5 min.

Nello scorrere la tua bacheca dei social media preferito o un sito web, qual è l’elemento che più di tutti fa venire voglia di cliccare e leggere l’articolo o visitare la pagina? Ovviamente, il titolo o le primissime parole. Quando si tratta di Email Marketing, si applica la stessa logica.

Al giorno d’oggi, moltissime persone hanno la casella di posta elettronica piena. Mentre scorrono per vedere cosa sia di loro interesse, è importante fare tutto il possibile per distinguersi e attirare l’attenzione. In questo articolo esploriamo alcune tecniche per rendere il subject delle tue campagne email più efficace possibile nell’attrarre clic.

Esploreremo 6 segreti dietro la scrittura dei subject, grazie ai quali i lettori non riusciranno a resistere dal fare clic.

1. Mantenersi semplici

Al giorno d’oggi, il ricorso a uno spazio semplice e pulito è uno dei primi requisiti di uno spazio web. Nessuno si diverte a decifrare qualcosa di confusionario e opprimente. Tutti vogliono un contenuto pulito e di facile accesso.

Questa stessa logica si applica ai subject delle email. Il tempo è essenziale quando si tratta dell’oggetto e la maggior parte delle persone deciderà in pochi secondi se aprire il messaggio oppure no. Ciò significa che, se il tuo subject richiede più di un secondo per la lettura, avrai già perso molti potenziali lettori.

Una possibile tecnica è puntare sulla comicità o sull’umorismo – con un margine di rischio, tuttavia. Non tutti si prenderanno il tempo necessario a capire la battuta, e il subject ne risulterà indebolito nelle performance.

Ricorda sempre che, in primo luogo, ogni email dovrebbe avere una finalità specifica e una ragione per l’invio. Non dovresti mai inviare email per il solo gusto di inviarle, anche se per esempio sei silente da tempo.

La ricezione di un messaggio inviato senza una specifica finalità comunicativa si traduce, nella maggior parte dei casi, nella disiscrizione dalla mailing list o nel disinteresse verso contenuti successivi. Quindi massima attenzione alla creazione di un messaggio ad alto valore aggiunto, con un oggetto che sia semplice da capire e pertinente rispetto al contenuto interno all’email.

Un’altra tecnica è ricorrere a un oggetto composto da una parola singola: si tratta di un ottimo modo per distinguersi dalla tipologia di subject più comune. Attenzione però a utilizzare questa tecnica con parsimonia e con saggezza.

2. Porre domande

Uno dei modi migliori per incentivare l’apertura delle email è quello di porre una domanda che suscita curiosità: chi riceve il messaggio sarà stuzzicato a cliccare per sapere la risposta. Attenzione solo a non scadere nella formula del clickbait: finché saprai fornire valore vero al lettore all’interno della tua email, il rischio dovrebbe essere scongiurato.

Utilizza domande semplici che facciano leva sulle reali curiosità e sui dubbi reali della tua audience.

3. Sfruttare il preheader

Concentrarsi sul contenuto del subject è importante, e passa anche per la definizione di un buon preheader (se non sai che cos’è, scoprilo qui).

Il preheader o sommario fornisce dello spazio aggiuntivo per raccontare qualcosa in più sul contenuto del messaggio – l’importante è utilizzarlo con creatività. Un subject originale e creativo fa metà del lavoro, ma perché il tuo messaggio venga aperto occorre concentrare l’altra metà dell’attenzione proprio sul preheader.

Una delle funzionalità dinamiche più interessanti dell’Email Marketing di oggi è la possibilità di personalizzare i messaggi in base ai dati in tuo possesso sulla audience. Questo consente di creare email dedicate in cui includere il nome proprio di ciascun destinatario (o la città o qualsiasi altra informazione demografica presente nel tuo database) nell’oggetto o nel preheader.

Naturalmente, più l’email è personalizzata, più è probabile chi la riceve la apra, specialmente quando i contenuti personalizzati sono integrati e combinati con creatività.

4. Scrivere alla perfezione (occhio all’ortografia)

Scorri la tua inbox. Noti un messaggio con un oggetto intrigante, ma vedi anche che è pieno di errori di battitura o di grammatica. Faresti mai clic per continuare la lettura?

