguendo le istruzioni ed eseguendo le procedure dei provider. Innanzitutto è necessario fornire i propri dati anagrafici, allegando una fotocopia del documento d’identità, specificando se la richiesta è da parte di una persona fisica o giuridica. In seguito si procede al pagamento, in quanto la PEC, in molti casi non è gratuita. Il prezzo varia a seconda dello spazio di archiviazione desiderato, dalla presenza o meno dell’antivirus e dell’antispam e dai servizi disponibili (come il servizio fatture). Le offerte gratuite si riferiscono ai periodi di avvio, tendenzialmente di 6 mesi.

Aruba PEC

Aruba PEC è uno dei servizi più apprezzati di Aruba. Questo è probabilmente dovuto alla convenienza del piano Standard per l’acquisto di un indirizzo di posta certificata. Il pacchetto base, così come il Pro, si adattano perfettamente alle esigenze di un privato. Il pacchetto Aruba PEC Standard include 1 GB di spazio di archiviazione, l’antivirus e l’antispam e la possibilità di utilizzare l’app Aruba PEC Mobile per gestire la casella dallo smartphone o dal tablet. L’iscrizione ha un costo di 5 euro all’anno + IVA, mentre il costo di rinnovo annuale è di 7,90€ + IVA.

Legalmail PEC 

Questo servizio è molto interessante sia per i privati che per le persone giuridiche in quanto permette di avere una PEC in versione di prova gratuita per 6 mesi. Al termine di questi mesi sarà possibile selezionare il tipo di casella che si preferisce tra le opzioni: Bronze, Silver e Gold. L’opzione Bronze è perfetta per un privato in quanto offre 2 GB inbox e 3 GB di archivio, il backup, la notifica via SMS e l’applicazione per smartphone al costo di 25€ + IVA all’anno.

MailPec 

MailPec è il servizio di casella PEC di Libero. L’opzione per privati di Libero è denominata Family PEC e offre 1 GB di spazio ed è dotata di sistemi avanzati di sicurezza antivirus. Se il giga di spazio non dovesse essere sufficiente, non è possibile ampliarlo, si può solo optare per passare a PEC Unlimited. L’offerta Family viene 14,99€ all’anno, IVA inclusa. 

PEC Poste Italiane 

La Postecert di Poste Italiane è tra le più convenienti sul mercato e permette di associare servizi in modo da soddisfare le esigenze di utilizzo di ognuno. La PEC Base Privati mette a disposizione 100 Mb di spazio, con possibilità di aumentarlo fino a 1 GB. La casella ha durata massima di 3 anni e un tetto massimo di 200 invii al giorno. Il prezzo annuale è di 5,50€ all’anno.

PEC Agile

Il servizio PEC di Register offre un periodo di prova gratuito limitato a 6 mesi, una casella con spazio di archiviazione di 2 GB e la possibilità di ricevere notifiche via SMS. In seguito al periodo di prova, il costo di abbonamento è di 33,90€ all’anno, con un costo di setup di 9,90€.

Le migliori PEC per le aziende

Tra le alternative migliori per le aziende troviamo:

MailUP PEC+

Se già usi MailUp per inviare le tue email ai clienti e impostare le tue strategie di Email Marketing, puoi sfruttare la piattaforma MailUp anche per inviare i messaggi PEC, semplicemente attivando l’opzione PEC+ che ti permette anche di tracciare facilmente le statistiche dei messaggi inviati, controllare in tempo reale il loro stato, il giorno e l’ora di invio e consegna, e le eventuali risposte ricevute. Con PEC+ hai tutte le funzionalità che già trovi nella piattaforma, estese anche per i tuoi messaggi certificati: questo significa anche possibilità di gestire iscrizioni e disiscrizioni, di utilizzare i web service e le altre funzioni avanzate della piattaforma.

Per usare PEC+ ti basterà:

  • disporre di un indirizzo email PEC
  • richiedere l’attivazione di una lista PEC+ dedicata al tuo consulente commerciale di MailUp (scrivici a commerciale@mailup.com)
  • creare e configurare una nuova lista PEC su MailUp

Aruba PEC

Come anticipato Aruba mette a disposizione anche due piani per le aziende, Aruba PEC Pro e Aruba PEC Premium. Il primo include 2GB di spazio e 3GB di archivio, notifica di ricezione mail tramite SMS, antivirus e antispam e l’utilizzo dell’applicazione per mobile. Il prezzo all’anno è di 25€. Anche Aruba PEC Premium offre 2GB di spazio, SMS, antivirus e antispam ma vanta ben 8GB di archivio. Il costo annuale è di 40€. 

Legalmail PEC

Legalmail ha due piani

per le aziende: Silver e Gold. Il piano Silver include 2GB di spazio inbox, 3GB di archivio, possibilità di backup, notifica SMS, applicazione per i dispositivi e il servizio fatture BtoB incluso. Il servizio permette di identificare e visualizzare le fatture elettroniche ricevute. Il costo all’anno di questo piano è di 39€. L’opzione Gold si differenzia dalla precedente solo per il maggiore spazio di archivio, di 13GB e per il costo, che è di 75€.

MailPEC

Libero ha creato la PEC Unlimited appositamente per le aziende e i liberi professionisti. Questa PEC include spazio illimitato, gestione via app mobile, antivirus e antispam, e ricezione di fatture elettroniche a 30€ all’anno. 

KOLST

Il piano Dominio 5, per gli utenti business, include una PEC con spazio di archiviazione da 5GB su un dominio personalizzabile e include avvisi di ricezione e possibilità di inviare email senza limiti. Il piano annuale viene 10€, per il primo anno, e 20€ per i rinnovi successivi. In alternativa, esiste anche il piano Dominio 10, che ha in aggiunta la possibilità di ricevere SMS e 10GB di spazio disponibile, invece di 5. 

Perché scegliere PEC+ di MailUp rispetto agli altri servizi

La risposta è semplice: perché con MailUp e PEC+ sfrutti la piattaforma MailUp per un duplice scopo! Invii email ai tuoi clienti con le tue normali attività di Email Marketing e hai una piattaforma professionale con tutti gli strumenti avanzati per ottenere dei risultati in termini di guadagni e qualità delle relazioni con i tuoi clienti. E in più, approfitti della piattaforma per avere anche la possibilità di inviare i tuoi messaggi certificati. Un solo servizio per tutti i tuoi obiettivi: Email Marketing, SMS Marketing, messaggi PEC e molto altro!

Provala gratis ora! Clicca su questo banner:

Questo articolo è stato scritto da

Sara Stefanovic

Sara Stefanovic

Laureata Magistrale in Lingue e Letterature straniere, ho iniziato a lavorare come coordinatrice editoriale presso un magazine online, per poi lavorare come copywriter per varie testate e come Content Creator per alcune realtà al di fuori dal contesto editoriale. Ora lavoro come Content Specialist per ByTek. Appassionata di film e letteratura, trovo sempre il modo di stare al passo con le nuove uscite. Mi piace molto lavorare con programmi di grafica per creare opere digitali.

Articoli correlati