Ricevi aggiornamenti
su Messenger
10 min

È arrivato il momento delle email per le feste natalizie! Tra vendite e promozioni last minute, calorosi auguri e ringraziamenti, sappiamo bene che questo è il periodo dell’anno più impegnativo. Ma tieni duro: si tratta davvero dell’ultimo sforzo.

Per aiutarti a finire il 2017 con successo, segui i nostri suggerimenti di Email Design per creare una memorabile campagna email di Capodanno. Rendi onore al 2017 con un ultimo invio, poi prenditi un minuto (o due) per rilassarti. Cin cin!

Idea 1. Offri uno sconto di €20,17  o del 20,17%

L’anno scorso nella nostra casella di posta abbiamo ricevuto alcune email che offrivano uno sconto su un acquisto a tema 2016, ovvero di €20,16 o pari al 20,16%. Si tratta di un approccio simpatico e intelligente che molti marchi non riescono ancora a sfruttare.

Lord & Taylor, ad esempio, è stato il primo brand a pensare a una campagna composta da 2 email, le cui intenzioni erano chiare già dall’oggetto: “Special Email Exclusive Offer Only for You — Happy New Year!”.

Email Capodanno

La promozione si è svolta l’ultimo giorno dell’anno e si è conclusa a mezzanotte. La prima email è stata inviata intorno all’ora di pranzo, seguita da un’altra verso ora di cena, che presentava questa GIF:

Ci piace il tocco personale dato dal brand alla seconda email, con la quale invia un augurio di felice anno nuovo, ringrazia i lettori e conclude con “Love, Lord & Taylor”. Anche se la promozione è il messaggio centrale, perché non sfruttare la bella occasione del periodo delle feste per aggiungere un tocco personale all’email?

Design tip: utilizza testo semplice su un’immagine di background

Moduli semplici basati su immagini come quelli di Lord & Taylor rappresentano la migliore opportunità per ottimizzare la tua email aggiungendo del testo semplice.

Invece di inviare un’email con una sola immagine (assolutamente da evitare), usa la funzionalità dell’editor BEE che consente di aggiungere immagini di sfondo, testo e un bottone call-to-action bulletproof nella parte superiore. In questo modo il tuo messaggio avrà maggiori possibilità di essere visualizzato nelle caselle di posta dei destinatari, evitando di finire nello spam.

Idea 2. Stai sul semplice con una e-card

Se non hai ancora inviato ai tuoi clienti un biglietto di auguri in occasione delle feste, l’ultimo dell’anno è un ottimo momento per farlo. Le e-card per le feste dimostrano attenzione, permettono di creare una relazione con il pubblico e rappresentano un piacevole diversivo rispetto alle solite email che i lettori ricevono. Inoltre, le e-card possono essere davvero semplici e “di cuore”. Ecco un simpatico esempio di Cortilia:

Cortilia

Questo tipo di email è facile e veloce da creare: un’immagine e poche righe di testo sono tutto ciò di cui hai bisogno.

Design tip: trova l’immagine stock giusta e personalizzala

Hai bisogno di un’immagine per la tua e-card? Trovane una in modo rapido e semplice sui siti di immagini stock gratuite, quindi personalizzala per renderla tua. L’editor BEE è collegato a tre archivi di foto stock ben forniti (Pexels, Pixabay e Unsplash), dove potrai trovare l’immagine perfetta per progettare al meglio la tua card.

Puoi inoltre personalizzare l’immagine con il testo direttamente in BEE e apportare modifiche con l’editor fotografico incorporato.

Idea 3. Inserisci un bottone di call-to-action nella tua e-card

Per quanto riguarda l’aggiunta di un bottone CTA discreto, l’azienda di biglietti da visita MOO ha fatto un ottimo lavoro aggiungendone uno alla sua email di Capodanno, inviata il 1° gennaio. Il messaggio di MOO conteneva l’oggetto “Feeling fresh?” e includeva questa divertente GIF animata:

Personalizzando il testo del bottone CTA, MOO invita i lettori a fare acquisti senza che ciò rappresenti il punto centrale del messaggio. Questo design leggero è un modo divertente per accompagnare i lettori nel nuovo anno, intrattenendoli.