No. Scrivere il subject prestando la massima attenzione allo spelling e alla forma è il modo migliore per assicurare l’attenzione del lettore e convincerlo che il contenuto dell’interno dell’email è della massima qualità. Ecco alcuni strumenti online che possono essere d’aiuto, specialmente per la lingua inglese:

  • Writing Populist / Let’s Go and Learn
    Queste due risorse sono ricche di informazioni, suggerimenti e consigli su come individuare eventuali problemi grammaticali, e di guide su come utilizzare la grammatica inglese in maniera corretta.
  • Paper Fellows / Assignment Help
    Due strumenti leader di rilettura online, completi di tutto il necessario per evidenziare errori e, quindi, correggerli.
  • Studydemic / Academadvisor
    Due blog di scrittura, ricchi di informazioni su come rafforzare la tua abilità di scrittura generale, migliorare il tono di voce e scegliere le parole giuste per i subject.
  • OXEssays / Boomessays
    Utilizza questi due strumenti di modifica online per migliorare la qualità della struttura dei subject e assicurarti che siano leggibili.

5. Provare i listicles

Senza dubbio, i listicles (crasi tra list e articles) sono una delle forme più comuni di contenuti online, poiché sono facili da leggere, di solito hanno un buon equilibrio tra parole e immagini e possono riassumere numerose informazioni in un formato facilmente digeribile.

Chi riceve email sa tutto questo e apprezza questo tipo di articoli, motivo per cui è più probabile che clicchi quando l’oggetto lo suggerisce. Ad esempio, potresti usare subject come:

  • 10 video acrobatici mozzafiato su YouTube
  • Le 7 spiagge migliori da visitare quest’anno
  • 3 modi immediati per aumentare la produttività
  • 9 da sapere per realizzare un video virale

Creare listicles che stuzzichino il clic non è difficile. “Statisticamente, gli elenchi dispari ricevono più clic e vengono maggiormente aperti. Inoltre, non dimenticare di utilizzare call-to-action e parole emotive, come “bisogno”, “voglio” e “adesso”, per suscitare una sensazione di urgenza e motivazione nel lettore nel fare clic su Apri per la tua email”, spiega Sam Diaz, un esperto di email marketing per TopCanadianWriters.

Gli elenchi sono un ottimo modo per suscitare curiosità nei lettori. Ricorda che il tuo obiettivo è farti notare nel mare magnum di messaggi presenti nella inbox, quindi la creatività è un must!

6. Aggiungere un po’ di mistero

L’obiettivo è spingere all’apertura del messaggio – di conseguenza, svelare tutto nell’oggetto è controproducente. Se chi riceve il messaggio deduce tutto dal subject, non sentirà nessuna necessità di cliccare e fare il passo successivo.

Aggiungere un po’ di mistero può essere un ottimo modo per rendere il messaggio più intrigante e aumentare notevolmente le possibilità di apertura. Proviamo a ristrutturare gli esempi riportati prima secondo questa nuova modalità:

  • Acrobazie assurde e dove trovarle
  • Sei già stato sulla spiaggia più bella del mondo?
  • Questi suggerimenti per aumentare la produttività sono pazzeschi…
  • Che sia questo il trucco che aspettavi per diventare virale?

In conclusione

Quando si tratta di scrivere le email, assicurati di dedicare tempo a rifinire il subject e il preheader per renderli più efficaci possibili. Ricorda che le regole d’oro sono semplicità, concisione, chiarezza e curiosità.

Prova MailUp

Ti è piaciuto questo articolo? Ne abbiamo molti altri in serbo per te.

Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità di email e SMS marketing.

Leggi anche

Report Email Marketing: come strutturarlo e quali KPI guardare

Facciamo il punto sull’attività di tracciamento e misurazione dei risultati delle campagne: dai fondamentali KPI alle funzioni di reportistica, fino a 7 consigli per strutturare ...

Continua a leggere

La Marketing Automation per conquistare il mercato: intervista a Donato Cremonesi

Abbiamo fatto due chiacchiere con il CEO e fondatore di Factory Communication, per farci raccontare - con un caso pratico - come si conquista la ...

Continua a leggere

Email Design: 7 trend da cavalcare in autunno

Dalla “nostalgia” dei gradienti al fascino discreto del monocromo, fino al realismo delle immagini 3D. Abbiamo selezionato le tendenze grafiche più in voga tra i ...

Continua a leggere

Flusso automatico di recupero carrello: lo stai facendo nel modo sbagliato

A volte, le migliori intenzioni non bastano. La lezione di una strategia di recupero carrello multicanale di un brand reale, caratterizzata da tanta buona volontà, ...

Continua a leggere

Di cosa hai bisogno per iniziare una campagna di Email Marketing?

Negli Stati Uniti il 70% delle aziende fa Email Marketing, perché è un canale redditizio, versatile e semplice da avviare: ecco allora i pochi step ...

Continua a leggere

Back to work: come programmare la nuova stagione di Email Marketing

Abbiamo tracciato le attività prioritarie che i brand devono condurre al rientro dalle ferie, per innalzare l’asticella delle proprie strategie di Email Marketing. Tempo di rientri, ...

Continua a leggere