Design tip n.1: assicurati che la tua GIF non sovraccarichi le caselle di posta

Se un’email include una GIF animata, assicurati che venga ricevuta come pianificato. Ottimizza la tua GIF riducendo il numero di fotogrammi e limitando le dimensioni per renderla “inbox friendly”. Dai un’occhiata al nostro tutorial guidato sull’aggiunta di GIF.

Anche il produttore di orologi Daniel Wellington ha inserito un bottone CTA nella sua email: pur promuovendo gli orologi, il linguaggio utilizzato non è assolutamente commerciale. Al contrario, vuole celebrare il nuovo anno, suggerendo (con la massima discrezione) che non c’è momento migliore per acquistare un orologio.

Quindi, se non hai già inondato la casella di posta dei lettori con email e promozioni per le feste durante tutto il mese, questo tipo di email/e-card potrebbe essere un’opzione da prendere in considerazione in occasione di Capodanno.

Design tip n. 2: non utilizzare immagini per i bottoni CTA

Il bottone CTA è uno strumento fantastico, a patto che funzioni correttamente. L’importante è non inserire il bottone in un’immagine (anche se la tentazione è grande). Al contrario, sovrapponi un bottone bulletproof a un’immagine di sfondo (vedi il design tip n. 1), oppure posizionalo sotto l’immagine principale.

Idea 4. Lancia una vendita promozionale (in grande stile)

Prima che il 1° gennaio arrivi, ci sono buone probabilità che i tuoi clienti abbiano esaurito la voglia di fare shopping. Per rianimare i lettori, alcuni marchi lanciano grandi campagne di saldi.

Un incentivo sulla spedizione o un piccolo sconto potrebbero non essere sufficienti, quindi devi fare le cose in grande stile, come per il Black Friday. Un ottimo esempio è quello di Madewell, che ha offerto un eccezionale sconto del 40% sulla linea di moda.

Il design dell’email è semplice e festivo. La riga dell’oggetto, “Long night?”, seguita dal testo dal preheader “This may help”, è un modo scherzoso per “agganciare” l’attenzione dei lettori giocando con le loro sensazioni al risveglio il giorno di Capodanno.

Design tip: concentrati sulla riga dell’oggetto (e sul testo del preheader)

Hai testato ultimamente l’efficacia delle righe dell’oggetto? Non abbiamo bisogno di dirti che si tratta di una pratica utilissima. La maggior parte dei brand trae vantaggio da un oggetto breve e pone una domanda per coinvolgere rapidamente i lettori.

Assicurati anche che il testo del preheader non reciti “Visualizza nel browser”. Dedica ​tempo alla personalizzazione: fai in modo che il primo testo visualizzato nel corpo dell’email sia un’estensione della riga dell’oggetto.

Idea 5. Fai un riepilogo degli articoli più venduti nell’anno precedente

Un altro modo per motivare i lettori stanchi di fare shopping? Creare una lista degli articoli più venduti nell’anno che sta per concludersi. Questo è ciò che ha fatto MAC Cosmetics in questa semplicissima email a tre colonne.

Apprezziamo particolarmente il layout bianco e pulito di MAC, oltre all’inclusione di un sistema di valutazione a 5 stelle (cosa che influenza in modo determinante le decisioni di acquisto). Non c’è altro testo; le immagini parlano da sole.

Design tip: assicurati che le gallery fotografiche siano mobile-responsive

Se stai utilizzando un collage di foto o una gallery per mostrare i prodotti, assicurati che le immagini siano visualizzate correttamente anche sullo schermo dei dispositivi mobili. Verifica che le immagini siano mobile-responsive e che riempiano lo schermo in larghezza durante lo scroll. E ricorda: se utilizzi l’editor BEE, tutte le email sono automaticamente ottimizzate per mobile!

Idea 6. Invia una raccolta di nuovi contenuti

Se invii regolarmente contenuti nelle tue campagne email (ad es. newsletter), probabilmente hai già preparato un tema per Capodanno. Un modo interessante per guardare al nuovo anno è avere una carrellata dei migliori contenuti dell’anno passato, ovvero ciò che fa Vimeo. Ecco i primi moduli della loro email (oggetto: The year’s best videos + milestones):

Anche elencare gli eventi salienti dell’azienda è un ottimo segnale per i lettori. Si solleva il velo su ciò di cui il marchio è orgoglioso, in modo da aiutare i lettori a connettersi con la visione e i valori dell’azienda.

Design tip: formatta coerentemente i moduli della newsletter

Assicurati che i moduli della newsletter seguano la sempre stessa struttura. Vimeo usa il modello comune a piramide inversa (immagine di intestazione, testo, bottone CTA), che aggiunge semplici righe orizzontali per spezzare le sezioni. Queste tecniche rappresentano piccoli accorgimenti che migliorano notevolmente la leggibilità.

Inoltre, una volta creato un modulo nell’editor BEE, puoi semplicemente copiarlo per mantenere la formattazione nei moduli successivi; questo è un trucco molto efficace dal punto di vista grafico, che permette anche di risparmiare tempo.

Idea 7. Ringrazia

A volte, a fine anno, la cosa più importante da dire è grazie. Abbiamo presentato questa nota di J.Crew più di una volta perché apprezziamo molto il sentimento espresso. Un’email di ringraziamento è un gesto semplice e già quattro o cinque frasi possono fare molto.

Design tip: utilizza i bordi e i colori di sfondo HTML per completare l’email di puro testo

Anche le email di puro testo hanno bisogno di un tocco di design per apparire professionali ed eleganti. Aggiungi un bordo alla tua email, prova a centrare il testo o includi una firma personale per aumentare la qualità del messaggio. Trasformerai la tua email in una card per le feste!

Come sarà la tua email di Capodanno?

Facci sapere se hai trovato utili i nostri suggerimenti grafici per la progettazione della tua prossima email di Capodanno. Inoltre, sentiti libero di lasciare un tuo suggerimento grafico nei commenti in basso!

La guida all'Email Design

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

15 ispirazioni di palette colore primaverili

La primavera è ormai giunta (per fortuna!) e la casella inbox si è riempita di messaggi email a tema. L'elemento chiave della stagione? Il colore. Le ...

Continua a leggere

5 tattiche per aumentare il tasso di conversione delle email

Dalle micro-conversioni ai requisiti per una call to action efficace. Approfondiamo le caratteristiche del conversion rate, o tasso di conversione, l'indicatore di Email Marketing più ...

Continua a leggere

Soffia la primavera: la strategia per i ponti del 25 aprile e del 1° maggio

Dal tono al design, fino a una traccia di piano di invii per raggiungere i destinatari in modo programmato, continuato e multicanale. Aprile è il ...

Continua a leggere

Soglia di attenzione a picco: 9 consigli di Email Marketing per campagne incisive

Colpa del multitasking? Dell’onnipresenza dei device? L’attention span si è ridotta drasticamente, e dedichiamo solo qualche secondo alla lettura di un contenuto. Dato che il ...

Continua a leggere

Come TAG Innovation School aumenta le iscrizioni ai corsi con l’automation

Abbiamo chiesto alla piattaforma di master e corsi di raccontarci come è riuscita a incrementare le iscrizioni grazie a flussi di email automatici.   Cosa vuol ...

Continua a leggere

Colonna singola, doppia o modello ibrido? Guida alla struttura delle email

I tre step per definire il giusto schema compositivo per la tua campagna, assecondando le abitudini di fruizione dei destinatari e migliorando la leggibilità. Se è ...

Continua a leggere